Speciale Croce e delizia

L'incontro con il cast
Ylenia PolitanoDi Ylenia Politano (25 febbraio 2019)

Se qualcuno avesse dei dubbi sulle scene di “baci” tra Bentivoglio e Gassmann abbandoni ogni incertezza: “Quando ho visto insieme Alessandro e Fabrizio, il mio timore che non fosse credibile una storia tra i due personaggi è svanito subito. Uno dei due ha dato un pizzicotto all’altro e la complicità è stata immediata, facendo scomparire i miei timori” spiega il regista Simone Godano alla stampa: “Volevo raccontare una storia che fosse si una commedia ma con forte impianto emotivo” prosegue “ed i temi che si affrontano sono tanti, l’omosessualità, lo scontro sociale, il giudizio dei figli verso le scelte dei genitori, i conflitti famigliari. Ma fondamentalmente il comune denominatore è l’amore, l’accettazione dell’”altro”.

Croce e delizia - Immagine 4

L’atmosfera di gioco e complicità tra il cast è tangibile, ognuno affezionato al proprio personaggio, tutti d’accordo nel raccontare che sul set diversi momenti sono stati intensi e di grande condivisione, visti i temi trattati, comuni a tutti, chi da figlio, chi da genitore, chi da entrambi.

“Ho accettato perché nel lavoro cerco sempre nuove sfide, qualcosa che mi faccia vibrare, e leggendo il copione ho sentito che Tony era il tipico personaggio “patata bollente” e non ho avuto dubbi” racconta  Fabrizio Bentivoglio. “Io ho pensato subito che volevo interpretare Carlo, perché Tony, a parte che non lo avrei mai fatto bene come Fabrizio, ha un’estrazione simile alla mia, e sarebbe stato troppo familiare per me, invece così ho dovuto lavorare su altri toni, attaccarmi alla romanità di Sandro/Filippo (Scicchitano, ndr) spiega Gassmann.  

Croce e delizia - Immagine 5

Jasmine Trinca – che ci ha messo parecchi mesi a sciogliere le riserve – era attratta dalla scelta del regista di farle interpretare un personaggio complesso ma da commedia, ruolo in cui riesce a far emergere infatti una leggerezza che raramente altri personaggi le hanno regalato.  “Io da spettatrice amo la commedia, e quando Simone mi ha proposto questo ruolo sono stata rapita dalla sua determinazione a lavorare anche sul mio lato comedy e stravolgere la mia ‘tipologia’”, racconta l’attrice. Filippo Scicchitano ammette di aver lavorato sulla pura immedesimazione: “Come avrei reagito se fosse successo a me? Sicuramente sarei rimasto sconvolto, e come Sandro, amareggiato dal fatto che mio padre non avesse condiviso con me qualcosa di così importante”.

“Il personaggio di Fabrizio, Tony, era molto ‘croce’ e meno delizia, sebbene poi emerga – ha proseguito Gassmann – il mio era molta ‘delizia’ e poco croce, essendo onesto, quasi ingenuo, spontaneo. Quindi bisognava dargli un po’ di croce…..e l’hanno fatto laziale” .  Un cast affiatato che ha dato vita ad una commedia intelligente e delicata, contro ogni forma di omofobia e paura del diverso.

Croce e delizia

Croce e delizia Cover
  • Regia: Simone Godano
  • Produzione: Warner Bros. Entertainment Italia, picomedia
  • Nazionalità: Italia
  • Distributore: Warner Bros. Pictures
  • Sceneggiatura: Giulia Steigerwalt
  • Genere: Commedia
  • Durata: 100 min.
  • Data di uscita: 28 febbraio 2019
  • Cast: Alessandro Gassmann, Fabrizio Bentivoglio, Jasmine Trinca, Filippo Scicchitano, Rosa Diletta Rossi, Lunetta Savino, Fabio Morici
Empire
The Big Bang Theory

5

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
La Bambola Assassina

4

La Bambola Assassina

Finalmente un horror più intelligente che sanguinolento

La mia vita con John F. Donovan
La mia vita con John F. Donovan

Tanta retorica nel debutto Hollywoodiano di Xavier Dolan

Rapina a Stoccolma
Rapina a Stoccolma

La vera storia sulla nascita della famosa sindrome

Toy Story 4
Toy Story 4

Giocattoli on the road!

I morti non muoiono

2

I morti non muoiono

Jarmusch e zombi: un binomio perfetto