Switch OLED: abbiamo toccato con mano la nuova console Nintendo

Tiscali GameSurf

Che Switch potesse godere di un aggiornamento hardware era una notizia ormai nell’aria da mesi. In un modo o nell’altro, Nintendo è riuscita a sorprendere anche questa volta. Al contrario di quello che si aspettava una grandissima fetta di pubblico, non avremo un vero e proprio aggiornamento mid-gen in grado di sopperire ad alcuni limiti tecnici che iniziano a venire a galla, ma al contrario, un piccolo (si fa per dire) update strutturale sui dettagli di un hardware che, ancora oggi, vende benissimo.

Stiamo ovviamente parlando di Switch OLED, modello che non andrà a sostituire i due già in commercio, andando ad offrire al consumatore l’offerta “top di gamma” della linea Switch. Il protagonista assoluto di questa versione è indubbiamento lo schermo OLED da 7 pollici. Grazie a Nintendo abbiamo avuto la possibilità di testare la console per circa un’oretta, e possiamo dirvi che l’impatto visivo con il nuovo schermo è davvero devastante. Lo stacco visivo, una volta accesa la console, è davvero brutale e impressionante. Per chi ha già dimestichezza con la tecnologia OLED, non avrà bisogno di grandi spiegazioni. La resa cromatica è molto più naturale, con colori più tenui e meno “sparati”; allo stesso tempo la gestione dei neri è pressoché perfetta, offrendo un balzo - in termini di qualità video - estremamente percettibile.

Abbiamo visto in azione giochi come Mario Kart, Zelda e Mario Odyssey, e possiamo dirvi che sembra quasi che i suddetti titoli acquisiscono una vera e propria seconda pelle aiutati anche da una diagonale leggermente più ampia e immersiva. Tutto questo poi è accompagnato da una dicotomia di colori (abbiamo provato la versione bianca) che rende la console decisamente più elegante e sinuosa di quella originale, trasformandola quasi in un prodotto di design una volta inserita nel dock apposito.

Parlando proprio del dock, anche in questo caso abbiamo potuto apprezzare e notare qualche novità. Innanzitutto abbiamo delle linee più morbide, con maggiore spazio per inserire Switch all’interno del suo vano apposito, e riducendo così il rischio di graffiare lo schermo ogni volta che viene inserita o estratta dal dock. Questa scelta va sicuramente incontro alle richieste della community, ma allo stesso tempo ci lascia qualche dubbio: di fatto la console “balla” un pochino all’interno del dock, e solamente una prova intensiva ci permetterà di capire se può rivelarsi un problema oppure no 

Sempre sul dock troviamo la possibilità di rimuovere completamente lo slot posteriore, così da poter gestire al meglio i cavi, oltre alla già più volte citata porta LAN, mancanza sicuramente importante nella prima versione di Switch. La cosa interessante è che gli attuali possessori di Switch potranno acquistare separatamente la basetta, senza dover obbligatoriamente cambiare Switch.

Tornando alla console, abbiamo qualche altro dettaglio che vale la pena sottolineare. Innanzitutto dite addio alla linguetta che serviva per tenere Switch appoggiata alle superfici. Ora sostituita da una vera e propria “lingua” di plastica che permette non solo più contatto e più stabilità con la superficie, ma anche una maggiore gradazione in apertura. Inoltre, e questo non è un dettaglio da poco, gli speaker sono stati rivisti, e risultano decisamente più grandi e più potenti. “Sparando” l’audio al massimo del volume ci siamo accorti della nettissima differenza rispetto a Switch “base”.

Per chiudere due dettagli che sicuramente vanno annotati nella nostra prova. Il primo riguarda il supporto dei vecchi joy-con con l’attuale Switch OLED, il secondo invece riguarda il peso, che è superiore solamente di 20 gr. Nessun cambiamento invece per la batteria, che rimane uguale a quella dell’ultimo aggiornamento di Switch base datato 2019.

La prova di Switch OLED ci ha convinto. Schermo e design sono sicuramente un valore aggiunto di questo modello, e la differenza rispetto allo schermo di Switch originale è netto ed evidente. Vale la pena saltare dalla Switch attuale a quella OLED? questa è una scelta che solamente il consumatore finale potrà fare, a partire ovviamente dal prossimo 8 ottobre, data di uscita di Switch OLED.