Woojer: una questione di vibrazioni

Woojer: una questione di vibrazioni
di Giancarlo Valletta

Si chiama Woojer ed è un device, disponibile in due versioni, in grado di aggiungere una sensazione fisica alla musica, ai film, ai videogiochi. Altro non è se non un’originale sofisticazione del Bass Shaker, in grado di oscillare a frequenze basse e molto basse (da 1Hz a 200Hz), trasmettendole direttamente al corpo. La più economica, Strap, è una banda indossabile adatta all’uso in mobilità, mentre la più sofisticata, Vest, è per un utilizzo prettamente casalingo.

Woojer è un'esperienza evolutiva che catapulta musica, giochi, e film in un'altra dimensione. Stando a stretto contatto con il corpo, Vest e Strap sono in grado di guidare l’ascoltatore verso nuove sensazioni, il suono diventa viscerale e da letteralmente vita ai contenuti. Del resto la dimensione fisica della percezione è normalmente ad appannaggio dell’ascolto con diffusori acustici di grosse dimensioni.

Woojer si basa su un driver oscillante che l’azienda ha brevettato con il nome di Osci e che riproduce da 1 a 200 Hz con un movimento senza attrito che garantisce prestazioni eccellenti e un basso consumo energetico. Geniale nella sua semplicità, Osci è una struttura ad anello chiuso con dei magneti permanenti oscillanti e genera una sensazione tattile, non un suono. Il posizionamento degli attuatori su particolari punti del corpo fa si che esso venga utilizzato come una sorta di risuonatore, convincendo il cervello, attraverso il principio dell'Inferenza Percezionale (auto-completamento), che tutto il corpo è sollecitato da quella energia acustica.

Vest e Strap sono entrambi bluetooth 5.0 aptX a bassa latenza, e possono collegarsi a qualsiasi sorgente, smartphone, tablet, PC o MAC. Il potente DSP interno provvede a mandare il segnale in bassa frequenza a Osci e ad indirizzare tutta la banda audio a un amplificatore per cuffia interno, realizzato con chipset Texas. Dalla cuffia –che ovviamente deve essere per forza a filo- sarà possibile ascoltare il segnale per intero, quindi il suono del basso verrà riprodotto dagli altoparlanti della cuffia, mentre la sensazione fisica sarà ad appannaggio dei driver Osci. Il DSP fa anche da linea di ritardo adattiva, per equiparare il tempo di risposta degli attuatori Osci a quello degli altoparlanti, evitando quindi la spiacevole sensazione di sentire fisicamente il basso in ritardo o in anticipo rispetto alla percezione dell’orecchio. Entrambi i prodotti sono dotati di batteria ricaricabile con connettività USB-C che funge anche da ingresso digitale e bypassa il BT.

Ovviamente Vest e Strap hanno dimensioni completamente diverse. Vest è una sorta di zaino con 6 driver Oshi, due sistemati sulle scapole, 2 sui fianchi e due sul torso. La tastiera di controllo è posta davanti, in posizione comoda per essere raggiunta con la mano, ed è dotata di una batteria con autonomia di 8 ore.

Strap è invece una banda che può essere indossata come una cintura, ha un unico driver Oschi, e conserva sempre una autonomia di 8 ore.

Abbiamo fatto un giro con un Vest e ne siamo rimasti davvero colpiti. Con la musica bisogna tenere molto sotto controllo la quantità di vibrazione, che rischia di essere eccessiva, ma una volta presa la mano il divertimento è assicurato. Con il gaming è davvero riduttivo dire che c’è di che divertirsi. Lo scrivente è appassionato di simulazione di volo, e sentire la botta del carrello di un A320 che atterra, era una cosa che non avevo mai vissuto così in un gioco. E vi lascio solo immaginare cosa vuol dire sparare, correre a cadere, insomma una sensazione di realismo spaventosa. Davvero divertente ! 

Prezzi:

Vest: 349 $

Strap: 149$

Acquistabile solo sul sito www.woojer.com