Huntsman Mini, la piccolina di casa Razer che sa solo giocare

Huntsman Mini, la piccolina di casa Razer che sa solo giocare
Tiscali GameSurf

Avete presente quando si dice “mi serve una tastiera per il gaming”?

Ecco, Razer ha preso letteralmente sulla parola questa specifica richiesta, realizzando una tastiera talmente compatta e “essenziale” che alla fine la userete quasi unicamente per il gioco.

Intendiamoci, la Huntsman Mini è una tastiera che funziona in ogni ambito, ma le sue dimensioni sono talmente ridotte, che qualsiasi utilizzo al di là del gaming richiede qualche sacrificio di troppo. Tecnicamente parlando questa particolare produzione Razer è una classica tastiera meccanica con una generosa corsa dei tasti e switch realizzati dalla stessa Razer. La digitazione è molto piacevole e “soft”, grazie ad una distanza di attuazione di soli 1,2mm con 48 grammi di forza per l’attivazione del tasto. In sostanza, vi basta solo sfiorare i tasti per una scrittura fluida e veloce. Il contraltare lo si ha sul click piuttosto generoso, che se da una parte può regalarvi la soddisfazione di un suono che si associa ad una certa produttività, dall’altro potrebbe rappresentare un problema per chi vi sta affianco.

Sul versante gaming le dimensioni ridotte della Huntsman garantiscono passaggi sempre molto agevoli e rapidi e la digitazione con sistema anti ghost vi tiene al riparo da qualsiasi tipo di “inchiodamento” sullo schermo. Inoltre, pur essendo davvero minuscola, la tastiera Razer ha comunque un robusto telaio in alluminio che ne favorisce spostamenti e nuove installazioni su altri computer, grazie anche ad un cavo USB Type C che semplifica il collegamento. Ovviamente la tastiera è retroilluminata e gode della tecnologia Chroma RGB, proprietaria della casa americana che vi consente di poter memorizzare svariate configurazioni di illuminazioni a seconda del gioco affrontato.

E fin qui le cose positive. Passiamo al rovescio della medaglia, perché l’affermazione iniziale sull’utilizzo “solo per il gioco” trova una sua precisa natura proprio dalle dimensioni così compatte, che la rendono decisamente ostica nella vita di tutti i giorni. Passi per la mancanza del tastierino numeri, ma il dover ricorrere a varie combinazioni di tasti per poter svolgere operazioni di normale routine nel lavoro di tutti i giorni, alla lunga rende questa tastiera davvero molto scomoda, scoraggiandone l’utilizzo del day by day.

Alla luce di questo la Huntsman Mini è una tastiera diretta ad un preciso e particolare tipo di pubblico, ovvero quello che ha davvero molto poco spazio sulla propria scrivania per le sue attività ludiche o magari quello che sposta continuamente la sua postazione di gioco e vuole portarsi dietro un fido compagno di battaglia senza avere ingombri eccessivi. Se rientrate in queste due categorie e il vostro utilizzo è al 90% rivolto al gaming, allora potrete trovare in questa particolare produzione un acquisto sensato, mentre per tutti gli altri la stessa Razer ha in catalogo tanti altri modelli che possono avere una maggiore logica. Anche perché al costo di 129€ la Hunstman di “mini” ha solo le dimensioni.

6,5
Facciamola semplice: se siete tra quelli che hanno davvero (ma davvero) problemi di spazio sulla vostra scrivania, o utilizzate giochi (FPS su tutti) che richiedono layout estremamente compatti e non usate la tastiera nel vostro day by day, allora la Huntsman ha tutte le carte in regola per assecondare i vostri desideri. Se invece dovete utilizzare la tastiera anche in altri ambiti e non volete bruciare preziosi "punti Paradiso", allora cercate nello stesso marketplace Razer, troverete soluzioni più adatte a voi.