Speciale One Plus 7 e 7 Pro

La nostra prova del top di gamma dal prezzo competitivo
Raffaele GomieroDi Raffaele Gomiero (23 maggio 2019)

OnePlus 7 Pro: il top di gamma dal prezzo competitivo

Come già detto in precedenza i nuovi OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro recentemente presentati a Londra sono il top di gamma dell’azienda cinese di proprietà della BBK Electronics. Già disponibile nella versione Pro, gli utenti che vorranno invece avvalersi del modello “standard”, dovranno attendere il prossimo mese di Giugno. Ed è proprio del modello di punta dell’azienda di Shenzhen che vogliamo parlarvi in questo articolo. All’interno della confezione troviamo ovviamente lo smartphone, una cover in silicone trasparente, un robusto cavo USB Type-C e un caricabatteria rapido Warp Charge. 

One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 2

Il design

Esteticamente il OnePlus 7 Pro si presenta davvero bene, ci ha subito colpito il display Optic Amoled FHD+ da 6.67”, che grazie alla fotocamera a scomparsa permette una visione davvero full screen. Qualitativamente parlando si tratta di un display Fluid AMOLED formato 1.5:9 con risoluzione QHD+ a 3120x1440 pixel a 516 ppi.  Bordi sottili arrotondati e rivestimento in vetro e metallo lucido. Un vetro che grazie a un buon trattamento oleofobico risulta ben visibile, senza i segni delle fastidiose ditate, anche all’aperto con giornate molto assolate.  Le colorazioni disponibili sono Mirror Gray, Nebula Blue e Almond. Il sample arrivato in redazione aveva la colorazione Nebula Blue, senza dubbio la migliore disponibile a nostro parere.

Materiali di pregio e form factor esteticamente ottimi, ma che rendono il dispositivo un po' complicato da governare con una sola mano. Dimenticatevi quindi di poter utilizzare il One Plus 7 Pro senza la sua custodia in silicone per garantirvi una presa stabile e un utilizzo senza pericolosi “scivoloni”.

Analizzando i comandi, troveremo il bilancere del volume sul lato sinistro e un selettore su quello destro dedicato alle modalità suoneria/vibrazione/silenzioso. Salta all’occhio immediatamente la mancanza del jack da 3.5 per le cuffie costringendoci a optare per gli auricolari Bluetooth. Fortunatamente OnePlus stessa ne propone un ottimo modello, ma di questo parleremo più avanti.  A livello costruttivo lo smartphone resiste ad acqua e polvere, anche se non è in possesso della certificazione IP, mentre il vetro inoltre è un indistruttibile Gorilla Glass 5.

One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 3

Dietro lo specchio

Il processore che muove tutto è un Octa-Core Qualcomm Snapdragon 855 a 2,84 GHz, affiancato da una GPU Adreno 640 a cui è affidato il compito di gestire tutta la parte grafica e, ovviamente, gaming. Le configurazioni di memoria RAM e di archiviazione, come avete letto dalla scheda tecnica, sono molteplici. Il sample in prova era equipaggiato con 12 GB di RAM e 256 GB di memoria d’archiviazione UFS 3.0 2-LANE. In sostanza: una scheggia. Le applicazioni e i giochi più pesanti si sono aperti istantaneamente e non siamo incorsi in alcun tipo di rallentamento anche di fronte alle applicazioni più esigenti dal punto di vista hardware. ma con una configurazione del genere ci saremmo decisamente stupiti del contrario.

One Plus ha anche pensato all’utenza che esige il massimo delle prestazioni durante le sue sessioni di gaming, implementando il Fnatic Mode. Si tratta di un menu che si apre appena si fa partire un gioco e ottimizza CPU, GPU e RAM per il gaming. Inoltre permette di bloccare le chiamate in entrata, le fastidiose notifiche che comparirebbero sullo schermo ed contiene anche altre impostazioni volte a farci godere al massimo le nostre pause dal mondo esterno. Notevole anche il sistema di raffreddamento liquido implementato in questo modello, che impedisce di fatto i fastidiosi surriscaldamenti derivanti proprio dalle lunghe sessioni di gaming, o da un utilizzo prolungato dello scambio dati wireless. 

Anche la nuova versione di Android 9.0 Pie con le integrazioni UI Oxygen 9.5 risponde molto bene, inoltre i 90 Hz di refresh del display si godono con immenso piacere, facendoci apprezzare una più che piacevole fluidità. Difficile tornare indietro. Molto soddisfacente l’interazione e la scrittura a tastiera, la vibrazione che conferma il tap è morbida e piacevole, pregio che sarà particolarmente apprezzato anche dal punto di vista gaming.

Tutta l’autonomia è affidata alla batteria da 4000 mAh e a un caricabatteria Warp Charge 30 da 30W di potenza, capace di ricaricare il 50% della batteria in 20 minuti. L’autonomia supera ampiamente una giornata di uso intensivo, quindi potete anche non essere conservativi nel suo utilizzo. Finalmente anche in uno smartphone avremo l’audio stereo, grazie all'altoparlante inferiore e superiore con qualità Dolby Atmos.

One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 4

Foto da urlo

Il comparto fotografico del OnePlus 7 Pro è sicuramente tra i migliori sul mercato, e questa è stata forse la sorpresa più bella di questo smartphone. I sensori dedicati alla fotocamera posteriore sono tre; un Sony IMX586 48 MP con apertura focale di 1.6, un teleobiettivo 78 mm da 8 MP, f/2.4 e un terzo sensore da 16 MP ultra grandangolare da f/2.2 in grado di scattare foto a 117°. Istantaneo l’autofocus, gradita la modalità Ritratto e davvero pregevole quella Nightscape, in grado di ottenere foto spettacolari anche in condizioni di scarsa luminosità.

Passando alla camera frontale dedicata ai selfie, ci ritroviamo alle prese con una camera che scompare completamente all’interno della scocca del telefono, al riparo dagli urti, permettendo la visione full screen accennata in precedenza, ma dando anche quel senso di insicurezza tipico quando si ha a che fare con un qualcosa di meccanico che si muove centinaia di volte al giorno. Per tranquillizzare l'utenza, OnePlus ha testato la sua fotocamera a sessioni da 300.000 sblocchi, un numero irraggiungibile nel normale utilizzo quotidiano.

Se invece decidiamo di utilizzare il velocissimo sblocco a riconoscimento facciale (0,53 secondi) il discorso è ben diverso. Uno studio che ha analizzato gli internet trends del 2018 è giunto alla conclusione che in media si sblocca il telefono circa 150 volte in un giorno. Facendo un rapido calcolo possiamo concludere che abbiamo davanti circa 5 anni di sblocchi sereni. Pochi? Non crediamo, anche perché non sono molte le persone che tengono più di 5 anni un telefono, ma nel caso rientraste nel gruppo questo non vuol dire che allo scadere del quinto anno la fotocamera si debba rompere subito.

Inoltre non dimentichiamo che si può anche impostare lo sblocco tramite impronta digitale, in questo caso reso più veloce e con una superficie di contatto più ampia del 30%. Se il tema della rottura vi opprime e temete le cadute accidentali, anche da questo punto di vista potete stare tranquilli, non appena lo smartphone rileva che è in caduta istantaneamente ritrae la camera in sicurezza. In modalità video il OnePlus 7 Pro registra in 4K fino a 2160/60p, anche se purtroppo attivandosi solamente una camera risulta un po' “zoppo”. Tanto per essere chiari: non è possibile usare il grandangolo e neanche lo zoom ottico, solamente quello digitale. Peccato davvero. 

One Plus 7 e 7 Pro
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219277
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219276
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219275
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219274
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219273
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219272
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219271
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219270
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219269
One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 219268

OnePlus 7: anche il più piccolo non scherza

Come detto anche in apertura di speciale, la versione PRO è accompagnato dal suo fratellino minore OnePlus 7 Standard, che come vedete esteticamente è identico al OnePlus 6T: bordi sottili (ma non curvi), notch a goccia come da trend di mercato che circonda la fotocamera frontale da 16 MP f/2.0 e vetro antigraffio. Facendo un confronto tra i due membri della famiglia, in questo caso abbiamo solo due sensori dedicati alla fotocamera posteriore; un Sony con OIS da 48 MP con apertura focale di 1.7 e uno da 5 MP dedicato all’ottimizzazione delle immagini sulla profondità di campo. Vale la pena sottolineare che a parte qualche piccola differenza di opzioni (nel 7 standard non c’è la possibilità di zoomare a 3x con la fotocamera frontale per esempio) la fotocamera posteriore da 48 MP e quella anteriore da 16 MP sono le stesse della versione Pro, quindi da questo punto di vista abbiamo a disposizione un comparto fotografico da top di gamma. Batteria da 3700 mAh leggermente meno performante del fratello maggiore, ma anche lei in grado di far arrivare lo smartphone a fine giornata senza problemi.  Oltre che alla fotocamera anche CPU e GPU sono identiche alla versione Pro, ne consegue che anche lui non avrà il minimo problema in termini di performance. 

Auricolari OnePlus Bullets Wireless 2

In occasione del lancio della OnePlus 7 Series, l’azienda ha annunciato un’altra importante novità: gli auricolari OnePlus Bullets Wireless 2. Si tratta di auricolari Bluetooth di elevata qualità, realizzati con una struttura in tre parti e che integrano  due piastre mobili in ferro Knowles per un’eccellente qualità nella riproduzione degli alti, insieme a una bobina mobile GoerTek per i medi e i bassi. La sincronizzazione è immediata e una volta effettuata, basterà sganciare gli auricolari dalla loro presa magnetica e infilarli, per essere immediatamente operativi. Sensazionale l’autonomia promessa da OnePlus, si parla di 40 ore di riproduzione continua. Come tipologia di cuffie Bluetooth, stiamo parlando di un modello in-ear con i due auricolari collegati da un filo e due pesi che le mantengono stabili al collo. Tutti i comandi sono all’interno di un piccolo telecomando a filo vicino all’auricolare sinistro. Nel realizzare il design dei nuovi Bullets Wireless 2, OnePlus è stata ispirata dalla spirale del Nautilus, con il guscio esterno da una solida struttura in metallo e da curve lisce e delicate. Gli OnePlus Bullets Wireless 2 sono già disponibili al prezzo di 99,00 Euro. 

One Plus 7 e 7 Pro - Immagine 1

In definitiva

Il OnePLus 7 Pro è stata una piacevole sorpresa, sia dal punto di vista fotografico che da quello di autonomia e prestazioni. Le foto sono bel delineate e i colori si saturano al punto giusto, inoltre le differenze che si percepiscono attivando la funzione Ritratto e Nightscape sono più che evidenti. Dal punto di vista prestazionale, come avete dedotto dalla nostra prova non c’è il minimo segno di esitazione, inoltre la funzione Ram Boost apprende i principali utilizzi del telefono e le relative app e alloca la memoria ottimale necessaria. Purtroppo entrambi i modelli presentano alcune mancanze, per alcuni non saranno un problema eccessivo ma altri potrebbero lamentarsi: la mancanza dell’espansione di memoria MicroSD, la ricarica wireless e del jack cuffie da 3.5. Intendiamoci, se siete abituati ad utilizzare cuffie Bluetooth non è un problema, ma i fedelissimi delle cuffie a filo tradizionali (specialmente quelli in possesso di una cuffia di alta qualità) potrebbero storcere il naso.

La mancanza della MicroSD è sicuramente una delusione per chi è abituato a portarsi dietro GB di file di musica e film, decisamente i contenuti più impegnativi in termini di spazio. Ma se non siete tra quelli nella versione a 256 GB avrete tutto lo spazio necessario. Come avete visto il prezzo è estremamente competitivo, altro punto a suo favore rispetto ai top di gamma di brand ampiamente più affermati e dalle prestazioni simili se non, in alcuni casi, decisamente inferiori sebbene di poco. Nota positiva anche per gli auricolari, la cui struttura robusta li rende comodi anche se indossati tutto il giorno e bastano appena 10 minuti in carica per avere 10 ore di ascolto. In conclusione possiamo sbilanciarci con una certa sicurezza affermando che il OnePlus 7 Pro è uno dei migliori smartphone disponibili sul mercato e il suo prezzo di qualche centinaio di Euro inferiore ai modelli super performanti dei brand più noti gli farà acquisire non poco favore di pubblico. Il nostro, intanto, se lo è già aggiudicato. I prezzi? 

OnePlus7 con 128 GB di memoria e 6 GB di RAM: 559 €

OnePlus7 con 256 GB di memoria e 8 GB di RAM: 609 €

 

 

One Plus 7 e 7 Pro

One Plus 7 e 7 Pro cover
  • Categoria: Smartphone
  • Produttore: One Plus
  • Uscita: 21 maggio 2019
Empire
Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

Empire
I morti non muoiono
I morti non muoiono

Jarmusch e zombi: un binomio perfetto

Pets 2 - Vita da Animali
Pets 2 - Vita da Animali

Tornano i nostri animali domestici preferiti!

X-men: Dark Phoenix

2

X-men: Dark Phoenix

Il canto della Fenice

Arrivederci Professore
Arrivederci Professore

L'attimo fuggente di Johnny Depp

Una mostra per Stanley

1

Una mostra per Stanley

Tutto il genio di Kubrick esposto alla Stanley Kubrick - The Exhibition