Gamesurf

Magic: The Gathering - Le Strade di Nuova Capenna

Magic: The Gathering - Le Strade di Nuova Capenna
di Simone Marcocchi

Originalissima idea quella di portare lo stile e l’arte degli anni ’20 dello scorso secolo nel mondo di Magic The Gathering, in un’iconografia a metà strada tra la fantascienza rétro e lo steam punk condito con il fantasy, il risultato non potrà essere banale e i talentuosissimi artisti del gioco di carte ed rpg per eccellenza e le controparti strategiche rispondono e salutano la 92° espansione con un set da ben 467 carte, tutte da scoprire tra le Strade di Nuova Capenna.

IL GRANDE GATSBY E TOLKIEN FINALMENTE INSIEME
Se siete tra gli amanti dei “segnalini +1/+1” iniziate a gongolare perché qui c’è da affilare gli artigli, anche se (coraggiosamente) non si parla principalmente di aure o di appannaggio del solo colore verde dato che si potrà “complottare”, ovvero pescare una carta e scartarne un’altra e se non sarà una terra si innesca il segnalino di cui sopra, utile magari in mazzi combo-mill per il colore blu. Sempre sull’onda dello scarta-carte potrebbe piacervi il “danno collaterale” – usato per vari motivi, naturalmente - ma la capacità di attivare questa abilità sacrificando una creatura con forza pari a “n” (indicato sulla carta) potrebbe creare una copia della magia stessa, e se è il caso della carta “Tagliare le perdite” potrebbe essere la fine della partita.

La comparsa del “Blitz” è un costo alternativo di alcune creature, ma ha bonus e malus, il costo ridotto è interessante, ma alla morte si pesca una carta che andrà sacrificata all’inizio della sottofase finale. L’“alleanza” è un’altra abilità che difficilmente verrà abbandonata in futuro, e che rivedremo certamente. La potenza di quest’ultima è che oltre all’innesco dell’abilità stessa si attiveranno le combo su più creature con “alleanza”, quindi pancia mia fatti capanna. Altra interessantissima novità è il “segnalino scudo” che para una creatura dai danni mortali dato che previene tutto il danno, almeno fino alla rimozione del segnalino stesso, se poi avete con voi una creatura con “attacco improvviso” o “doppio attacco” dovrete impegnarvi per abbatterla (o esiliarla o catturarla o continuare a bersagliarla). Anche l’abilità “nascondiglio” attinge al proprio passato, come nell’espansione Lorwyn con la possibilità di esiliare una carta a faccia in giù e usarla senza pagare il costo di lancio dall’esilio, ma è ora un po’ più difficile l’attivazione della meccanica, ma è giustamente anche estremamente potente.


TERRA PROMESSA
Le terre tri-color non sono alla loro prima apparizione (in senso assoluto), ma queste potrebbero essere tra le più interessanti e saranno bramate dai collezionisti ancor prima di subito. Nessuno ha dimenticato le cinque lande “Trioma” di Ikoria e in questo caso tornano violentemente con le stesse caratteristiche 1:1 (ma con nomi diversi), compreso il “ciclo” per essere eventualmente scartate e pescare altro o la natura di mantenere intatta anche il tipo di appartenza di quelle base che permette combo e ricerca delle stesse ancora più utili.

ALLA GUIDA DEL VEICOLO GIUSTO
L’introduzione in Kaladesh dei veicoli sarebbe stata sprecata senza la possibilità di rivedere una volta in più questi artefatti-mutanti-creature tra l’altro per i più vetusti ce la siamo ampiamente apprezzata in digitale soprattutto in Magic Duels –. Per gli irriducibili tornano anche in questa occasione forse in modo più misurato e meno aggressivo, sperando però che facciano capolino sempre più spesso, dato che è stata una vera ventata d’aria fresca per gli artefatti dai tempi delle “affinità” – nella prima apparizione, giustamente diventata illegale dopo poco, ma di cui conservo orgogliosamente un mazzo ferino -.

CONSIDERAZIONI FINALI
Le Strade di Nuova Capenna aggiunge parecchie meccaniche e mostra interessanti combo per tutti i gusti, considerando che le terre tri-color porteranno gli appassionati e i collezionisti a rivedere le proprie strategie in virtù proprio di queste carte e delle immense possibilità che ne possono derivare. Tornano una marea di abilità e idee già sfruttate in passato, anche se più dosate e contenute, segno che hanno fatto breccia nel cuore di tanti giocatori e che forse in futuro potrebbero guadagnare un palcoscenico costante e tantissime novità tutte da provare, anzi seguiteci su Twitch tutti i lunedì alle 20:00 con il nostro #MagicMonday per vedere tutto dal vivo in Magic Arena.