Gamesurf

Society - The Horror – Recensione dell'edizione Blu-ray Limited Edition

1000 copie numerate per il folle splatter-horror Society, che segnò l'esordio dietro la cinepresa di Bryan Yuzna. Distribuzione Koch Media per la collana Midnight Factory

Society - The Horror – Recensione dell'edizione Blu-ray Limited Edition
di Claudio Pofi

Society narra le vicende di una ricca e altolocata famiglia che vive in una grande villa immersa nell'agio di Beverly Hills. Il giovane Bill (Bill Warlock) non è mai veramente riuscito a identificarsi e integrarsi completamente all'interno del nucleo dei propri consanguinei. Un'esistenza con una facciata da sogno dietro la quale giace un luogo orrendo e oscuro, che rischierà di travolgerne mente e corpo.

Apologo assoluto del consumismo e caustico affresco di certa parte della classe più abbiente (non solo) statunitense, segnando l'esordio dietro la cinepresa del regista di culto Bryan Yuzna. Il film è diviso in due parti irregolari con identità contrastanti. All'inizio Bill sembra perso nell'affascinante Beverly Hills, dove le belle ragazze non vedono l'ora di farsi rimorchiare. Il racconto poi cambia marcia, con aberrazioni e distorsioni sempre più incomprensibili della realtà, e dopo eventi drammatici evolve verso una narrazione ancora più surreale e grafica. Il ricco che fagocita il povero (comunque il diverso) qui non è solo metafora della realtà, ma il devastante e grottesco affresco che entra in scena nell'ultima parte.

In un crescendo di elementi grafici l'orrore più disturbante rivela il lato cannibale di individui che una volta spogliati della propria retorica facciata si rivelano per essere autentiche aberrazioni. L'intera opera è pervasa da un crescente livello di disagio tra perversioni, eccessi ed elementi demenziali a completare un quadro di nefandezze morali e simboliche, pronte a esplodere in uno dei climax horror entrato negli annali del genere. Tra le opere più personali e autoriali di sempre del maestro Yuzna, Society resta imprescindibile racconto senza tempo e immancabile appuntamento per gli amanti del suo cinema più viscerale.

Splatter in alta definizione

Girato su pellicola 35 mm di cui non è dato sapere la sensibilità ASA, la grana lascia l'impressione di impiego di stock 200/250 ASA senza apparente intervento di filtri digitali. Il film venne realizzato in epoca lontana da qualsivoglia ingerenza di computer grafica, attraverso l'incredibile lavoro di straordinari artigiani che hanno dato vita a effetti di make-up da Oscar. Risultato visivo che fu strabiliante anche per la presenza del make-up artist Screaming Mad George, che contribuì ad alcune delle soluzioni più originali e inquietanti di sempre. Formato immagine 1.78:1 prossimo all'originale 1.85:1 (1920 x 1080/23.97), codifica AVC/MPEG-4 su disco BD-50 doppio strato. Siamo di fronte a un master di notevole fattura a risoluzione 2K, ovvero quello Arrow supervisionato dallo stesso Yuzna. Stabilità, saturazione colori, luminosità e contrasto per uno spettacolo visivo mai così elevato e superiore a qualsiasi precedente produzione Home Video. Buono il livello dei neri, dettaglio che risalta ulteriormente in presenza di schermi di grandi dimensioni.

Non trascurate la lingua inglese

Traccia audio DTS-HD Master Audio italiano 2.0 che restituisce un panorama sonoro più che dignitoso, nonostante gli evidenti limiti di materiale datato e che già all'epoca non beneficiò di chissà quale trattamento tecnico. La traccia inglese è speculare come formato ma un gradino sopra con una più marcata stereofonia, da non perdere per cogliere diverse battute e sfumature dei dialoghi. Entrambe le tracce sono a 24 bit.

Alla scoperta della produzione

In questa Limited Edition da 1.000 copie numerate sono inclusi extra da sballo per compiere il più completo ed esaustivo viaggio alla scoperta della realizzazione di una delle più complesse produzioni a cui Brian Yuzna abbia mai partecipato. Sul primo disco c'è il commento al film del regista. Sul secondo disco un esclusivo incontro con Yuzna ripercorrendo la memoria della produzione (50'). Focus sui primi anni di cinema di Yuzna (16'), Q&A del 2014 con il regista che offre approfondimenti sulla produzione e diversi piani di lettura (37'); riflessioni di Yuzna il giorno della premiere del film a Londra nel 1989 (2'). Ovunque sottotitoli in italiano.

Incluso libretto di approfondimenti testuali a cura di Nocturno editore e una cartolina da collezione con la riproduzione di uno dei poster statunitensi. L'edizione Arrow estera aggiunge ulteriori focus tra cui l'incontro con il creativo Screaming Mad George che tanto contribuì alla messa in opera del make-up.