Gamesurf

Tutti pazzi per Joseph Quinn: 5 motivi per amare l’attore di Eddie Munson in Stranger Things

Bello, ironico, alla mano e sensibile, Joseph Quinn è il chiodo fisso di Internet, il fidanzato e l’amico ideale nell’estate 2022. Ecco cinque momenti che ce lo hanno fatto amare ancora di più.

di Lidia Doardo

Secondo Deadline è uno degli attori più richiesti dell’intero Regno Unito. Il successo lo ha travolto a 29 anni, con alle spalle una manciata di ruoli di secondo piano tra TV e cinema. Difficile aspettarsi un successo così immediato e travolgente, anche quando uno ottiene un ruolo rilevante in una serie seguitissima come Stranger Things. Nella quarta stagione dello show di Netflix Joseph Quinn interpreta Eddie Munson, il leader del gruppo Hellfire Club. Un personaggio che ha conquistato il pubblico grazie alla sua vena metal e alla sua amicizia con Dustin, per cui diventa un eroe e modello di riferimento. Quante lacrime sono state piante per Eddie alla fine della quarta stagione e chissà quanti rimpianti avrà la writing room dello show all’idea di aver deciso di uccidere il personaggio più popolare della nuova stagione.

Diventato l’attore più cercato sul noto motore di ricerca IMDb dall’oggi al domani, Quinn ha dimostrato di essere un giovane uomo alla mano, ironico ma anche sensibile. Le sue interviste, ospitate e apparizioni TV a sorpresa sono diventate virali in men che non si dica. Tutti sono un po’ ossessionati da Eddie e Joseph, tutti vogliono sapere quanto più possibile a riguardo. Un’ossessione senza fine, considerando che in ogni occasione pubblica l’attore si conferma una persona così positiva e piacevole da alimentare ancor di più la curiosità del pubblico.

Ecco 5 motivi per cui amare Joseph Quinn quanto Eddie Munson (se non di più).

1 - Era un fan dei Metallica prima di diventare Eddie

L’epica scena dell’episodio finale di Stranger Things in cui Eddie suona con la sua chitarra elettrica Master of Puppets è diventata il passaggio musicale cult della stagione 4, insieme a Maxine che viene “salvata” da Kate Bush.

Quinn ha suonato sul set il pezzo dei Metallica, in una scena che inizialmente non era nemmeno prevista nella sceneggiatura. A un certo punto i fratelli Duffer si sono trovati in un vicolo cieco: c’era bisogno di distrarre di Demobats, i pipistrelli controllati da Vecna nel sottosopra: come farlo? Uno degli sceneggiatori, Curtis Gwinn, ha suggerito di far suonare i Metallica a Eddie sul tetto della roulotte.

Joseph Quinn si è allenato a suonare la storica hit della band metal - un pezzo tecnicamente davvero impegnativo - sulla sua chitarra elettrica, per fare in modo di potersi muovere in modo credibile sul set. Il risultato lo conosciamo tutti.

L’impresa è stata possibile grazie alla passione musicale di Quinn. L’attore infatti era un appassionato dei Metallica molto, molto prima di ottenere il ruolo. In particolare questo pezzo è stato una sua ossessione per almeno due anni e lo ha provato e riprovato nel suo tempo libero…senza sapere quanto gli sarebbe tornato utile. .

2 - Ha incontrato i Metallica e suonato con loro

Dopo il successo clamoroso del finale di Stranger Things 4 - e il relativo boom di ascolti registrato sulle piattaforme di streaming musicale dal brano Master of Puppets - i Metallica hanno espresso apprezzamento e commozione per l’omaggio di Stranger Things alla loro musica.

La band metal ha dimostrato di aver davvero apprezzato le capacità attoriali e musicali di Joseph Quinn, spingendosi molto più in là di una semplice menzione sui social. Quinn è stato invitato nel backstage di un loro concerto e ha potuto suonare insieme alla band proprio l’attacco del brano con la chitarra elettrica. Per l’occasione i Metallica gli hanno fatto un dono molto speciale: una chitarra elettrica molto simile a quella che suona nella scena finale di Stranger Things. L’attore ha chiesto timidamente ai musicisti se potessero autografargliela, portandosi a casa un cimelio incredibile.

3 - È stato salvato da Eddie anche nella vita vera

La popolarità acquisita come Eddie Munson ha tratto d’impiccio Joseph Quinn in più di un’occasione. L’attore ha raccontato alla sua primissima ospitata in un talk show serale di come Eddie lo abbia salvato da una brutta situazione con la polizia di frontiera.

Durante l’intervista da Jimmy Fallon, Quinn ha spiegato di non aver mancato l’appuntamento in studio per pochissimo, dopo essere stato trattenuto all’aeroporto. Portato nelle stanze sotterranee dove vengono effettuati sgradevoli interrogatori “a campione”, Quinn ha spiegato di essere volato negli States per essere ospite nel programma di Jimmy Fallon. Una risposta sincera che l’agente ha preso come una balla o una provocazione.

Sportosi dalla scrivania vicina, il suo collega ha riconosciuto l’attore, chiedendogli se non fosse Eddie di Stranger Things. Quando Quinn ha risposto di sì, l’agente ha detto al collega che non poteva proprio trattenere Eddie Munson. Prima di lasciarlo andare, il poliziotto gli ha intimato scherzosamente di vedere di non mancare nella quinta stagione.

4 - Un incidente con i fan lo ha portato alle lacrime

Joseph Quinn è una persona molto sensibile e priva di certi atteggiamenti da distaccata star del mondo dello spettacolo. Durante un evento in Brasile in cui ha incontrato centinaia di fan, Quinn si è intrattenuto con ciascuno di loro chiacchierando un po’ e facendo più selfie del previsto, dilatando i tempi previsti per la sua permanenza al suddetto meet&greet. Tanto da venir aspramente rimproverato da uno degli organizzatori, proprio per essersi attardato troppo con i fan. Colpito negativamente da questo atteggiamento, l’attore non ha saputo trattenere le lacrime. Si è in seguito scusato con i fan, che nei messaggi di risposta hanno replicato allibiti che aveva dedicato loro molto più tempo di quanto si aspettassero.

Non è la prima volta che gli capita di piangere in pubblico: è successo anche al London Comic-Con. L’attore non si fa problemi - fortunatamente - ad esprimere le proprie emozioni e ha fatto capire che tanta attenzione lo mette talvolta in difficoltà ed è difficile da gestire.

5 - È ancora più nerd di quanto pensiate

Nemmeno 30 anni e il mondo ai suoi piedi, Joseph Quinn non è interessato a proiettare un allure di star sofisticata, anzi. Ai suoi atteggiamenti alla mano corrispondono passioni da vero nerd che non sente mai il bisogno di nascondere. Oltre a quella per i Metallica, Quinn ha un’altra passione: la trilogia di film di Peter Jackson di Il signore degli anelli. In una domanda secca durante un’intervista a Glass Magazine  all’attore è stato chiesto qualche ruolo sogna d’interpreta in un film remake di un classico del cinema o della serialità. La sua risposta è stata proprio “uno qualsiasi dei personaggi della trilogia del Signore degli Anelli”. Pur di esserci, accetterebbe qualsiasi ruolo, anche non di primo piano.