Gamesurf

State of Play Settembre 2022

Sony mostra le sue carte, fra anteprime mondiali e titoli attesi dal pubblico

State of Play Settembre 2022
di Davide Tognon

Due dei maggiori competitor nel settore dei videogame, Sony e Nintendo, hanno curiosamente deciso di trasmettere il proprio show digitale nello stesso giorno. Nintendo ha aperto le danze, con un evento che ci ha riservato novità di assoluto spessore e si è concluso con l'attesissimo nuovo capitolo di Zelda. Sony, dall'altro lato, ha risposto per le rime: un evento che comincia annunciando al mondo Tekken 8 non può certo essere da meno. Questo State of Play non ha portato sui nostri schermi tantissimi titoli, ma la metà di questi è una anteprima assoluta, una percentuale notevole che avrà fatto felici i gamer affamati di novità. Per la chiusura, similmente a quanto fatto da Nintendo, anche Sony ha fatto salire sul palcoscenico uno dei pezzi forti della casa, quel God of War Ragnarök atteso con trepidazione da moltissimi fan.


Tekken 8 - Lo State of Play non poteva iniziare nel migliore dei modi, con l'annuncio in anteprima mondiale di un titolo molto atteso. Tekken 8 era nell'aria: lo scorso mese, nell'ambito di EVO 2022, Bandai Namco aveva accennato al nuovo capitolo della saga, senza tuttavia rivelarlo in maniera esplicita. Il trailer che apre lo State of Play ci dà un assaggio dello Story Mode, che sarà incentrato sulla resa dei conti fra Jin Kazama e suo padre Kazuya. La scena ha un forte sapore cinematico, con una tempesta che infuria alle spalle dei due contendenti, ma gli sviluppatori ci tengono a precisare che non si tratta di sequenze create ad arte, bensì della grafica in-game: il livello qualitativo sarà questo e Tekken 8 girerà a 60 frame fissi. Tekken entra dunque nella nuova generazione e lo fa grazie all'utilizzo dell'Unreal Engine 5. I lavori sono ancora in corso, quindi è prematuro parlare del lancio, che avverrà su PlayStation 5.


Star Wars: Tales from the Galaxy's Edge Enhanced Edition - Il 2023 sarà l'anno in cui Sony lancerà la sua controffensiva sul mercato della realtà virtuale, con PSVR2. L'uscita del nuovo visore sarà ovviamente accompagnata da software dedicato e lo State of Play non poteva fare a meno di darcene un assaggio. ILMxLab, una sussidiaria di LucasFilm (e quindi di Disney), ha originariamente sviluppato questo titolo per Oculus Quest nel 2020. L'ambientazione è ispirata a Star Wars: Galaxy's Edge, un'area tematica che si trova in due parchi americani di Disneyland, situati in California e Florida. La Enhanced Edition sfrutterà le prerogative di PSVR2 e del controller dedicato; questa esperienza in VR è attualmente in sviluppo e verrà pubblicata nel 2023.


Demeo - Un altro assaggio di cosa ci aspetta su PSVR2 arriva da una software house specializzata in titoli in realtà virtuale, la svedese Resolution Games. Anche in questo caso siamo di fronte ad un gioco che è stato già rilasciato sul mercato, per la precisione lo scorso anno. Demeo si prefigge l'obiettivo di trasporre in digitale i giochi di ruolo da tavolo: si tratta dunque di un RPG dungeon crawler, che mette l'accento sulla componente multiplayer. Per il resto, vale lo stesso discorso fatto per Star Wars: attualmente in sviluppo, Demeo arriverà nel 2023 e sfrutterà le caratteristiche di PSVR2, a cominciare dai controlli Sense.


Like a Dragon: Ishin - Lo State of Play sgancia un'altra bella bombetta, annunciando al mondo il remake di uno spinoff della serie Yakuza. Ishin è ambientato nel Giappone del 1867, un periodo in cui la società nipponica è andata incontro a profondi cambiamenti, con la casta dei samurai ormai sulla via del definitivo tramonto. Il protagonista è appunto un samurai, Sakamoto Ryoma, che ha le fattezze del personaggio principale della serie Yakuza, ovvero Kazuma Kiryu. Nel corso del gioco, troveremo altri volti familiari della serie, come quello di Goro, prestati ad altrettanti personaggi di Ishin. La vicenda si svolge a Kyo, una versione fittizia della Kyoto del XIX secolo. Per realizzare questo titolo, Ryo Ga Gotoku Studio si è affidato per la prima volta all'Unreal Engine 4 (anche se non ci dispiacerebbe vederli alle prese col 5, in futuro). Like a Dragon: Ishin verrà pubblicato a febbraio 2023 su PlayStation 4 e 5.


Hogwarts Legacy - L'open world dedicato all'universo di Harry Potter è molto atteso, specialmente se consideriamo che la sua uscita è stata recentemente posticipata al 2023. Questo videogame, sviluppato da Avalanche Software per conto di Warner Bros., offrirà contenuti esclusivi sulle piattaforme PlayStation: allo State of Play viene presentata la missione esclusiva del negozio infestato di Hogsmeade. Madama Mason vorrebbe mettere in vendita l'attività, ma qualcosa non torna e si dovrà venire a capo del mistero, scoprendo gli orrori che si celano al di sotto del negozio. Hogwarts Legacy verrà pubblicato il 10 febbraio 2023 su PlayStation 4 e 5.


Pacific Drive - È tempo di un'altra anteprima mondiale per lo State of Play. Pacific Drive è un misto fra survival in prima persona e videogame di guida, opera prima di Ironwood Studios, team con base a Seattle. La storia del gioco comincia con un terribile errore umano: a partire dal 1955, il governo degli Stati Uniti ha cominciato esperimenti nella zona della costa ovest. Questi esperimenti, come potete immaginare, sono andati decisamente storti e l'area interessata è stata flagellata da radiazioni, che hanno provocato pericolosi fenomeni atmosferici e persino l'insorgere di presenze sovrannaturali. Con la nostra vecchia station wagon, dovremo farci strada all'interno di questa area, conosciuta come Olympic Exclusion Zone. Man mano che avanzeremo, potremo rafforzare il veicolo con nuove parti, il che sarà indispensabile per garantire la nostra sopravvivenza. Pacific Drive uscirà su PlayStation 5 nel 2023; considerando le sue caratteristiche, lo avremmo visto bene anche su PSVR2.


Synduality - Un altro annuncio in anteprima impreziosisce lo State of Play. Bandai Namco lancia una nuova IP, con un setting fantascientifico che ci immerge in un futuro distopico. Nell'anno 2222, una misteriosa pioggia velenosa ha spazzato via buona parte dell'umanità e dato vita a creature mostruose, che vanno a caccia dei superstiti. I pochi rimasti si sono riuniti ad Amasia, una città sotterranea. La nostra razza combatte salendo a bordo dei Cradle Coffin, mech con una discreta potenza di fuoco, costruiti con lo scopo di raccogliere le scarse risorse rimaste. L'umanità non sarà da sola nella sua battaglia, ma verrà spalleggiata dall'intelligenza artificiale chiamata Magus. Il videogame in sé è un third person shooter PvPvE, ovvero dove si affronta sia il computer, sia altri giocatori. In sviluppo da circa un paio di anni, Synduality approderà su PlayStation 5 nel 2023.


Stellar Blade - Il PlayStation Showcase trasmesso un anno fa, fra i molti titoli presentati, mostrava per la prima volta un action fantascientifico prodotto dallo studio coreano Shift Up, chiamato Project Eve. Oggi il nome è cambiato in Stellar Blade: anche qui troviamo un futuro distopico dove l'umanità non se la passa molto bene. L'invasione degli alieni NA:tives ha condotto la nostra razzza sull'orlo dell'estinzione e il trailer dello State of Play esplora ulteriori dettagli della storia, con la maggior parte degli esseri umani che si è ridotta a sopravvivere in un sonno artificiale, stipata in un immenso magazzino di capsule non dissimile da quello dei film Matrix. Per il resto, le sequenze di gameplay sembrano confermare quell'azione appariscente che richiama Devil May Cry o Bayonetta, affrontando nemici con un design ispirato all'orrore cosmico. Stellar Blade invaderà PlayStation 5 nel 2023.


Rise of the Ronin - Ancora un'anteprima mondiale, questa volta da parte di Koei Tecmo. Coincidenza vuole che il titolo in questione condivida molte similarità con un altro annunciato durante lo State of Play, ovvero Like a Dragon: Ishin. Anche qui ci caliamo nel Giappone del XIX secolo, che sta attraversando profondi cambiamenti, fra la fine dello shogunato Tokugawa e l'apertura al mondo esterno (pensate, il gioco di Ryo Ga Gotoku Studio è ambientato nell'anno 1867, questo invece nel 1863). Anche qui il protagonista è espressione di una casta, quella dei samurai, destinata a sparire, residuo di un passato che non avrà più senso di esistere di lì a pochi anni. Rise of the Ronin sarà un action/RPG open world ed è sviluppato da Team Ninja, quindi è lecito aspettarsi grandi cose dal sistema di combattimento. L'uscita è fissata per il 2024 e sarà un'esclusiva console PlayStation 5.


God of War Ragnarök - L'ultimo gioco dello State of Play è anche uno dei più attesi in assoluto sull'ecosistema PlayStation. Il trailer di God of War Ragnarök è incentrato sul rapporto del protagonista Kratos con il figlio Atreus, arrivati in un momento decisivo in cui devono stabilire se vorranno rinsaldare il proprio legame, oppure andare ognuno per la sua strada. Il video si focalizza quindi sulla storia, ma non manca di condividere qualche sequenza di gameplay, condita da quella azione spettacolare che da sempre è il marchio di fabbrica della serie. Ragnarök verrà accompagnato da un DualSense a tema, con una colorazione bianco-blu e decorato dall'effige di due lupi di Midgard, che rappresentano il padre e il figlio. God of War Ragnarök verrà pubblicato su PlayStation 4 e 5 il 9 novembre 2022.