Blu-ray for Millennials

Il Blu-ray 4K è il miglior mezzo per avere il massimo della qualità audio e video, ecco come mettere insieme i giusti componenti per crearsi il cinema in casa

di Claudio Pofi

Lo scorso 18 novembre presso il cinema Anteo di Milano si è svolto l'incontro Univideo (qui il nostro reportage) volto a dimostrare i tanti vantaggi tecnici di una produzione su disco fisico rispetto a una speculare ma “liquida”, via streaming. Sotto la lente d'ingrandimento il collo di bottiglia della cosiddetta banda larga, che poi tanto larga non è ma che comunque anche nella migliore delle ipotesi resta di un ordine di grandezza al di sotto rispetto a quanto offre un Blu-ray 4K: 15-20 Mb/sec rispetto ai 100 Mb/sec del disco fisico. Ciò si traduce in una perdita spesso anche sostanziale nella tenuta del quadro video, nell'impossibilità di restituire un più virtuoso e fedele quadro d'insieme allontanandosi da quanto concepito dal regista. Perdita di dettaglio, maggiore compressione dinamica e quindi inferiore fedeltà rispetto ai diversi punti luce e gradazioni cromatiche.

Per lo spettatore distratto e superficiale potrà anche bastare, ma chi ama il cinema e lo vuole vivere al meglio in casa propria la soluzione Blu-ray Full HD/2K e ancor di più col Blu-ray 4K resta imprescindibile. Ai Millennials, a tutti coloro che ancora non hanno avuto la fortuna di assistere a un vero spettacolo 4K su Blu-ray o comunque in alta definizione privo dei sopracitati difetti, il messaggio che si può acquistare un componente alla volta per visionare i Blu-ray 4K, fino a mettere insieme un vero e proprio impianto Home Theater.

Anzitutto occorre un televisore (o un videoproiettore) adatto a gestire segnali video UHD (Ultra High Definition) o 4K. Le televisioni 4K sono le più vendute anche in Italia, un parco installato di 74 milioni di schermi 4K nel 2019 e ulteriormente in crescita per via della spinta generata dal passaggio al nuovo digitale terrestre (DVB-T2). Le tecnologie a disposizione per guastarsi al meglio un segnale video 4K sono diverse, la migliore al momento resta la OLED con nero infinito, precisione ed estensione colori che grazie al pannello 10 bit apre a un panorama di oltre 1 miliardo di sfumature. Certo i tv a pixel autoilluminanti sono un po' più costosi, anche se alcuni produttori asiatici hanno recentemente proposto qualche modello a prezzi ancora più interessanti.

Senza puntare troppo in alto quanto a dimensioni, lo spettacolo può essere di notevole impatto a partire da un 55” pollici. Importante ci sia un'offerta la più completa possibile per l'HDR (High Dynamic Range), quell'insieme di informazioni che il tv deve essere capace di elaborare nella forma più ampia: HLG (per le trasmissioni televisive), HDR-10, HDR-10+ e Dolby Vision.

Se poi si volesse ripiegare su sistemi concorrenti rispetto all'OLED si dovrebbe scegliere tra QLED, Nanocell, MicroLED o NanoLED. Tutti i tv 4K lavorano senza problemi su materiale video in ingresso fino alla frequenza 60 Hz, ma sarebbe meglio se almeno un terminale HDMI fosse versione 2.1, aprendo anche a segnali 120Hz e offrendo maggiore fruibilità per i videogiochi di ultima generazione. Se poi ci fosse la compatibilità per VRR (Variable Refresh Rate), ALLM (Auto Low Latency Mode), G-sync e V-sync, il divertimento con le recenti console PS5 e Xbox Series X giungerebbe all'apice.

Senza entrare troppo nel dettaglio, dietro questi acronimi si cela la capacità dell'elettronica del televisore di “sincronizzarsi” al meglio rispetto al segnale video del game in ingresso, evitando spiacevoli difetti come il “tearing”, con l'immagine che si 'spezza' in due. Il tempo di risposta è fondamentale, con un OLED ci si avvicina a 1 ms (millisecondo), risolvendo il ritardo che intercorre tra il momento in cui si impartisce un comando sul joypad e l'esecuzione dello stesso sullo schermo.

Avendo a disposizione un televisore Full HD/2K e non UHD/4K si può sempre pensare di iniziare con l'acquisto di un player Blu-ray 4K, che oltre a migliorare comunque la visione di un qualsiasi disco a partire dal DVD sarebbe pronto all'uso col futuro cambio generazionale dello schermo. I player più economici hanno qualche restrizione, in particolare non dispongono della doppia uscita HDMI. La seconda porta HDMI permette di prelevare l'audio raggiungendo il sintoamplificatore non così recente per l'ascolto multicanale o anche solo stereofonico due canali. Ciò consente di non perdere in qualità video: se il sintoampli disponesse solo di porte HDMI 1.4 il segnale proveniente dal player Blu-ray 4K e dalla porta HDMI 2.0(b) decadrebbe non solo per l'audio ma anche per il video, abbassandosi di risoluzione a 1080p contro i 2160p del 4K. Altra eventuale restrizione sugli entry level potrebbe essere l'assenza della compatibilità HDR-10+ e/o Dolby Vision.

A proposito di connessioni anche il cavo HDMI che collega il player al televisore 4K è importante, prendetene uno già compatibile 8K, sarete certi di disporre di elevata resa tecnica e non rischierete di “strozzare” il segnale video & audio. Un cavo 4K è invece sufficiente riporti esternamente la compatibilità 60 Hz / 18Gbps (l'8K viaggia fino a 48Gbps).

Per l'audio si può iniziare con una soundbar (possibilmente assieme a un subwoofer Bluetooth) aumentando il coinvolgimento emotivo ben oltre quello possibile tramite i diffusori del televisore. Il passo successivo l'acquisto di un sintoamplificatore con compatibilità HDMI 2.1 e codifiche audio anche DTS:X e Dolby ATMOS, aggiungendo poi un numero di diffusori all'interno del locale, sicuramente superiore ai due tipici per l'ascolto stereofonico. Per un vero impianto Home Theater occorrono 1 centrale per i dialoghi, 2 o 4 diffusori (2 laterali e/o 2 posteriori) per gli effetti, 1 eventuale centrale posteriore e 1 subwoofer. Alle configurazioni 5.1/6.1/7.1 canali per la gestione di DTS:X e ATMOS ne servono ulteriori 2 o 4 a soffitto. In alternativa ci sono diffusori anteriori e posteriori da pavimento che includono un elemento direzionato verso l'alto, che attraverso la riflessione sonora ne simula la presenza.

In definitiva il 4K su disco fisico è assolutamente da provare per chi ama il cinema, così come telefilm e concerti, non si accontenta del risultato tecnico dello streaming e vuole uno spettacolo sempre al massimo.

TV 4K

NanoCell LG 55NANO756PR 4K 55” 

55” pollici risoluzione 4K, pannello VA (Vertical Alignment) 3840' x 2160 pixel, Direct LED, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10 e HLG. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, CPU a 4 core, sistema operativo proprietario WebOS 6.0. Wi-Fi bibanda, Bluetooth 5.0, 3x HDMI 2.0, 2x USB 2.0, uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Apple Airplay2, Apple Homekit, Apple TV, ottimizzatore videogiochi, Filmmaker Mode, Amazon Alexa e Google Assistant. Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 123,5 x 77,4 x 23,2 cm (L x A x P) e peso 15 Kg con basi d'appoggio.

Xiaomi Mi P1 4K 50” 

50” pollici LED, risoluzione 4K, 3840' x 2160 pixel, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10, HLG, Dolby Vision. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, CPU a 4 core, sistema operativo Android 10. Wi-Fi bibanda, Bluetooth 5.0, HDMI 2.0 e HDMI 2.1, 2x USB 2.0, uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 1122,7 x 701,2 x 252,5mm (L x P x A) e peso 10,3 Kg con basi d'appoggio.

OLED Hisense Tv Smart 55A8G 4K 55”

55” pollici OLED risoluzione 4K, 3840' x 2160 pixel, 10 bit nativi. Compatibilità con segnali video HDR-10, HLG, HDR-10+ e Dolby Vision. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo proprietario VIDAA U5.0. Wi-Fi bibanda, Bluetooth, HDMI 2.0 e HDMI 2.1 (eARC, ALLM, VRR), 1x USB 2.0, 1 x USB 3.0 uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Alexa e Google Assistant. Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 1226 × 312 × 781 mm (L x P x A) e peso 19 Kg con basi d'appoggio.

Blu-ray Player 4K

Panasonic DP-UB450EG-K 4K 

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale, 2x uscita HDMI 2.0b. Compatibilità HDR: HLG, HDR-10, HDR-10+ e Dolby Vision, gestione profondità colore (Deep Colour / x.v. Colour), Wi-Fi bibanda, USB 2.0. Audio DTS-HD HR, DTS-HD Master Audio, DTS:X, Dolby Atmos, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD. Dimensioni (L x P x A) 32 x 19,3 x 4,6 cm e peso 1,2 Kg.

LG UBK90 4K 

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale, 2x uscita HDMI 2.0b. Compatibilità HDR-10 e Dolby Vision, conversione segnali da SDR ad HDR, gestione spazio colore (xvYCC), compatibile 3D. Wi-Fi, USB 2.0. Audio DTS-HD HR, DTS-HD Master Audio, DTS:X, Dolby Atmos, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD. Smart TV, streaming Netflix e YouTube. Dimensioni (L x P x A) 430 x 45.5 x 205 mm.

Cavo 4K

Cavo 8K HDMI 2.1 

Perfetto per lettori 4K/UHD. Gestione segnali fino a 8K/120 Hz, larghezza di banda massima 48 Gbps. Tripla schermatura, rinforzato, terminali pressofusi garantiscono una durata nel tempo. In 4K il cavo supporta la massima risoluzione con velocità di aggiornamento ultra veloce fino a 3840 x 2160 / 144 Hz. Lunghezza 3 metri.

Cavo 4K HDMI 2.0(b) 

Gestione segnali fino a 4K/60 Hz, supporta qualsiasi segnale audio: 8 PCM, Dolby Digital, DTS, MPEG, DVD-Audio, SACD, Dolby Digital Plus, Dolby ATMOS, Dolby TrueHD, DTS-HD MA e High Resolution. Larghezza di banda fino a 18 Gbps, contatti plug-in placcati oro. Lunghezza 1 metro.

Soundbar

Panasonic SC-HTB400 

Sistema audio 2.1 canali, potenza in uscita (RMS) 160 Watt, tecnologia di connessione con e senza cavo. Bluetooth 4.2, 1x HDMI, 1x USB, ingresso audio digitale ottico. Telecomando. Display LED. Dimensioni (L x P x A) 962 x 120 x 56 mm e peso 3,5 Kg. Montaggio anche a parete.

Yamaha YAS-209 

Sistema audio 2.1 canali, potenza in uscita (RMS) 200 Watt. Ingresso HDMI e ottico. Supporto DTS:X, Wi-Fi 2,4 GHz, Bluetooth 4.2, assistente virtuale Amazon Alexa. Dimensioni (A x L x P) 6,2 x 93 x 10,9 cm e peso 2,7 Kg. Include subwoofer (100 Watt/ RMS) connesso via Bluetooth, tecnologia di connessione con e senza cavo. Dimensioni (A x L x P) 42 x 19,1 x 40,6 cm e peso 7,9 Kg.