Speciale Samsung Galaxy S10

Abbiamo toccato con mano il nuovo top di gamma della linea Samsung
Raffaele GomieroDi Raffaele Gomiero (21 febbraio 2019)

Samsung scopre le sue carte sul prossimo top di gamma della linea Galaxy, organizzando un evento in anteprima dove abbiamo potuto dare una prima occhiata ai prodotti di imminente uscita.

Samsung S10

Dall’annuncio della primissima versione, avvenuto ormai 10 anni fa, Samsung ha venduto oltre 60 milioni di Galaxy. Per rendere omaggio ad uno dei suoi prodotti simbolo, la casa coreana ha arricchito il più recente componente della famiglia di una moltitudine di novità. Innanzitutto la nuova incarnazione del franchise vedrà la luce in quattro differenti: S10, S10+ , S10 Se e S10 5G. Tutte le versioni montano il primo display Infinity-O con tecnologia Dynamic AMOLED, che per la prima volta supporta l’HDR10+ e vanta il miglior rapporto di contrasto su un dispositivo mobile e la certificazione Eye Comfort, che garantisce che il dispositivo emette una minore emissione di luce blu in modo da non affaticare la vista.  Confermato anche il jack delle cuffie  (per cui se volete utilizzare i vostri affezionati auricolari non preoccupatevi, non cambierete abitudini) e il supporto del nuovo standard Wi-Fi 6 che garantisce prestazioni incredibili in termini di trasferimento dati (se collegato a un router compatibile).

Sicurezza innanzitutto

Sotto il display, oltre a tutti i vari sensori è stato installato anche il lettore di impronte digitali ad ultrasuoni che oltre ad essere l’impronta molto più velocemente, riesce a riconoscerne i contorni 3D. Si tratta di un’autenticazione biometrica certificata FIDO Alliance Biometric Component, che garantisce un livello di protezione ancora più elevato.

Fotografia all’avangardia!

La dotazione della fotocamera è naturalmente differente nelle varie configurazioni del Galaxy S10, dove nelle versioni S10 e S10+ ci sono naturalmente gli elementi di  maggior spicco. Entrambi gli smartphone dispongono di tre fotocamere posteriori, due da 12 MP e una da 16 MP con sensore ultragrandangolare in grado di catturare un campo visivo di 123 gradi (quanto l’occhio umano). Questo permette di scattare una foto panoramica con la garanzia che all’interno dello scatto sarà visualizzato esattamente quello che l’occhio umano era in grado di percepire nella stessa situazione. Naturalmente una fotocamera anteriore da 10MP dedicata ai selfie è d’obbligo, ma nell’ S10+ è stata aggiunta un’ulteriore fotocamera da 8 MP per avere più profondità nello scatto selfie. L’intelligenza artificiale la fa da padrone, tanto che è in grado di riconoscere fino a 30 scene di scatto scegliendo automaticamente la migliore a secondo della situazione, questo sia che si sta scattando una foto o registrando un video. Video che saranno girati in 4K HDR 10, vale a dire in alta, altissima qualità, con tanto di stabilizzazione digitale Super Steady per ottimizzare le riprese, sia quelle fatte con la fotocamera posteriore, sia con quella anteriore. Naturalmente l’AI si può disattivare in qualsiasi momento in caso si preferisse editare le foto personalmente.

Condivisione social super-immediata

Grazie a una stretta collaborazione con Instagram, l’S10 può condividere istantaneamente sul social network foto e video appena realizzati, semplicemente selezionando una voce all’interno del menu dii scatto dell’applicazione fotocamera. Il tutto in risoluzione fotocamera nativa e senza effettuare la classica compressione (con relativa perdita di qualità) che avviene condividendo i vari contenuti in maniera tradizionale.

Ricaricami!

Oltre a potersi naturalmente ricaricare wireless, il Samsung S10 può anche condividere la propria carica con altri apparecchi semplicemente appoggiandoli sul retro dello smartphone in questo modo sarà possibile ricaricare altri dispositivi a corto di energia, come ad esempio uno smartwatch o i nuovi auricolari sportivi bluetooth Galaxy Buds. Tale funzione è chiamata Wireless Power Share e siamo convinti che sarà particolarmente apprezzata in molte situazioni. Per minimizzare l’uso della batteria allo scopo di aumentarne l’autonomia, la cpu è stata programmata per ottimizzare automaticamente le risorse, facendo in modo che non si vada a “spremere” lo smartphone quando non ce né effettivamente bisogno. In caso di esaurimento totale della carica (aumentata del 25%) basterà molto meno tempo per una ricarica completa, infatti il tempo di ricarica è stato diminuito del 36% rispetto all’S9.

Configurazioni:

Il Galaxy S10e monta uno schermo da 5,8” con risoluzione Full HD+ a 438 dpi, processore Octa-core 64 bit a 1.9 GHz, 6 GB di RAM, 128 GB di memoria interna espandibili a 512 GB, una batteria da 3.100 mAh e una doppia fotocamera posteriore da 16 MP.

Il Galaxy S10 monta un display da 6,1” con risoluzione Quad HD+ a 550 dpi, processore Octa-core 64 bit a 2.3 GHz, 8 GB di RAM, 128/512 GB di memoria interna espandibile di altri 512 GB, batteria da 3.400 mAh, tripla fotocamera posteriore con doppio OIS da 16 MP e fotocamera anteriore dedicata ai selfie da 10MP.

Il Galaxy S10+ monta un display da 6,4” con risoluzione Quad HD+ a 522 dpi, processore Octa-core 64 bit a 2.7 GHz, 8/12 GB di RAM, 128/512/1 TB di memoria interna espandibili di ulteriori 512 GB, batteria da 4.100 mAH,tripla fotocamera posteriore con doppio OIS da 16 MP e doppia fotocamera anteriore dedicata ai selfie da 10 MP.

Galaxy S10 5G: Si sa veramente poco, ma lo schermo dovrebbe essere da 6,7” Dynamic Amoled e integrare una batteria da 4500mAh.

Colorazioni:

le tre versioni S10, S10+ e S10e saranno disponibili nelle colorazioni Prism White, Prism Black, Prism Green e solamente per l’S10e l’esclusivo giallo Canary Yellow, mentre l’S10+ sarà possibile averlo anche in una configurazione premium con 12 GB di RAM, 1 TB di memoria interna e con le esclusive colorazioni Ceramic Black e Ceramic White (acquistabili solo sul sito di Samsung)

Prezzi:

Galaxy S10e: 779 Euro

6 GB RAM + 128 GB Memoria

 

Galaxy S10:

6 GB RAM + 128 GB Memoria: 929 Euro

8 GB RAM + 512 GB Memoria: 1.179 Euro

 

Galaxy S10+:

6 GB RAM + 128 GB Memoria: 1029 Euro

8 GB RAM + 512 GB Memoria: 1.299 Euro

12 GB RAM + 1 TB Memoria: 1.599 Euro

 

Tutti coloro che preordineranno un qualsiasi S10 sul sito Samsung entro l’8 marzo, riceveranno in regalo gli auricolari Galaxy Buds del valore di 149 Euro 

Galaxy Fold

Si tratta della vera e grande novità di Samsung. Si tratta del primo dispositivo pieghevole della società coreana e naturalmente del mondo, pensate che il suo sviluppo è durato ben 8 anni. Chiuso il display misura le modeste dimensioni di 4,6”, pochi se comparato con quello ben più ampio del succitato S10+. Ma basta sollecitare i lati per farlo aprire esattamente come un libro e avere di fronte un enorme display da 7,3”. Si chiama infinity Flex Display e sfrutta un nuovo polimero che garantisce al tempo stesso flessibilità e solidità, che ha permesso di realizzare un display che è del 50% più sottile rispetto a quelli degli smartphone tradizionali.

Sotto la copertina del libro si nasconde un hardware di prim’ordine: processore Octa-core da 7nm, 12 GB di RAM, 512 GB di memoria e addirittura due batteria che insieme contano ben 4380 mAh. Se avete letto che il nuovo S10+ monta 5 fotocamere e siete rimasti impressionati, pensate che il Galaxy Fold ne monta addirittura 6. Come sono suddivise? Presto detto: 3 fotocamere posteriori (1 da 16 MP e due da 12 MP dedicate e grandangolo e teleobiettivo), due frontali rispettivamente da 10 Mp e 8 MP e una sulla cover da 10 MP. Anche l’audio farà la sua parte, aprendo lo schermo il suono sarà riprodotto in stereo da entrambi i lati, esattamente come avviene sui tablet di ultima generazione.

Belle le fotocamere, bello l’hardware ma ancora di più il software che lo gestisce. Aprendo il Galaxy Fold sarà possibile aprire sul suo ampio display ben 3 applicazioni contemporaneamente, consentendo un multitasking davvero di un’altra generazione. In qualsiasi momento sarà possibile passare istantaneamente una delle tre applicazioni nella porzione di schermo principale, senza perdere di vista i contenuti delle altre due.

Prezzo:

Ufficialmente non è stato ancor annunciato ma dovrebbe aggirarsi sui 2.000 dollari. Cominciate a risparmiare o preparatevi psicologicamente a firmare un contratto di svariati anni di fedeltà al vostro operatore telefonico di fiducia.

Disponibilità: 3 maggio

Piccolo grande wearable

Galaxy Buds

I nuovi auricolari bluetooth sono senza dubbio i compagni ideali per il nuovo Galaxy S10 (ma funzionano anche sugli altri smartphone), sono leggeri, comodi da indossare e la qualità audio è garantita da AKG by Harman Kardon. Oltre a poterli ricaricare via wireless semplicemente appoggiandoli sul retro del Galaxy S10 e condividendone la carica, si possono utilizzare anche per accedere all’assistente vocale Bixby impartendogli ordini (anche in italiano), mentre stiamo camminando tranquillamente. Doppio microfono per migliorare la qualità di chiamata e sensori di prossimità che riconoscono se abbiamo inserito gli auricolari nelle orecchie connettendoli automaticamente allo smartphone.

Prezzo: 149 Euro 

Galaxy Watch Active

Rinnovato nello stile, il nuovo Smartwatch Galaxy Watch Active si presenta con un design privo di ghiera, ce trasmette eleganza e compattezza. Grazie all’ app My BP Lab è possibile monitorare la propria pressione sanguigna, il livello di stress e anche registrare tutta l’attività fisica effettuata. Display AMOLED da 1.1”,4 Gb di memoria interna, batteria da 230 mAh che – teoricamente – dovrebbe garantire di arrivare senza problemi a fine giornata e resistenza all’acqua fino 5 atmosfere.  A sorpresa è compatibile anche con i dispositivi iOS e supporto l’assistente vocale Bixby, sportify e molte altre App.

Sarà disponibile nei colori Silver, Black, Rose Gold e Sea Green

Prime impressioni

Tanti prodotti, tante innovazioni e una rinfrescata a dispositivi già conosciuti che non guasta mai. Samsung si è confermata ancora una volta un’azienda che mischia insieme design, tecnologia e innovazione per tirare fuori dal cappello dispositivi davvero di ultima generazione.

Le prime impressioni sul Galaxy S10 sono senza dubbio più che ottime, del resto sarebbe stato difficile ottenere il contrario con un dispositivo top di gamma di questo livello. Prendendolo in mano trasmette stabilità, a livello di software ci è sembrato estremamente reattivo e la fotocamera molto prestazionale. Non abbiamo potuto effettivamente provare il discorso della condivisione su Instagram, ma cercheremo di farlo in futuro con una prova dedicata, stesso discorso per quando riguarda la stabilizzazione dei video.le nuove colorazioni sono accattivanti e il fatto di avere a disposizione ben 1 TB di memoria (più altri 512 con la scheda MicroSD) rafforza la convinzione di poter racchiudere la nostra vita digitale all'interno di un unico dispositivo. Peccato il prezzo elevato della configurazione top di gamma, ma ormai, con gli anni, non è più una sorpresa.

Purtroppo non c'è stato il primo contatto con il  Fold, ma possiamo fare alcune considerazioni sulla base di quello che abbiamo visto durante il live streaming. Sicuramente il punto di forza è il fatto di avere uno schermo da 7,3” sempre con sé, piegato quando ci servono solo poche ed indispensabili funzioni come whatsapp o fare il controllo dei vari social quando siamo sull’autobus in piedi o comunque in una situazione non stabile (esattamente come un qualsiasi smartphone in sostanza), ma non appena siamo stabili e comodi (bus, treno, aereo) possiamo aprire tutto lo schermo per guardarci una serie tv, scrivere una nota, effettuare lavori smart e naturalmente giocare, facendolo davvero alla grande. Peccato per il prezzo veramente alto, ma del resto si tratta del primissimo prodotto con questa tecnologia, per cui poco non sarebbe mai costato, però se guardiamo bene si tratta di “solamente” 500 Euro in più di un dispositivo attuale come tipologia e proposto in configurazione top di gamma. Stiamo parlando naturalmente dell’S10+.

Belli e inaspettati anche i dispositivi wearable, impreziositi da funzioni secondo noi ormai indispensabili per le varie categorie, come la resistenza all’acqua (smartwatch)e i sensori di prossimità (auricolari). Tutto sommato il prezzo egli auricolari non è neanche elevato considerando che in commercio ci sono auricolari simili e meno performanti (sulla carta) che costa considerevolmente di più.

Samsung Galaxy S10
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215597
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215596
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215595
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215594
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215593
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215592
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215591
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215590
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215589
Samsung Galaxy S10 - Immagine 215588

Samsung Galaxy S10

Samsung Galaxy S10 cover
  • Categoria: Smartphone
  • Produttore: Samsung
  • Uscita: 8 marzo 2019
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
X-men: Dark Phoenix
X-men: Dark Phoenix

Un breve ripasso del franchise in compagnia degli attori protagonisti

Aladdin

3

Aladdin

Missione compiuta, Mr. Ritchie

Rocketman
Rocketman

Ormai è Biopic-Mania e questa volta è il turno di Elton John

Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma

11

Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma

Quando Guerre Stellari tornò al cinema 20 anni fa

L' Angelo del Male - Brightburn
L' Angelo del Male - Brightburn

E se Superman fosse stato malvagio?