Age of Empires 3 Definitive Edition - La nostra recensione

Age of Empires 3 Definitive Edition - La nostra recensione
Tiscali GameSurf

Dopo il capitolo dedicata alla mitologia greca, Age of Mythology appunto, Microsoft ha continuato nella produzione di strategici in tempo reale volti più ad enfatizzare più il contenuto narrativo rispetto a quello puramente strategico. La versione "Definitive" di Age of Empires 3 che ci troviamo di fronte oggi è la versione riveduta, corretta e ampliata di quella uscita originariamente nel 2005. Troveremo non solo il gioco base, ma anche le due espansioni originali: The Warchiefs e Asian Dynasties, più una creata appositamente per questa versione celebrativa che consente a Microsoft di portare sulla nuova generazione i tre capitoli principali del suo celebre franchise strategico (a questo punto manca all’appello proprio Ageof Mythology).

Come accennato anche in precedenza, Age of Empires 3 si discosta dalla formula utilizzata nei primi due capitoli e preferisce prendere per mano il giocatore e condurlo all’interno di un percorso ludico/narrativo che lo porterà dapprima a prendere le parti di Morgan Black, membro dell’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni, nella sua lotta agli Ottomani, che lo porterà a traversare l’Oceano per continuare la sua lotta anche sul territorio ancora vergine della neo scoperta America (il gioco si presume inizi il suo arco temporale nel 1500). Da lì la narrazione ci porterà a vivere altre due avventure, sempre all’interno del territorio a stelle e strisce, raccontando anche eventi realmente accaduti come la costruzione della prima linea ferroviaria americana e la dilaniante Guerra Civile con cui si chiuderà il terzo atto del gioco.

A fronte di tutto questo volume narrativo, la parte giocata è molto diversa e forse semplificata rispetto a Age of Empires 1 e 2, tanto che diversi estimatori dei primi due episodi, non accolsero esattamente a braccia aperto questo nuovo corso intrapreso da Microsoft. Per esempio le risorse da raccogliere per avere i materiali utili per lo sviluppo della propria civiltà sono state ridotte a tre (argento, legno e cibo) e, soprattutto, non devono più fare la spola con il centro città, o con edifici adibiti allo stoccaggio, ma la raccolta avviene direttamente sul posto, semplificando quindi una buona parte delle operazioni.

Viene inoltre introdotta la relazione con la “Città Madre”, che può provvedere nel corso delle varie missioni a inviarci materiali o risorse di cui necessitiamo in quel determinato momento, e che spesso sono utili per portare a casa la vittoria finale. In ultimo, direttamente da Age of Mythology, viene introdotta anche nella saga principale la figura dell’eroe. Personaggio principale del capitolo o di una singola avventura, l’eroe ha dalla sua caratteristiche fisiche o belliche particolarmente sviluppate ed è praticamente immortale, dal momento che anche se sconfitto, può essere riportato in vita da qualsiasi altro personaggio gli si ponga di fianco.

Uno snellimento delle procedure e una semplificazione forse eccessiva, che ha però dalla sua un gameplay capace di affacciarsi anche a chi, per contro, abbia voglia di godersi una bella storia e un gameplay avvincente piuttosto che arrovellarsi nelle mille spire delle meccaniche strategiche più stringenti. E da questo punto di vista dobbiamo dire che la Definitive Edition di Age of Empires 3 è capace di accontentare questa fascia di pubblico.

Anche se la versione originale del gioco è di “appena” 15 anni fa, Microsoft è stata capace di regalare al suo prodotto una veste grafica davvero eccezionale, curando nel minimo dettaglio la realizzazione di personaggi e strutture, introducendo anche un rinnovato motore fisico che simula la progressiva distruzione di edifici e costruzioni davvero di pregevole fattura. La definizione Ultra HD è capace di donare a questa versione una vesta quasi inedita e che vale la pena di essere giocata anche da chi possiede l’edizione originale.

In più, al prezzo indicativo di 19 euro vi portate a casa anche le due espansioni ufficiali più altre due civiltà introdotte appositamente per questa Definitive Edition. Oltre a questo, potrete anche rigiocare alcune delle più importanti Battaglie Storiche ricreate con il motore del gioco e liberamente interpretabili dal giocatore. Insomma, una proposta a cui difficilmente si può dire di no, anche se non siete esattamente dei fans della prima ora dello strategico Microsoft.

8.5
Age of Empires 3 Definitive Edition è un ottimo gioco strategico che pur distanziandosi dai primi due capitoli della saga riesce a offrire al giocatore una buona commistione tra la parte narrativa e quella legata invece ad un gameplay ottimo ma forse troppo semplificato per chi invece è alla ricerca di un RTS più tattico.