Speciale Big Brain Academy: Sfida tra menti

Big Brain Academy: Sfida tra menti
di Raffaele Gomiero

Nella categoria dei Party Game, ormai si sa, Nintendo ha tutto da insegnare. Dopo i vari Mario Party che secondo noi sono il top della categoria, la grande N se ne porta sul mercato un nuovo party game che strizza l’occhio a Brain Training del Dr. Kawashima uscito nel 2020 per Switch. Come in Brain Training anche qui avremo a che fare con mini giochi, che hanno sì a che vedere con lo stimolo mentale, ma rispetto al gioco del Dr. Kawashima sono molto meno impegnativi, in modo da non puntare tanto sul risultato finale (anche se c’è) ma sul divertimento delle varie prove.

Grazie a Nintendo abbiamo avuto modo di provare il gioco con un paio di giorni di anticipo rispetto all’uscita, ecco il motivo per cui potete leggere già una prima impressione oggi 3 dicembre, giorno di disponibilità del gioco.

In sostanza Big Brain Academy: Sfida tra menti consiste in una serie di vari minigiochi suddivisi in cinque categorie (Intuito, Memoria, Analisi, Algebra e Percezione), dove all’interno di ogni categoria troveremo quattro diversi minigiochi per un totale di venti minigiochi in totale. Ogni categoria metterà alla prova il vostro cervello in diversi modi, tanto per fare qualche esempio concreto, in Intuito dovrete appunto capire/intuire che immagine si rivelerà sullo schermo partendo da un insieme di grossi pixel che andranno a definirsi sempre di più ma mano che passano i secondi, in Memoria dovrete appunto memorizzare numeri o oggetti e poi replicarli nel minor tempo possibile, in Analisi dovrete capire quali forme geometriche eliminare per ricreare una specifica forma, in Algebra dovrete naturalmente dare sfoggio delle vostre abilità matematiche e per finire in Percezione dovrete capire quali oggetti sono rappresentati da varie ombre cinesi.

Questi naturalmente sono solo degli esempi di alcuni giochi per farvi comprendere meglio di che tipologia di giochi affronterete in Big Brain Academy, dove il vincitore sarà quello che riuscirà a dare le risposte corrette nel minor tempo possibile. Parliamo di vincitore per il semplice motivo che oltre a poter giocare tutti i giochi in single player per mettere alla prova le vostre capacità, potrete anche decidere di effettuare sfide multiplayer con amici e componenti della famiglia, fino a un massimo di quattro giocatori, tutti nella stessa stanza.  Con questa modalità (chiamata Party) ogni giocatore avrà in mano un singolo Joy-Con e dovrà utilizzare la levetta analogica e i tasti per compiere le varie scelte, mentre se siamo solamente in due + possibile utilizzare la console con un’interfaccia touch. Una volta finita la partita si avrà il relativo vincitore con tanto di calcolo dei vari punteggi suddivisi in Punteggio Cervellone e Voto Cerebrale, infine vi verrà detto in che cosa è specializzato il vostro cervello (ad esempio memoria/intuito) e in cosa vi sarà consigliato di allenarvi per avere un cervello il più completo possibile. Essendo un gioco rivolto anche alle famiglie, Nintendo ha pensato bene di considerare il fatto che un eventuale bambino piccolo sia fortemente svantaggiato in questi piccoli minigiochi rispetto al fratello più grande oppure ai genitori, ecco il motivo per cui è possibile selezionare il livello di difficoltà dei minigiochi dedicati a ogni partecipante dal più facile al più difficile, in modo che tutti i partecipanti abbiano dei minigiochi di difficoltà equilibrata. Una volta finito il minigioco ci sarà un punteggio per ogni partecipante in base alle risposte corrette e al tempo, in modo da andare a formare una classifica finale. Classifica che ovviamente continuerà in base alle partite successive.  Un’altra cosa interessante è che tutti i punteggi saranno memorizzati nel proprio avatar, che sarà a sua volta assegnato al profilo memorizzato nella console Nintendo Switch, così da avere uno storico nel tempo di tutti i punteggi, i progressi e i miglioramenti ottenuti partita dopo partita.

Fino adesso abbiamo parlato della modalità Party, che secondo noi è indubbiamente la più interessante, ma in totale le modalità di gioco sono quattro: 

  • Party: Fino a quattro giocatori possono competere "mente contro mente" per guadagnare più punti completando rapidamente le attività. Selezionando la difficoltà dalla più facile (per bambini) alla più difficile (Super élite), gli stessi esercizi verranno proposti ai singoli sfidanti già regolati sul livello di abilità scelto. Ogni giocatore può quindi impostare il proprio grado di difficoltà per bilanciare al meglio il terreno di gioco: in questo modo, i bambini possono persino competere contro i loro genitori senza paura di restare indietro! 
  • Stretching mentale: Nella modalità Stretching mentale, i giocatori possono ripetere più volte le attività preferite per guadagnare punteggi e medaglie. Questo è un ottimo modo per migliorare le abilità e avere maggiori possibilità di emergere la prossima volta che si gareggia con amici o familiari. 
  • Esame: In questa modalità, i giocatori vengono messi alla prova in una serie di cinque attività. Alla fine, il Prof. Bilancini presenta il Punteggio Cervellone. L’obiettivo è mirare al punteggio più alto, così da migliorare le proprie possibilità nella sfida tra menti successiva. Test regolari faranno guadagnare monete di gioco, che possono essere utilizzate per sbloccare i costumi per il proprio avatar. 
  • Sfida fantasma: Si possono sfidare i dati di gioco, in forma di Fantasmi, della propria famiglia, o connettersi online per combattere i Fantasmi dei propri amici o di giocatori casuali di tutto il mondo in modalità Sfida fantasma. 

Ogni ricompensa ottenuta nei vari minigiochi e nelle varie modalità potrà essere investita per acquistare accessori per abbellire il proprio avatar, come cappelli, vestiti e quant’altro. Purtroppo non sarà possibile giocare in Party Mode online, nel senso che per giocare contro avversari umani bisognerà fare come una volta: essere tutti nella stessa stanza! Online sarà possibile giocare ma solo contro un Fantasma (Ghost) di un altro giocatore che abbiamo aggiunto alla nostra lista di amici o trovato online. Tale Ghost non è altro che l’incarnazione virtuale del suddetto amico/avversario, con i suoi punteggi e i suoi tempi di reazione, con il quale gareggiare tentando di batterli. Avete presente il classico fantasma in Mario Kart che ripete il giro migliore in un dato circuito? Ecco esattamente la stessa cosa.

Non poter giocare online contro altri avversari è un vero peccato, ma l’apice del divertimento lo si trova senza dubbio con gli avversari tutti nella stessa stanza, molti altri giochi come Mario Party, Smash Bros e Mario Kart  sono la prova inconfutabile di quanto sia diverso avere un avversario in carne e ossa da deridere di fianco a noi rispetto ad averlo online. Oltre a questo Big Brain Academy: Sfida tra menti è il gioco perfetto da giocare durante le festività natalizie insieme a tutta la famiglia, anche con gli amici che potrebbero essere il più lontano possibile dal mondo dei videogiochi.

Big Brain Academy: Sfida tra menti è disponibile già da oggi 3 dicembre a Euro 29.90 e in formato sia fisico che digitale