Speciale Amazon Alexa

Anche Amazon arriva sul mercato degli assistenti vocali
Carlo PicardiDi Carlo Picardi (6 dicembre 2018)

È finalmente arrivata da Amazon la versione italiana dei dispositivi con Alexa integrata. La gamma Echo si compone di una serie di altoparlanti intelligenti che vanno dal più piccolo echo dot, all’echo e echo plus, passando per l’echo spot, con display integrato. Questo genere di dispositivi, conosciuti come "assistenti vocali" realizzano, almeno in parte, il sogno di tutti gli amanti della fantascienza cresciuti con Kirk e Picard che non hanno mai preso un mouse in vita loro ma hanno semplicemente impartito i comandi con il suo ausilio della voce.

Abbiamo passato qualche settimana in compagnia di un Amazon Echo. Echo si connette all’Alexa Voice Service per riprodurre musica, rispondere alle domande, chiamare, controllare dispositivi per Casa Intelligente, leggere le notizie, dare le previsioni del tempo e molto altro”. 

Bisogna dire che Amazon ha fatto un ottimo lavoro dal punto di vista del design, riuscendo a dare all'Echo, più che al suo fratello inferiore Echo Dot, un aspetto degno di essere perfettamente integrato nei nostri ambienti domestici come un qualsiasi complemento d'arredo. Il dispositivo ha la forma di un elegante cilindro alto 15 cm, di circa 9 cm di diametro, rivestito di un elegante tessuto color antracite (disponibile anche nelle varianti grigio chiaro o mélange). Gli unici pulsanti sono sulla parte superiore, dove troviamo il pulsante Azione, i due per il volume e quello per escludere il microfono. La parte superiore del cilindro è contornata da un anello luminoso che si illumina in diversi colori sia per indicare l’interazione con Alexa che il livello del volume. Infine in basso in posizione defilata troviamo l’uscita AUX per da 3,5mm, utile per connettere l’Echo ad un dispositivo esterno, e la presa per l’alimentatore da 21W, incluso nella confezione. Come sistema di connessione senza fili sono presenti invece il Bluetooth ed il Wi-Fi. 

Amazon Alexa - Immagine 1

Una volta smontata la cover, troviamo un concentrato di tecnologia:  un woofer con cavità downfiring da 63mm e un tweeter con cavità upfiring da 16 mm.(in pratica sono messi in verticale, uno di fronte all’altro) assieme ad un processore dolby per assicurare un audio omnidirezionale a 360°, mentre ben 7 microfoni assieme alla tecnologia di beamforming e ad un sistema di riduzione del rumore permettono al sistema di rilevare i nostri comandi vocali da qualsiasi posizione nella stanza (anche dalle stanze adiacenti, a dire il vero),  anche mentre stiamo ascoltando della musica. 

Una volta posizionato l’Echo e collegato ad una presa di corrente (no, purtroppo non è dotato di sorgente di energia autonoma), dobbiamo scaricare e installare sul telefonino o sul tablet l’applicazione Amazon Alexa (disponibile sia per Ios che per Android) indispensabile per poter configurare (e sfruttare al massimo) il dispositivo. L’installazione si è rilevata problematica su Android, con istruzioni lacunose, mentre tutto è filato liscio installando l’applicazione su un Ipad pro. Una volta configurata la necessaria connessione ad una rete Wi-Fi (Alexa è un sistema basato sul cloud Amazon) il sistema è pronto per essere usato.

A questo punto basterà pronunciare “Alexa” (ma ci sono anche altri "trigger" d'attivazione) per rendere operativo il dispositivo. L’anello alla sommità del dispositivo si illuminerà di blu per indicare che Echo è pronto ad eseguire i nostri comandi vocali.

Amazon Alexa - Immagine 2

Senza stare a dilungarci troppo, le possibilità sono quelle offerte dal servizio Alexa di Amazon, omologo dell’Home assistant di Google Home. E’ in pratica un assistente virtuale, alla pari di Siri, Cortana o Google Home, con cui possiamo comunicare usando un linguaggio naturale. Possiamo quindi chiedergli di riprodurre musica specificando genere e brani, collegandoci a Spotify, Amazon Music, o TuneIN, ascoltare una stazione radio, farci dare le ultime notizie piuttosto che l previsioni del tempo o le informazioni sul traffico, chiedere informazioni, farci leggere un libro da  Kindle unlimited o Prime reading, comandare i dispositivi per Casa Intelligente compatibili (luci, serrature, interruttori, termostati ecc.), il tutto attraverso soli comandi vocali, come quando sul telefonino usiamo i comandi vocali di Siri o “Ok Google”.

Inoltre si può chiamare vocalmente chiunque abbia un dispositivo Echo (o video chiamare usando echo spot), oppure si possono mandare messaggi vocali o di testo ad altri dispositivi Echo (o echo compatibili o che usino l’app Alexa)  o connettersi direttamente con altri Echo presenti in casa con la funzione drop.in

Un aspetto davvero molto interessante implementato sui sistemi Echo è quello relativo alle Skill. Attraverso il sistema di skill è possibile aggiungere nuove funzionalità al sistema, personalizzando maggiormente le sue funzionalità verso i nostri bisogni. Ad esempio ci sono skill per le ricette di cucina (Giallo Zafferano), per la guida TV, per farci leggere le ultime notizie (Repubblica, Ansa, Radio 24 ecc.), comandare nuovi dispositivi etc. Il sistema delle skill è completamente aperto e dedicato anche a chi non ha esperienza in fatto di programmazione avanzata, così da invogliare l'utente più curioso e intraprendente a sviluppare esso stesso delle skill che possano essere utili a sè stesso o alla community.

Durante i nostri test abbiamo avuto modo di sperimentare come il sistema sia abbastanza reattivo e distingua correttamente la nostra voce anche se sta riproducendo musica, se noi siamo lontani, o stiamo semplicemente bofonchiando. I comandi vocali sono abbastanza intuitivi, e ci hanno permesso di fare un po’ di tutto, dal comandare il sistema di illuminazione di casa al farci svegliare la mattina con gli AC-DC, dal farci leggere le ultima notizie, l le previsioni del tempo o un libro digitale al gestire le liste delle cosa da fare ed al farci ricordare gli impegni della giornata. Tutto questo senza mani ma solo usando i comandi vocali. Buono l’audio delle chiamate vocali con i contatti della nostra rubrica in possesso di un echo, e comoda la possibilità di chiacchierare a mani libere, senza perdita di qualità, mentre siamo magari impegnati in altre attività in giro per la stanza. Grazie al protocollo IFTTT possiamo anche "concatenare" alcuni comandi, programmando il dispositivo per l'esecuzione di una serie di attività in risposta ad un nostro comando vocale. Ad esempio abbiamo creato un trigger che al nostro comando "Alexa, sono a casa", accende le luci del soggiorno, solleva la serranda e mette in esecuzione una specifica playlist di Spotify. E' da specificare che, attualmente, il supporto IFTTT di Alexa è sicuramente indietro rispetto alla sua controparte Google e alcune cose potrebbero non essere così semplici da configurare, quindi mettete in conto una buona dose di pazienza.

Amazon Alexa - Immagine 3

Dal punto di vista della musica abbiamo trovato molto comoda la possibilità di interagire con servizi come Spotify o AMAZON music, con uno streaming stabile e senza incertezze, e di poter sentire musica diversa in ogni dispositivo presente in casa realizzando una specie di filodiffusione (metal in bagno mentre facciamo la doccia, classica in camera da letto per svegliarsi rilassati e pop in cucina mentre facciamo colazione).  ma si è rivelata sotto le aspettative la qualità sonora.  I brani riprodotti mostrano dei problemi nelle medie frequenze, evidenti soprattutto nei suoni di chitarra, e mancano di impatto. Comunque il volume è sufficiente per sonorizzare una stanza di medie dimensioni e non distorce neanche ad alti volumi. Anche sfruttando la possibilità di accoppiare due Echo in stereo le cose non migliorano e anzi forse peggiorano dal punto di vista della resa spaziale confinando il suono tra i due Echo. Per una migliore qualità sonora è meglio indirizzarsi sull’Echo Plus, magari accoppiato al subwoofer sempre di casa Amazon. 

Sul fronte del rispetto della privacy c'è da dire che, assicura Amazon, il dispositivo è, si, in ascolto costante, ma si attiva solo al comando diretto e in alcun modo non registra o diffonde le vostre comunicazioni private. Ad ogni modo ogni componente dell'ecosistema Echo ha un tasto apposito che disattiva il microfono in ingresso, rendendolo di fatto una "semplice" cassa bluetooth.

Dopo un paio di settimane di test su Alexa Echo, possiamo dire che ci troviamo di fronte ad un ottimo primo passo di Amazon nei confronti dei sistemi di controllo per la domotica. Echo è un dispositivo capace di interfacciarsi praticamente con tutti i prodotti attualmente sul mercato per la casa intelligente e il software a corredo consente di guardare con ottimismo al prossimo futuro. In America Amazon ha già fatto uscire una nuova serie di dispositivi che estendono il concetto introdotto dagli Echo, che speriamo di vedere presto anche in Italia. Rimane qualche dubbio sul fronte musicale, dove sicuramente esistono migliori prodotti sul mercato ma è altrettanto vero che chi si rivolge ad Alexa Echo non è un audiofilo incallito alla ricerca della perfezione uditiva. E la privacy? Amazon, così come Google, rassicura sull’assoluto rispetto dell’utenza e del resto esiste sempre la possibilità di risolvere il problema alla radice disattivando il microfono ma c’è ancora chi guarda dispositivi come questi come un’invasione del proprio perimetro personale. A voi la scelta ma per noi Alexa è un bel pollice alto.

Amazon Alexa
Amazon Alexa - Immagine 213267
Amazon Alexa - Immagine 213266
Amazon Alexa - Immagine 213265
Amazon Alexa - Immagine 213264
Amazon Alexa - Immagine 213263
Amazon Alexa - Immagine 213262
Amazon Alexa - Immagine 213261
Amazon Alexa - Immagine 213260
Amazon Alexa - Immagine 213259
Amazon Alexa - Immagine 213258

 

Amazon Alexa

Amazon Alexa cover
  • Categoria: Assistente Vocale
  • Produttore: Amazon
  • Uscita: 1 ottobre 2018
Empire
Le Terrificanti Avventure di Sabrina

2

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

Bentornata Sabrina! Più horror, più latino ma soprattutto... più Satana

Netflix

1

Netflix

Siete di nuovi su Netflix? Eccovi qualche consiglio..

Sharp Objects

1

Sharp Objects

Due omicidi, una giornalista tormentata e una tranquilla vita di provincia...

Empire
Il testimone invisibile
Il testimone invisibile

Un thriller italiano (ma in realtà spagnolo) carico di tensione

The Old Man & The Gun
The Old Man & The Gun

L'ultima prova attoriale di Robert Redford è un film che incornicia la sua splendida carriera

Alita: Angelo della Battaglia
Alita: Angelo della Battaglia

Trenta minuti di Alita e tutta la storia del manga

Amici come prima
Amici come prima

Boldi e De Sica tornano insieme sul grande schermo, ma la sceneggiatura non li aiuta

Alpha - Un'amicizia forte come la vita
Alpha - Un'amicizia forte come la vita

Un film natalizio Paleolotico