Gamesurf

Powerwash: Guida pratica per idro-pulitori incalliti

di Simone Rampazzi

In questo periodo storico parlare di acqua, e del suo utilizzo smodato, potrebbe rivelarsi spiacevole, soprattutto viste le ultime notizie pervenute da tutto il territorio italiano (e se vogliamo anche mondiale). Per fortuna il mondo virtuale sembra fatto apposta per trascendere questo contesto, motivo per cui trovarsi a maneggiare un’idropulitrice all’interno di PowerWash Simulator non ci ha fatto sentire minimamente in colpa.

L’ultimo titolo sviluppato da FuturLab è di una semplicità disarmante: lo scopo di ogni livello presente all’interno del gioco è essenzialmente quello di pulire la superficie di ogni oggetto presente nel livello di gioco, a cui seguirà un pagamento relativamente fruttuoso in valuta virtuale, accompagnato dalla possibilità di sbloccare ulteriori scenari da affrontare nella campagna o nella modalità libera.

Esistono anche livelli speciali dove si potranno pulire oggetti particolari, come il Rover su Marte, così da ampliare esponenzialmente il getto del nostro strumento di pulizia anche aldilà dell’atmosfera terrestre. A darci manforte troveremo tutta una serie di apparecchiature pensate per semplificarci il lavoro, ognuna acquistabile in gioco grazie al mercato dedicato, che punta ad offrire il classico catalogo simile a quelli presenti in qualsiasi negozio di riferimento.

Iniziato il livello bisogna soltanto … pulire! E nel farlo si può ricevere l’aiuto di un secondo giocatore da inserire in partita, una feature che non siamo purtroppo riusciti a utilizzare, ma che forse sarebbe riuscita ad alleggerire il peso di un gameplay leggermente ripetitivo.

FIUMI DI SAPONE

Come spesso accade per titoli simili, PowerWash Simulator include un market virtuale pensato per migliorare, gestire e accrescere la propria esperienza lavorativa, facendoci quasi dimenticare totalmente la fatica spesa dai membri della squadra di dodgeball Pinco Pallino Joe. Al netto degli scherzi, è chiaro che il sistema sia pensato per offrire una progressione classica dell’esperienza, così da non dover accusare il colpo sulle lunghe sessioni di gameplay.

Ecco, al momento una delle criticità del gioco è proprio rappresentata dallo stesso stile che lo caratterizza. Attenzione però a leggere le nostre parole nel modo giusto: PowerWash Simulator è un prodotto pensato e sviluppato per il proprio target di riferimento, il quale resterà assolutamente soddisfatto del prodotto finale. Per tutti gli altri, beh, l’esperienza può subire qualche miglioramento grazie alla cooperativa, che purtroppo non siamo riusciti a testare, ma è davvero difficile andare oltre questa definizione, considerato il genere particolarmente di nicchia che caratterizza il titolo.

7
PowerWash Simulator è il tipico prodotto che non ha bisogno di eccessive presentazioni, giacché sembra creato ad hoc col fine di soddisfare l’utenza di riferimento, interessata a un genere che tende al simulativo senza esagerare troppo. FuturLab ha tenuto sicuramente conto di questa fetta di utenza, creando un prodotto davvero curato, soprattutto graficamente. È chiaro che la longevità del titolo segue il discorso fatto poco sopra, elemento chPowerWash Simulator è il tipico prodotto che non ha bisogno di eccessive presentazioni, giacché sembra creato ad hoc col fine di soddisfare l’utenza di riferimento, interessata a un genere che tende al simulativo senza esagerare troppo. FuturLab ha tenuto sicuramente conto di questa fetta di utenza, creando un prodotto davvero curato, soprattutto graficamente. È chiaro che la longevità del titolo segue il discorso fatto poco sopra, elemento che ci permette di consigliare l’acquisto solo a chi realmente appassionato, e ci permette di consigliare l’acquisto solo a chi realmente appassionato.