Le 7 migliori app antifurto per proteggere un cellulare Android

Vi hanno rubato lo smartphone o l’avete perso? Ecco le soluzioni per recuperarlo

Le migliori app antifurto per cellulari Android
Tiscali GameSurf

Certo, è una evenienza a cui nessuno vorrebbe pensare, ma è fuor di dubbio che potrebbe capitare anche ai più accorti: qualcuno potrebbe rubare il nostro cellulare. Oppure, più banalmente, potremmo perderlo chissà dove. Per questo motivo, è opportuno installare una app che ci consenta di ritrovarlo e, se sospettiamo che sia stato davvero rubato, anche di bloccarlo e cancellarne il contenuto.

Molti sapranno che Google ha già incorporato una feature in Android che si chiama Trova il mio dispositivo. Esistono, però, altre valide app di terze parti che meritano di essere prese in considerazione. Eccole.

1) Trova il mio dispositivo

Per chi non ne fosse a conoscenza, “Trova il mio dispositivo” è una delle migliori app di sicurezza per Android incorporate nel sistema operativo stesso.

Quello che consente di fare è bloccare il telefono da remoto, disconnettersi dal dispositivo e cancellarne del tutto il contenuto. Inoltre consente di vedere su una cartina dove si trovi e di chiamarlo tramite la relativa app.

E se si blocca il cellulare da remoto si può anche scrivere un messaggio, sulla schermata di blocco, che verrà mostrato in permanenza dal dispositivo fino a quando non lo si disabilita.

La feature “Trova il mio dispositivo” è attiva di default, ma sarebbe opportuno verificare di non averla disattivata per errore. Andate su Impostazioni > Google > Sicurezza e toccate Trova il mio dispositivo. Guardate nella parte alta della schermata e verificate che il pulsante sia su On.

Per accedere da web a tutte le opzioni, compresa la mappa che mostra dove si trova il dispositivo, andate su https://www.google.com/android/find?did

In alternativa, si può scaricare la app da https://play.google.com/store/apps/details?id=com.google.android.apps.adm

2) Cerberus

Dopo quella offerta da Google, riteniamo che Cerberus sia la migliore app antifurto per Android disponibile sul mercato. La grande quantità di caratteristiche la rende superiore a quelle della concorrenza.

Ci sono principalmente tre modi nei quali Cerberus protegge uno smartphone: tramite controllo remoto da portale web, controllo remoto con messaggi di testo, e con avvisi automatici.

La app può localizzare e tracciare il cellulare, far partire un allarme sul cellulare stesso, eseguire l’upload del registro delle chiamate e cancellare sia la memoria interna che quella esterna.

Cerberus, inoltre, si assicura che chiunque si sia appropriato dello smartphone debba avere guai seri con la legge. Come? Scattando foto (senza suoni di alcun tipo) e registrando video di chiunque ne sia entrato in possesso, e caricandole sul cloud in modo che le possiate esaminare. Si può persino registrare audio dal microfono.

La app supporta anche delle azioni automatiche. Per esempio, si può far sì che il cellulare si blocchi se viene cambiata la SIM, oppure ricevere istantaneamente una foto se qualcuno digita il PIN sbagliato.

Si può scaricare a questo indirizzo.

3) Anti-theft alarm

Se invece cercate una app molto più semplice dal punto di vista delle caratteristiche, date un’occhiata ad Anti-theft Alarm. E’ una app che fa semplicemente da deterrente antifurto, non ha caratteristiche come la localizzazione del cellulare e la cancellazione da remoto.

Qual è il principio di funzionamento della app? Se qualcuno tenta di spostare il cellulare mentre è in carica, se cade a terra o se gli viene sostituita la SIM, viene generato un suono dal volume molto elevato.

L’allarme si può attivare persino da remoto se ci si rende conto che qualcuno ha rubato lo smartphone. E se il dispositivo è impostato in modalità silenziosa può suonare lo stesso. Una volta attivato, il suono non si arresta senza una password. E cambiare la batteria o la sim non sortirà alcun effetto.

Una panoramica di ciò che può fare Anti-theft alarm

4) McAfee Mobile Security

McAfee è un nome notissimo da anni per il suo celeberrimo antivirus per sistemi desktop. La app per Android contiene, in più, delle caratteristiche per la prevenzione dei furti.

Tra queste ne citiamo una che permette di bloccare il cellulare, un’altra per filmare il ladro e una protezione per impedire che la app venga disinstallata. Se qualcuno prova a digitare per tre volte il codice PIN sbagliato, il cellulare si bloccherà fino a quando il legittimo proprietario non digiterà la password corretta e avrà scattato una bella foto del delinquente.

McAfee Mobile Security possiede inoltre la caratteristica di ricerca del cellulare perduto o rubato. E’ possibile vedere lo smartphone su una cartina, suonare un allarme da remoto, e ottenere una dettagliatissima localizzazione passo per passo.

L’app è disponibile gratuitamente. Per il piano annuale visitare la pagina.

5) CrookCatcher

Questa app permette non solo di recuperare il cellulare, ma dà anche la soddisfazione di beccare il ladro in azione in tempo reale.

Quando qualcuno cerca di sbloccare il telefono digitando il codice sbagliato, la app gli scatta una foto e la invia subito al legittimo proprietario. L’email contiene l’immagine, le coordinate GPS, l’indirizzo stradale (approssimato) in cui si trova il cellulare, e una mappa. Si può anche modificare il numero di tentativi sbagliati consentiti prima che la foto venga scattata e inviata per email.

La differenza principale tra CrookCatcher e le altre app presenti in questa lista consiste nel consumo moderato di batteria. La app si attiva solo se viene digitato un codice sbagliato, non risiede sempre in background.

La app è freeware ma contiene annunci pubblicitari.

6) Prey

E’ un’altra app di tracciamento contro il furto non solo di cellulari, ma anche di notebook, tablet e altri dispositivi.

E’ disponibile sia una versione free che premium. La free consente di tracciare fino a tre dispositivi, ma limitati a una sola zona di sicurezza.

La versione premium (5$ al mese) consente di avere anche il geofencing (una sorta di “recinto virtuale” costruito su una mappa reale), implementare azioni di controllo in una zona, bloccare lo schermo da remoto, inviare messaggi di allarme, tenere un registro delle posizioni, e supportare il tracciamento tramite GPS, triangolazione Wi-Fi e GeoIP.

Sottoscrivendo il piano premium si possono anche cancellare dati e prelevare file da remoto.

7) Where’s My Droid

Questa app è disponibile in versione free e a pagamento. In quella gratuita si può localizzare il dispositivo tramite GPS, si può fare uno squillo, impostare un codice di accesso, cancellare la schedina SD, eseguire un reset di fabbrica e ricevere un avviso nel caso qualcuno cambiasse la SIM.

Il piano premium (chiamato “Elite”) offre altre caratteristiche come lo scatto di foto da remoto in qualsiasi momento oppure quando qualcuno cerca – senza riuscirci – di sbloccare il cellulare, il geofencing, il tracciamento della posizione, la possibilità di impedire disinstallazioni e supporto per dispositivi multipli.

Il piano Elite costa 1$/mese oppure 9$/anno.