Speciale Captain Marvel

Tutto quello che c'è da sapere su Captain Marvel prima di andare in sala..

Speciale Captain Marvel
di Simone Rampazzi

Dopo lo “snap” di Thanos molte cose sono cambiate nel Marvel Cinematic Universe. Tanti eroi si sono infatti polverizzati nell’etere, lasciando a noi fan l’ennesimo dubbio su come i fratelli Russo cercheranno di concludere la storia con il capitolo Endgame.

Al momento gli unici indizi a disposizione sono i due teaser rilasciati fino a oggi, accompagnati come di consueto capita da piccole molliche di pane lasciate ad hoc dalla scena post credit di Avengers: Infinity War. Nick Fury e Maria Hill in procinto di sparire vanificandosi in una nuvola di polvere, chiamano al cercapersone un nuovo eroe in loro soccorso che non viene presentato tramite un nome, ma bensì un logo, che corrisponde al simbolo presente sulla tuta di Captain Marvel

Gli appassionati del mondo fumettistico e non sanno già di cosa stiamo parlando, dato che da settembre è iniziata la diffusione dei vari trailer riguardanti il nuovo progetto Marvel in arrivo a marzo, intitolato Capitan Marvel. Ma chi è in realtà Carol Danvers e da dove attinge i suoi spettacolari poteri?

FENOMENALI POTERI COSMICI

La storia editoriale di Carol Danvers ha inizio verso la fine degli anni Settanta, periodo in cui la ragazza entra in contatto con il Capitano Mar-Vell, alieno proveniente dal pianeta Hala. Inviato sulla Terra per spiarne i progressi tecnologici, quest’ultimo finisce per scontrarsi con il suo compagno di bordo Yon-Rogg a causa di un diverbio amoroso, che finisce per coinvolgere i terrestri e salvarli, diventando agli occhi di tutto Capitan Marvel (poiché interpretarono male il suo nome).

Le avventure del “kree dalla pelle rosa” come i terrestri andrà avanti per un po', arrivando al suo culmine precisamente quando, dopo l’ennesimo scontro con il suo rivale, Carol Danvers viene investita dal raggio psiche-magnetron di Yon-Rogg che la fa diventare Ms. Marvel. I suoi poteri variano dal volo all’assorbimento di energia, fattore che gli permette di incrementare la sua forza a dismisura, emettendo all’occorrenza l’energia accumulata sotto forma di raggi fotonici.

Dopo diverse apparizioni in una serie omonima che la vedeva come protagonista, il personaggio di Ms. Marvel prese parte a tantissime avventure che coinvolgevano i gruppi più famosi della Casa delle Idee, come gli X-Men e i Difensori, per venire poi accolta con regolarità nella squadra dei Vendicatori nel 1980.

Da qui in poi il caos più totale, dove il personaggio vivrà la misteriosa gravidanza avvenuta per mano del viaggiatore temporale Marcus, figlio di uno dei nemici storici degli eroi più potenti della Terra. Perderà poi i poteri per mano della mutante Rogue, riacquistandoli dopo diverse peripezie grazie all’aiuto di Charles Xavier, che le restituirà dei ricordi perduti facendogli addirittura affrontare a muso duro i suoi stessi compagni, poiché l’avevano lasciata in balia del suo persecutore senza nessuna protezione. Nello spazio, durante una missione, acquisirà invece i poteri dell’essenza chiamata Buco Bianco, diventando un essere fortissimo che prenderà il nome di Binary.

Dopo alcuni anni di peripezie farà ritorno sulla Terra, ma non sentendosi all’altezza del ruolo ricoperto in passato tra i Vendicatori si distaccherà dalla formazione assumendo l’identità di Warbird, un termine noto agli aviatori perché identifica gli aerei da caccia militari utilizzati durante la Seconda Guerra Mondiale. Il personaggio che verrà fuori dopo tutte queste avventure, comprensive del cambio incredibile della timeline intercorso con House of M, porterà Capitan Marvel ad avere una maggiore coscienza e sicurezza di sé e dei suoi poteri, motivo che la porterà ad essere un supereroe importante nel corso delle varie storie concepite in Marvel, come l’ultima Civil War in cui si opporrà alla fazione capitanata da Tony Stark. Ma che ruolo coprirà nel MCU?

SNAP NON TI TEMO!

Come spesso accade nella lavorazione di passaggio tra opera letteraria e progetto cinematografico, le redini alle spalle del MCU si sono sempre differenziate dal modo in cui tendono a distaccarsi dagli eventi fumettistici, cercando di creare una storia “autonoma” che possa in qualche modo regalare nuova linfa vitale ai personaggi, magari realizzandogli dei connotati del tutto nuovi e sorprendenti.

Grazie ai trailer pubblicati sappiamo già che ci saranno i Kree, popolo alieno da cui proviene Mar-Vell, e che quest’ultimo verrà interpretato nella pellicola dall’attore Jude Law (che non dovrà colorarsi, data la colorazione naturale della pelle del personaggio fumettistico).

Tenendo conto quindi della timeline spiegata in precedenza, legata alle origini del personaggio e alle varie peripezie vissute, presumiamo che il film che andremo a vedere in sala agli inizi di marzo potrebbe essere considerato come una storia bivalente, dove a emergere non saranno solo le origini del personaggio (le scene con i personaggi Kree potrebbero essere dei flashback) ma anche, e speriamo, diversi spunti in relazione al presente vissuto dai supereroi alla conclusione di Infinity War.

La presenza degli skrull nel trailer potrebbero rappresentare il vero plot twist dell’opera, perché questa tipologia di alieni capaci di assumere le sembianze di chiunque hanno rappresentato un vero, grandissimo, problema durante le Secret Invasion in cui presero appunto le sembianze di alcuni supereroi rapiti. Le diverse immagini nello spazio, invece, potrebbero farci pensare che la nuova eroina potrebbe addirittura decidere di partire in missione verso lidi sconosciuti (diventando Binary) tesi che approverebbe in parte il fatto che Fury alla fine di Infinity War prema il fantomatico “bottone rosso” per richiamarla sulla Terra.

Saranno sufficienti i suoi poteri per poter fermare Thanos, o chi per lui, dopo il suo folle operato?

Le congetture sul nuovo film Marvel sono come sempre tantissime, soprattutto quando vengono vissute da chi come noi è appassionata non solo della parte fumettistica, vera anima dell’intero progetto, ma anche dell’universo cinematografico. Cosa vedremo potrebbe cambiare gli esiti di molte situazioni all’interno del MCU, tutto starà nel modo in cui Boden e Fleck decideranno di tirare i fili per far assumere concretezza e solidità al personaggio. Staremo a vedere…