Speciale Razer Sila

Router ad alte prestazioni in stile Razer
Simone RampazziDi Simone Rampazzi (11 dicembre 2018)

I prodotti Razer entrano nelle case dei videogiocatori ormai sempre più di frequente, proponendo una serie di periferiche pensate apposta per il gaming senza compromessi, accontentando al contempo diversi livelli di budget. Nel corso degli anni il colosso americano ha segnato diversi punti sul tabellone dedicato al panorama di settore, ritagliandosi una fetta sempre più grande di utenza alla ricerca di un compromesso tra spesa e performance fuori dal comune. Dopo mouse, tastiere e cuffie di ogni tipologia, Razer ha deciso di conquistare altri settori importanti del mondo videoludico: quello mobile con il Razer Phone e quello legato alla connettività con Razer Sila.

Razer Sila - Immagine 6

La domanda sorge quindi spontanea, ovvero, in che modo una periferica del genere può cambiare la nostra vita multimediale casalinga in meglio? Soprattutto al netto di un prezzo relativamente elevato?

Un Router per domarli tutti

La vita quotidiana e l'avanzamento sintomatico delle tecnologie, come delle abitudini, ci ha posto di fronte a una nuova inversione di tendenza che prevede la rete internet come un vero must da avere in casa. Al posto di spendere soldi per una nuova lavatrice “intelligente”, o un frigorifero sempre pronto a calcolare le nostre razioni prima di fare la spesa, la maggior parte degli utenti guarda spesso in che modo l'abitazione può collegarsi alla rete. E non si parla solo di connettersi, anzi.

Si cerca di andare a fondo con i contratti telefonici, cercando il più possibile di ottenere la massima resa per ogni tipologia di attività da svolgere. Download, upload, gigabit, streaming, lag e molto altro. Un vocabolario di terminologie ormai legate al quotidiano, ognuna legata a doppia mandata con il supporto ai “migliori” servizi forniti dai provider per mezzo di un'apparecchiatura standard. Grazie a Sila, Razer cerca di rispondere a queste necessità convogliando la conoscenza maturata nel settore della connettività, proponendo così un router tri-band capace di supportare fino a 400Mbps sulla rete da 2.4GHz, 1733Mbps sulla prima rete 5GHz e 866Mbps sulla seconda (chiaramente a seconda della vostra connessione base).

Razer Sila - Immagine 1
Razer Sila - Immagine 2
Razer Sila - Immagine 3

In soldoni, il dispositivo cerca di gestire al suo interno la piena potenza del segnale arrivato dal modem, eliminando un qualsivoglia fenomeno di lag grazie alle tecnologie all'avanguardia montate al suo interno, che vantano per la connessione Wi-Fi la presenza di nove antenne dedicate accompagnate da quattro porte ethernet con supporto alla connessione Gigabit e due porte USB (una 2.0 e una 3.0) per mettere in condivisione i contenuti multimediali presenti su chiavette o hard-disk esterni dedicati.

Il bello è che a livello di installazione il dispositivo fa quasi tutto da solo, inizializzandosi autonomamente e segnalandoci grazie led montato sotto il logo Razer l'avvenuta connessione per mezzo della colorazione verde. Il resto è facile e intuitivo, fattore secondo noi apprezzabilissimo a livello di gestione, poiché grazie a una app scaricabile su iOS e Android (o la webui attivabile in un secondo momento) il dispositivo è facilmente configurabile da chiunque e permette l'accesso a diverse funzioni interessanti che vedremo tra poco.

Una volta configurato il dispositivo, Razer Sila comincia a individuare i dispositivi connessi alla rete, regalandoci una panoramica in tempo reale non solo della tipologia del dispositivo connesso (marca, modello, indirizzo IP) ma anche il traffico in tempo reale effettuato dal medesimo. Potremo in questo modo verificare come la rete viene distribuita equamente tra i dispositivi connessi, grazie alla tecnologia interna di gestione del traffico denominata FasTrack che può essere settata manualmente per ogni sfera di interesse che ci serve al momento.

Per i test abbiamo utilizzato due dispositivi connessi allo stesso momento, separando le attività di streaming video (tablet) e gaming online (XBOX One S) grazie alla console interna del Sila, che permette di settare la priorità applicazione scegliendo per il primo il servizio apposito di streaming, mentre per il secondo abbiamo optato per il servizio di gioco online. Facendo dei rapidi test attaccati separatamente alle due diverse reti (quella standard casalinga e quella del Razer Sila) abbiamo notato un aumento esponenziale della qualità di connessione per la seconda, dovuta proprio alla gestione interna del dispositivo che sceglie i canali Wi-Fi più liberi, tecnologia multi-canale ZeroWait DFS, per garantire una connessione a piena potenza. 

Va anche sottolineato che il Sila sfrutta la tecnologia Beamforming, in pratica un servizio pensato per indirizzare la propagazione delle onde verso il dispositivo richiedente di connessione, evitando così di “sprecare” potenza di segnale verso direzioni “inutili” da coprire. Ovviamente via cavo la situazione resta invariata, sinonimo del fatto che Razer ha lavorato ottimamente per gestire il dispositivo per tutti gli utilizzi.

Razer Sila - Immagine 4
Razer Sila - Immagine 5

Se poi questo genere di soluzioni non dovesse bastare, ma dubitiamo fortemente, allora il tool remoto permette anche di gestire una Modalità Gioco, pensata ovviamente per dedicare completamente la banda al gaming più spinto, evitando al contempo fastidiosi fenomeni di lag o perdita pacchetti durante le partite.

Avevamo scritto poco sopra del fatto che Sila può essere gestito, parlando del Wi-Fi, in due modi differenti: o si mantiene un unico canale di connessione autogestito, oppure si separano i due canali creando il 5GHz e il 2.4GHz. Come alcuni dei lettori immaginano, il primo canale è più potente ma copre molto meno ampiezza a livello di segnale, mentre il secondo è relativamente più lento come qualità di connessione, però garantisce un'ampiezza di raggio di connessione molto più ampio.

Arrivati alla fine di questa disamina importante sovviene il solerte quesito a cui sicuramente starete pensando tutti: un router del genere, al prezzo di listino di 299€, vale l'acquisto? La risposta al momento cammina su una sottile linea rossa, in equilibrio tra due aspetti piuttosto importanti. Dal nostro punto di vista esistono soluzioni casalinghe che oltre a potenziare il vostro segnale di rete, distribuendolo inoltre a diverse parti di casa, vi consente di connettere ogni dispositivo di casa vostra senza perdere troppa banda (parliamo del Covr, recensito sulle nostre pagine qui). Ma se invece non avete altri strumenti a disposizione, una casa ben distribuita a livello di mura portanti e tante console a disposizione, allora il Sila fa al caso vostro, sia per un discorso di gestione che per un discorso di longevità del prodotto.

Razer Sila con la sua fascia di prezzo alta cerca di rivolgersi a un target preciso di videogiocatori, interessato sicuramente a ottenere ottime prestazioni, ma anche ad occupare la propria scrivania con un oggetto di pregio. Possibile chiedere di più? Forse no, ma occhio al prezzo. La qualità si paga!

Razer Sila

Razer Sila cover
  • Categoria: Router
  • Produttore: Razer
Empire
Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

Recensione episodio 8x02

Future Man

1

Future Man

Viaggi nel tempo e fantascienza in una serie tv che non si prende sul serio e gioca con le citazioni pop

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

Recap Episodio 8x01

Il Trono di Spade
Il Trono di Spade

Le fan theories più assurde e... probabili sul finale di una grande serie

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

L'ottava ed ultima stagione è ormai alle porte

Empire
Avengers Endgame

9

Avengers Endgame

Fine dei giochi?

The Silence
The Silence

Un cast d'eccezione ma poca sostanza per il nuovo horror targato Netflix

Star Wars Episodio IX

9

Star Wars Episodio IX

Analizziamo il trailer e scopriamo qualche teoria.

Avengers Endgame

1

Avengers Endgame

Le differenze tra l'avventura cartacea e il film

Men in Black International

1

Men in Black International

Fantascienza che sa far ridere!