Recensione The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu

Questi non sono i Sims che state cercando...

di Andrea Casetti

Nell’anno in cui festeggiamo il ventesimo compleanno della saga The Sims (per chi non lo sapesse, il simulatore di vita quotidiana creato dalla fervida fantasia degli sviluppatori di Maxis) era lecito aspettarsi un regalo degno di nota. E quale occasione migliore per offrire un viaggio intergalattico, magari visitando il pianeta di Batuu? L’idea di far ulteriormente fruttare i diritti di Electronic Arts sul franchise di uno dei brand cinematografici più longevi ha quindi portato a questo The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu, un game pack che si ispira alla magica atmosfera della creazione di Gorge Lucas, ma che vuole anche essere un tributo al Galaxy Edge, l'area del parco Disneyland inaugurata l’anno scorso.

Una volta aggiornata la versione del gioco principale a mezzo del contenuto aggiuntivo, sarà quindi sufficiente impugnare il proprio smartphone e selezionare la voce “Prenditi una vacanza” per essere proiettati su Batuu. Siete pronti? Andiamo, quindi!

Scelta oculata delle missioni 

Al vostro arrivo a Batuu come prima cosa vi consigliamo caldamente di recarvi alla Taverna di Oga per farvi raccontare dagli alieni locali (che tra l’altro sono canonici Sim addobbati a dovere con i costumi tipici della saga Star Wars) tutto ciò che riguarda la nuova ambientazione. Sarà qui che realizzerete come questa location sia suddivisa in tre aree distinte, l’Accampamento della Resistenza, il Quartiere del Primo Ordine e l’Avamposto della Guglia Nera, zone popolate rispettivamente dai Ribelli, dai Stormtrooper e dalle Canaglie.

Man mano che procederete nell’avventura verrete spinti a scegliere una delle fazioni, scelta che potrete concretizzare portando a termine delle missioni al fine di incrementare il vostro gradimento da parte di una particolare fazione (verosimilmente a scapito delle altre). Portare a termine le missioni, inoltre, permette di sbloccare ricompense, oggetti rari ed abiti, il pane quotidiano per ogni collezionista.

Continuando a portare a termine missioni e accumulando così un sufficiente livello di gradimento potrete anche incontrare i leader delle fazioni, i quali vi assegneranno missioni speciali, di importanza cruciale per il destino del pianeta. Va comunque detto che le missioni sono poco impegnative e il gioco è piuttosto permissivo nel lasciarvi la facoltà di tornare sui vostri passi e decidere di passare al servizio di un’altra fazione, semplicemente completando alcune missioni opportunamente selezionate.

Caratterizzato 

Le aree sono piuttosto ben caratterizzate: l’Accampamento si trova all’interno della foresta, dove i ribelli hanno modo di riposare e organizzarsi nei loro attacchi contro il Primo Ordine. Non mancano chicche come la Torretta DF.12 Com e il caccia ALA-X-T-70 per la gioia degli appassionati della serie.

Il quartiere del Primo Ordine invece si configura come una sorta di caserma dove il tenente Agnon fa percepire il clima tipico della dittatura mediante il dispiegamento di una vera e propria legione di soldati. Tra le altre cose avrete modo di visitare il deposito di druidi e lo Shuttle TIE Echelon, il classico mezzo di trasporto per merci e armamenti.

Infine nella Guglia Nera troviamo l’Avamposto, che risulta essere il quartiere principale del gioco, quello più complesso e maggiormente interattivo, dove troverete dimore, taverne, negozi e l’immancabile Millenum Falcon che potrete esplorare a vostro piacimento.

Girovagando tra i vari quartieri avrete modo di accumulare rottami (magari rovistando qua e là) e guadagnare crediti galattici, che si riveleranno utili per acquistare un droide o una spada laser, gadget da non farsi scappare, data l’ambientazione. 

Insomma, il gioco è intriso di peculiarità e dell’atmosfera che farà felici gli appassionati della saga, mentre il poter intraprendere amichevoli duelli con gli altri residenti a mezzo delle spade laser, oltre a rappresentare un ottimo metodo per acquisire punti abilità, rappresenterà la classica ciliegina sulla torta.

Ricordino dal luogo di villeggiatura 

Oltre a quanto la nuova ambientazione propone, ovviamente non dovrete dimenticare di prendervi cura dei bisogni primari del vostro Sim, come già imparato a fare nel gioco principale.

Peccato solo per la limitata possibilità di interazione con le ambientazioni (eravamo stati abituati molto meglio in passato) e per un quantitativo di contenuti che non vi sorprenderà certamente.

E come accade per ogni vacanza, anche in questo caso arriverà il momento in cui vi toccherà tornare a casa, ma in questo caso potrete portarvi appresso tutti gli oggetti sbloccati a Batuu, compresi spada laser e droide, che possono diventare parte del vostro arredamento nella vita comune di The Sims 4.

7
The Sims 4 Star Wars: Viaggio a Batuu unisce il mondo di The Sims con quello fantastico di Star Wars creando un’atmosfera davvero suggestiva in cui girovagare col vostro Sim. Tuttavia si tratta solo di un altro game pack come Gita all’Aria Aperta, il quale offre un nuovo scenario in cui girovagare, ma non introduce alcuna aggiunta al gioco di base, come avveniva invece in altri Expansion Pack.