Recensione Zumba Fitness Rush

Can you fell the rush?
Ferdinando Saggese Di Ferdinando Saggese
Prima di questo articolo, nessuno in redazione sapeva che lo Zumba fosse una lezione di fitness di gruppo che combina i movimenti della musica caraibica e quelli dell'aerobica per bruciare un mucchio di calorie. Grazie ad internet abbiamo però scoperto che questa disciplina è stata inventata a Miami dal ballerino e coreografo Alberto "Beto" Perez, che viene praticata in decine di paesi nel mondo e che migliaia di istruttori di fitness hanno deciso di insegnarla nel corso delle loro lezioni. Un successo planetario, che un annetto fa ha giustificato lo sviluppo di un videogioco multipiattaforma, "Zumba Fitness Rush", che ha occupato per diverse settimane la prima posizione della classifica di vendita software nel Regno Unito.
Zumba Fitness Rush - Immagine 1
Zumba Fitness Rush - Immagine 2
Zumba Fitness Rush - Immagine 3
Questo risultato ha ovviamente suggerito lo sviluppo di un seguito per Nintendo Wii, "Zumba Fitness 2", e di una versione in esclusiva per Xbox 360 Kinect, guardacaso il titolo che stiamo per recensire. La struttura di gioco di "Zumba Fitness Rush" è piuttosto semplice. Una volta calibrato il sensore è possibile scegliere tra le modalità: "Brano singolo", "Lezione completa" e "Imparare i passi". Scegliendo l'opzione "Brano singolo" compare un menù di selezione che permette di navigare tra le quarantadue tracce musicali disponibili. I cantanti rappresentati sono di fama internazionale, Pitbull e Nicole Scherzinger i più famosi, e i brani possono vantare un'infinità di passaggi radiofonici. Per venire incontro alle esigenze di tutti i giocatori, le tracce sono suddivise in brani a bassa, media e alta intensità, a seconda dell'impegno richiesto per riprodurre le coreografie associate. Gli stili di ballo implementati sono ventiquattro, quasi triplicati rispetto a quelli implementati nel capitolo precedente, ed alcuni di essi sono esclusiva di "Zumba Fitness Rush", come lo stile "Bollywood".

Scelto il brano non resta che alzare il volume del televisore e replicare i movimenti suggeriti a schermo per portare a termine con successo la coreografia. L'interfaccia grafica è più rifinita rispetto a quella del capitolo precedente. Uno specchietto posto nella parte inferiore dello schermo permette di tenere sotto controllo l'inquadratura del Kinect, e tre barre luminose: "Nice", "Hot" e "Zumba", segnalano la corretta esecuzione dei movimenti. Una serie di stelle indica infine la percentuale di completamento della coreografia, ed il colore assunto dalle stesse fornisce un'indicazione sul punteggio finale. Terminata la musica compare infatti una schermata riassuntiva che riporta lo score, l'accuratezza tecnica e, sopratutto, il numero di calorie bruciate durante la danza, informazioni che vengono raccolte in un'apposita sezione che traccia i progressi di gioco. Selezionando la modalità "Lezione completa" è invece possibile affrontare un allenamento più intenso.
Zumba Fitness Rush - Immagine 4
Zumba Fitness Rush - Immagine 5
Zumba Fitness Rush - Immagine 6
Le opzioni disponibili sono: "Lezione breve", "Lezione di media durata" e "Lezione di lunga durata", e propongono brani in sequenza per un totale di venti, quarantacinque e sessanta minuti. Completa questa modalità la voce "Lezione personalizzata", che permette di approntare una playlist scegliendo autonomamente l'ordine ed il numero di tracce da ballare. L'ultima modalità implementata in "Zumba Fitness Rush" si chiama "Imparare i passi" e consiste in una serie di tutorial che permette ai giocatori meno abili di far pratica con i movimenti base dei quattro stili di ballo principali: "Salsa", "Merengue", "Reggaeton" e "Cumbia", sia a velocità ridotta, sia a velocità normale. Dobbiamo dire che il sistema di riconoscimento dei movimenti ci è parso particolarmente permissivo. Il gioco tende a premiare con un "Nice" anche movimenti incompleti o fuori tempo, ma in questo caso non lo consideriamo un grosso difetto. L'obiettivo di "Zumba Fitness Rush" non ci pare quello di ottenere dal giocatore la massima precisione possibile nell'esecuzione delle coreografie, quanto quello di fargli bruciare un mucchio di calorie con il sorriso sulle labbra, obiettivo che è più facile da raggiungere se si sbaglia e, sopratutto, si gioca in compagnia.

Tutte le modalità implementate supportano infatti il multiplayer locale fino a due giocatori. Un altro indizio sulla vera finalità di questa produzione viene dal fatto che tutti i contenuti di gioco sono disponibili sin dalla prima partita e, se escludiamo una decina di video, non sono previsti goodies sbloccabili. Senza una vera e propria progressione di gioco l'unica motivazione che resta al giocatore è quella di perder peso divertendosi, e dobbiamo dire che in questo "Zumba Fitness Rush" riesce piuttosto bene. La critica più importante mossa al primo capitolo riguardava la pochezza grafica di arene e ballerini, critica che non possiamo più muovere dal momento che sono ora disponibili dieci piste da ballo tra cui scegliere, e sei istruttori Zumba di fama mondiale, ognuno con il proprio avatar tridimensionale ed il proprio stile di ballo preferito.
Zumba Fitness Rush - Immagine 7
Zumba Fitness Rush - Immagine 8
Zumba Fitness Rush - Immagine 9
7
Come abbiamo detto nel corpo della recensione, l'obiettivo di "Zumba Fitness Rush" è quello di far bruciare calorie al giocatore con il sorriso sulle labbra. Stiamo parlando di un exer-game, che come tale riesce bene nonostante le incertezze del motore di gioco. I nuovi brani, gli stili di ballo, le piste e gli istruttori Zumba cancellano infine le critiche mosse al primo capitolo. Consigliato a tutti coloro che vogliono rimettersi in forma e ai core gamer che vogliono avvicinare fidanzate/i, mogli e mariti alla loro passione preferita con la scusa del ballo.
voto grafica6
voto sonoro7
voto gameplay7
voto durata7