Gamesurf

Shadow Tactics: Aiko's choice - Recensione

Il Giappone feudale tra ninja e strategia

di Fabio Fundoni

Chi ama la strategia conosce bene il nome del team di sviluppo Mimimi, talentuoso studio tedesco che ci ha regalato perle come Desperados 3 e Shadow Tactics: Blades of the Shogun. Proprio quest’ultimo è arrivato su personal computer e console nel 2016 riportando in auge la strategia in tempo reale tanto cara a titoli storici come quelli appartenenti alla saga di Commandos. Una visuale isometrica e un manipolo di uomini squisitamente caratterizzati con specifiche abilità, per compiere missioni stealth in mappe ricolme di nemici ed elementi da utilizzare a proprio favore per sgattaiolare nell’ombra e assestare colpi letali. D’altro canto Shadow Tactics ci riporta nel Giappone feudale tra ninja e samurai: quale ambientazione migliore destreggiarsi tra uccisioni silenziose e armi letali? Dopo l’ottimo episodio principale, arriva su PC il DLC intitolato Aiko’s Choice che pone l'obiettivo su Aiko, la kunoichi (controparte femminile dei ninja) che si ritrova a dover fare i conti con il proprio passato.

Aiko's Choice è una espansione che inizia la propria narrazione esattamente dove era finito il capitolo principale inserendo un nuovo nemico, la terribile Lady Chiyo che scopriremo essere più vicina di quanto pensassimo alla congiura contro lo Shogun che abbiamo appena sventato. Aiko’s Choice è un prodotto stand alone e può essere giocato senza che si debba possedere il primo Shadow Tactics e, senza troppi problem,i riuscirete a raccapezzarvi nelle dinamiche del manipolo di eroi in difesa dello shogun. Sei nuove missioni che poi in realtà risultano essere meno, in quanto alcune sono davvero brevi o solo narrative, ma decisamente ben congeniate e sviluppate su mappe piene di pericoli. Inizieremo la.nuova avventura utilizzando solo alcuni dei nostri protagonisti, ma con il passare del tempo riusciremo a riformare la squadra al completo. Ogni personaggio ha caratteristiche specifiche, sia dal punto di vista fisico che da quello delle abilità speciali. Ognuno di essi potrà, quindi, affrontare in modo univoco le diverse situazioni, così da creare un grande ventaglio di opzioni nel raggiungimento del nostro scopo. L'unica via da evitare è quella dell'assalto diretto che, tolti alcuni casi specifici, ci porterà rapidamente verso il game over. 

La vittoria è per il samurai che non ha mai smesso di lottare

Per prima cosa si osserva bene l'ambiente, dopo si studiano le routine degli avversari e solo a quel punto possiamo iniziare a studiare una strategia tra tutte le varie opzioni disponibili. Partiamo dal concetto che se siamo una squadra, evidentemente non possiamo sperare di farcela utilizzando un solo personaggio, sebbene inizialmente qualcuno dei nostri sembra avere una marcia in più e una maggiore versatilità. Serve collaborazione e coordinazione, il tutto sfruttando un sistema che permette di selezionare azioni per ogni personaggio e, con un apposito comando, farle compiere nel medesimo momento. Per fare un semplice esempio, pensate di distrarre una guardia lanciando un sasso mentre un vostro compagno sfrutta il momento per sgattaiolare dietro le linee nemiche. Questa è una semplice ipotesi, perché in game potrete sfruttare un mare di combinazioni: passare sui tetti? Nascondersi sott’acqua? Cercare minuziosamente di eliminare ogni possibile pericolo? Aspettare il momento propizio per correre lontano dallo sguardo nemico? Questi sono solo degli esempi, perché una volta iniziata la partita vi renderete conto di quante variabili avrete a disposizione.

Il livello di difficoltà, sappiatelo, non è affatto semplice e proprio per questo Aiko’s Choice offre un graditissimo sistema di salvataggio e caricamento rapido della partita che vi sarà utilissimo per non spaccare la tastiera di rabbia dopo aver subito l’ennesimo game over. Armatevi di pazienza: come il titolo principale, anche Aiko’s Choice è fatto per chi cerca un gameplay ragionato e sappiate che è in grado di donare gioie grazie a un ottimo bilanciamento. Quando troverete il modo per superare una situazione spinosa, non potrete fare altro che godervi il successo ottenuto, ben consci che solo la vostra intuizione e la vostra intelligenza saranno state le armi capaci di farvi esultare. Il tutto è “condito” con una resa tecnica direttamente figlia dell’uscita del 2016, quindi gestibile da tantissime configurazioni, e lo sfruttamento di una grafica in cell shading rende il gioco ancora oggi piacevolissimo da vedere. Tocco di classe? La scelta di inserire le voci anche in giapponese, una soluzione perfetta per calarsi in questo affascinante mondo. Se pensate di avere la pazienza e la disciplina di un vero samurai, unita all’astuzia di un ninja, non dovete assolutamente farvi scappare Aiko’s Choice!

8,5
Aiko's Choice è l'espansione di Shadow Tactics: Blades of the Shogun che stavamo aspettando. Qualche bug non mina il valore del DLC (giocabile anche senza avere il titolo principale), ma deve essere chiaro che siamo davanti a un prodotto adatto unicamente a chi ha tanta pazienza ed è in cerca un'esperienza di gioco ragionata, dove non c'è alcuno spazio per l'improvvisazione. Ricordatevi inoltre che non ci sono innovazioni nel gameplay, se non per qualche elemento marginale, motivo per cui, dopo cinque anni dall'uscita del capitolo originale, qualcuno potrebbe storcere il naso. Al netto di tutto questo, Aiko's Choiche convince pienamente e ci ha fatto divertire (e imprecare) per tante ore ponendosi come nuovo oggetto del desiderio per chi ama la strategia!