Recensione K60 RGB Pro: finalmente una tastiera perfetta per il gaming e per il lavoro

Recensione K60 RGB Pro: finalmente una tastiera perfetta per il gaming e per il lavoro
Tiscali GameSurf

Il primo impatto con la nuova tastiera nata in casa Corsair è forse delle più estranianti: vi aspettate la classica tastiera un po’ “cafona”, ormai classica nella produzione legata al gaming, invece ti trovi davanti ad una tastiera dal basso profilo in alluminio, elegante e soprattutto non di quelle che fanno un baccano incredibile. Niente “click” che alla lunga possono entrare nel cervello e portare alla follia ma al contrario una digitazione che potrebbe anche essere accettata all’interno di un affollato ambiente di lavoro (chi vi scrive ha dovuto più volte sorbire le ire dei colleghi e compagni di scrivania).

Anzi, al primo utilizzo la K60 RGB Pro può quasi sembra un prodotto distante dall’universo dei gamers: niente cavo cordato, tastiera dal click “duro”, corsa non altissima. E’ un prodotto che ti conquista alla distanza. Sul versante del lavoro di tutti i giorni la digitazione è eccezionale, il ritorno dello Switch Cherry Viola è perfetto per chi giornalmente scrive tonnellate di documenti e mail. Come detto in apertura, pur essendo una tastiera meccanica non è particolarmente rumorosa e quindi fastidiosa sulla lunga distanza.

Su versante del gioco vi garantisce un input perfetto, un sistema antighost perfetto che registra in maniera puntale ogni tasto premuto e che vi accompagna con precisione durante ogni step di gioco, non importa la natura di quanto avete davanti sul monitor. Per quanto abbiamo picchiato su tasti e barra spaziatrice su Quake Champions, la K60 non ha perso un colpo (noi invece di colpi ne abbiamo preso tantissimi, per la cronaca).

Al fianco di una grande tastiera ci deve sempre essere un grande software di gestione e il rinnovato iCUE ci ha permesso di controllare ogni singolo aspetto del dispositivo, dal colore della retroilluminazione a 16 milioni di colori, al layout, all’impostazioni delle macro per i vostri giochi o programmi professionali. Ad ogni modo, Corsair ha pensato anche di inserire diversi shortcut che potranno accorciare le operazioni per modificare i layout di illuminazione della tastiera e della sua intensità, nonché i controlli multimediali per comandare la vostra musica o regolare il volume dei vostri video.

Il profilo in alluminio ribassato garantisce alla K60 RGB Pro una adeguata robustezza, considerato l’utilizzo piuttosto stressante, e un peso di appena un chilogrammo. La connessione USB 3.0 garantisce un polling velocissimo di 1000hz e di un solo millisecondo di latenza, in modo da limitare i problemi relativi all’input lag.

La Corsair K60 RGB Pro è davvero uno strumento molto versatile, utile per il normale lavoro di tutti i giorni, facilitato anche dal layout italiano, e ovviamente sul versante dei videogames grazie ad una conformazioni robusta del telaio e alla precisione dello switch Cherry Viola che contribuisce a conferirgli una digitazione molto soft e un input preciso e affidabile per tutto quello che concerne il lato gaming. Il prezzo è in linea con il mercato e la potrete trovare sul sito ufficiale Corsair o su Amazon al prezzo di 129€.