Westworld: cosa ci aspetta nella terza stagione

Abbiamo visto le prime quattro puntate della stagione 3

Tiscali GameSurf

Stagione dopo stagione, il fantastico mondo del parco a tema di Westworld si è sempre più allargato fino ad approdare al mondo reale al termine della serie di episodi andati in onda nel 2018. In onda nella nottata del 15 marzo in diretta con l’America, e il lunedì successivo doppiata in lingua italiana su Sky e NOW TV; HBO ci trasporta letteralmente in un nuovo mondo, un luogo che ha la capacità di mutare lo svolgimento della stagione e il ritmo che finora ha avuto. Era stato già anticipato che questa stagione sarebbe stata ben diversa dalle precedenti e infatti è lampante il cambiamento sia nel ritmo che nello svolgimento dei fatti. Se le precedenti stagioni lasciavano all’intreccio temporale il compito di ingannare lo spettatore, adesso è “l’arte della guerra” a dettare le regole di questo nuovo gioco. Il ciclo temporale è lo stesso, nel corso delle prime 2 puntate ci viene mostrata la contemporaneità dei fatti che coinvolgono i protagonisti da quando li abbiamo lasciati, le altre due si legano conseguenzialmente alle altre.

Quattro puntate che, nonostante costituiscano la metà della stagione, effettivamente risultano essere un antipasto dell’azione che viene ancora celata allo spettatore. Westworld si è più volte contraddistinta dalle altre proprio per la capacità di dipanare i dubbi solo con l’epilogo della stagione, lasciando solo poche briciole o delle chicche che possono insinuare numerosi dubbi anche sulla natura di altre serie prodotte dalla stessa casa.

Westworld, così, come avevamo potuto vedere al termine della scorsa stagione, cambia pelle e si adatta al nuovo palcoscenico sulla quale Dolores si muove. Il parco a tema è stato smascherato e i suoi dilemmi esistenziali sono stati in grado di dilatare il mondo dei robot tanto da inglobare quelli umani. Ford, ancora una volta, con il suo grande piano da uno schiaffo morale al suo pubblico attraverso le sue creazioni, riuscendo a dilaniare i confini tra umano e virtuale; tra umanità e meccanica. E come un qualsiasi Dio non svela i suoi segreti, ma lascia che siano le sue creature a svolgere il loro compito nei suoi piani.

Westorld- La stagione 1 in Blu Ray 4K

Westorld- La stagione 2 in Blu Ray 4K

Se, al termine della scorsa stagione, avevamo avuto il piacere di cogliere Dolores (Evan Rachel Wood) al massimo della sua furia omicida, adesso, nel mondo reale, lei deve imparare a giocare con forza e inganno, cercando di manifestare la sua voglia ricostruttiva, annientando chiunque le si opponga. Ma in questo gioco vi è spazio a sufficienza per due donne, le reali protagoniste di questa guerra. Sarà Maeve (Thandie Newton) a contrastare la furia di Dolores; due opposizioni che vengono delineate non solo dalla loro tempra, ma anche dalle abilità che entrambe hanno acquisito stagione dopo stagione.

La serie si mostra, ancora una volta, in grado di trasportare in maniera ipnotica l’attenzione del pubblico verso un mondo fantascientifico fatto di strategie e di inganni. Un gioco delle ombre nella quale due fazioni, due donne, si stanno abilmente schierando, ma della quale il tutto è ancora poco certo e poco chiaro perché viene mantenuto il mistero che spinge a divorare le puntate di questa stagione. Dopo aver visionato 4 delle 8 puntate di cui è composta questa stagione, non si può far a meno di sottolineare quanto questa serie tv sia un fiore all’occhiello nelle produzioni HBO.

Insieme agli attori e ai personaggi che tutti abbiamo imparato a conoscere nel corso delle stagioni, dal trailer abbiamo potuto vedere che vi sarà Aaron Paul come new entry nel cast nei panni di Caleb un operaio di Los Angeles della quale non vi sveliamo nulla. Nel cast, tra gli altri, segnaliamo anche la presenza di Lena Waithe, Pom Klementieff e Vincent Cassel.