Oddworld: New 'n' Tasty - La sottile differenza tra mangiare e essere mangiato

Oddworld: New 'n' Tasty - La sottile differenza tra mangiare e essere mangiato
di Fabio Fundoni

Abe ritorna ed è pronto a vivere per l'ennesima volta la sua odissea, adesso anche su Nintendo Switch. Odissea, incubo, fuga, redenzione e tutto quello che questo intrigante titolo ci ha trasmesso sin dai tempi della prima PlayStation, dove è uscito ben 23 anni fa. Ma chi è questo Abe che vive nell'Oddworld? Un fiero (?) rappresentante della razza aliena Mudokon che si guadagna da sopravvivere, come molti suoi simili, lavorando come umilissimo inserviente alle Rupture Farms, specializzate nella produzione di gustosi manicaretti a base di carne. Niente di entusiasmante, ma su Oddworld le cose possono andare molto peggio, motivo per cui Abe si gode la sua sopravvivenza. Tutto qui. la vita di Abe va avanti ogni giorno allo stesso modo, tra stanze da pulire, rifiuti da gettare e dormire sino alla nuova alba. Un po’ poco per tirarne fuori un videogame… sino a quando Abe si trova ad ascoltare, per caso, i nuovi piani di Molluck, il padrone incontrastato del Mattatoio. Dopo tanti anni passati a macellare svariati esseri viventi per vendere prelibati snack in tutta la galassia, gli introiti iniziano a calare, anche perché a forza di macellare, le razze aliene più prelibate iniziano ad essere sempre più vicine all’estinzione. 

Non che a Molluck sia venuto un ripensamento etico, ma semplicemente c’è la necessità di trovare nuove materie prime. Ecco quindi l’idea geniale, degna dei più grandi uomini d’affari: trovare una nuova razza che possa diventare un prelibato ingrediente! Chi meglio di quella di Abe, che prolifera e tra l’altro è già presente in gran quantità alla Farms, in veste di inservienti? Così il buon Abe capisce che lui e tutti gli altri Mudokon stanno per diventare famosi in tutta la galassia, ma non per quello che avrebbero gradito. Colto dal terrore di essere macellato e trasformato in uno snack croccante, Abe inizia una incredibile fuga cercando di portare in salvo tutti i suoi simili. Per la serie, sino a quando si macellavano le altre razze, tutto andava bene, ma quando arriva il suo momento, ecco risvegliarsi lo spirito combattivo di Abe. Non proprio una presentazione da eroe, ma d’altro canto gli eroi sono altri. Il nostro protagonista è un timido esserino che ha sempre vissuto nella paura e nel timore e solo davanti alla scoperta del terribile segreto, trova la forza per cercare una fuga disperata. Tutto davvero molto umano, se ci pensiamo. 

Morendo si impara 

Oddworld: New 'n' Tasty! è, appunto, il remake dell’indimenticabile Abe’s Oddysee che tanto ci piacque sulla prima PlayStation. Remake già visto su PlayStation 4 e ora disponibile anche sulla console ibrida casalinga/portatile targata Nintendo. Il gioco non cambia: guidando Abe dovremmo portare avanti un doppio compito: salvarci la pellaccia e cercare di salvare il maggior numero di Mudokon possibile in un sistema che, almeno a un primo sguardo, potrebbe sembrare un classico platform in due dimensioni. Dopo pochi minuti, però, capiremo che l’anima del gioco è legata principalmente alle meccaniche puzzle, con Abe che sarà costretto a misurarsi con ogni tipo di ostacolo: sentinelle, trappole, bombe, meccanismi automatici di difesa, alieni da guardia, botole, leve da utilizzare al momento giusto e via dicendo, andando a creare una struttura estremamente varia, ma sempre basata sul corretto utilizzo di quello che troveremo sulla nostra strada. A tutto questo dobbiamo aggiungere i Mudokon che incontreremo e che dovremo condurre verso la libertà, rappresentata da portali che li trasporteranno verso un futuro migliore e lontano dall’apparato digerente di altri alieni. Abe può parlare ai propri compagni dando diversi ordini (non mancano gli indimenticabili… peti) per farsi seguire o fermare momentaneamente gli altri Mudokon, senza scordare qualche potere speciale del nostro antieroe. I Mudokon non si rivelano particolarmente intelligenti e dovranno essere gestiti con attenzione così da portarli alla salvezza e non farli morire crivellati dai colpi di una guardia o fulminati da qualche trappola.  

Sia che riusciremo a salvare i nostri amici, sia che finiscano maciullati, non ci impedirà di andare avanti con la storia, tanto che a volte potremo scegliere di tirare dritto e lasciarne qualcuno indietro pur di superare un punto un po’ troppo ostico. Va detto, però, che come nell’episodio originale, alla fine del gioco avremo accesso a finali differenti in base a quanti salvataggi saremo riusciti a compiere. Insomma, impegnarsi per il bene comune, darà i suoi frutti. Chiariamo, però che riuscire nell'impresa non sarà affatto facile. New 'n' Tasty!, Come detto in precedenza, ha delle meccaniche da puzzle mascherato da platform e dovremo per forza fare le cose giuste se non vorremmo morire. Ad ogni modo, fidatevi: morirete e anche spesso. Per fortuna non mancano i punti di respawn che ci permetteranno di vivere con una discreta serenità la difficoltà del gioco che, ve lo assicuro, darà non pochi grattacapi anche ai giocatori più esperti.  

Riuscire a superare alcuni passaggi è davvero complicato, talvolta persino frustrante e più si andrà avanti con l'avventura, più la cosa sarà marcata. Purtroppo a questo punto subentra anche quello che rappresenta il principale difetto del titolo, cioè i comandi. Abe non è certo atletico o prestante, quindi è normale che non abbia le movenze del classico eroe palestrato, ma dove finisce la sua goffaggine, inizia un sistema rivedibile e, in alcuni casi, impreciso. Si, lo so, anche la versione originale soffriva del problema, ma questo remake poteva essere l'occasione di metterci una pezza. D'altro canto le migliorie ci sono, sia dal punto di vista dei contenuti, sia dalla resa tecnica. L'impatto grafico non sarà da tripla A, ma è una gioia per gli occhi anche grazie a varie opzioni selezionabili e risulta godibilissimo sia in modalità portatile che sulla TV. Non mancano poi nuove stanze e nuovi compagni da salvare, per una esperienza che mi ha decisamente soddisfatto, nonostante New 'n' Tasty! sia un titolo già visto sia in originale che in remake. Un tuffo nel passato che, fatto salvo per i problemi di controlli, vi consiglio senza troppe remore. Sempre che non vogliate diventare l'ingrediente principale del nuovo snak più amato dalla galassia.

8
New 'n' Tasty è esattamente come il mondo di Oddworld: tanto affascinante quanto spietato. Da un lato il gioco è punitivo come non mai, dall'altro riesce a tenerci incollati ai panni di Abe. Se si è pronti a lanciarsi all'avventura, senza timore di dover ripetere più e più volte lo stesso punto, armandosi di pazienza, questa edizione per Nintendo Switch non ha nulla da invidiare a quelle già presenti sul mercato, se non di essere arrivata ritardo di diversi anni. Rimane, purtroppo, un set di controlli rivedibili, ampliati rispetto all'originale ma sempre poco precisi in alcune situazioni. Ad ogni modo il mito di Abe torna a farci divertire in un remake di tutto rispetto che potrebbe fare felici non solo i giocatori di vecchia data, ma anche i più giovani alla ricerca di una sfida da non sottovalutare!