Recensione Yager

Giuseppe SchirruDi Giuseppe Schirru (16 Maggio 2003)
Yager - Immagine 1
Ecco finalmente tra le nostre mani l'ultima fatica di THQ, uno sparatutto futuristico le cui suggestive ambientazioni ci condurranno in un vero e proprio viaggio temporale in quella che potrebbe essere la Terra tra alcune centinaia d'anni: mezzi aerei simili a vere e proprie navicelle spaziali, ordinamenti geopolitici confusi e continue battaglie per la conquista di postazioni strategiche e per il predominio del pianeta. La storia che fa da cornice a Yager, è appunto quella di Magnus, pilota freelance appena arruolato nell'esercito della Proteus, con il compito di sconfiggere i vari gruppi di pirati che con le loro scorribande cercano di conquistare il più possibile con la violenza. La trama, tirando le somme, risulta la solita solfa, trita e ritrita che si dimostra sicuramente superficiale e semi-inutile ai fini del gioco.
Yager - Immagine 2
Yager - Immagine 3
Yager - Immagine 4
Direi di cominciare subito dall'impatto grafico, semplicemente disarmante. Tutte le potentissime navette a propulsione, oltre ai mezzi navali e terrestri, godono di un'ottima realizzazione e sono costituiti da una enorme moltitudine di poligoni, che garantiscono una cura dei particolari e dei dettagli senza pari. Con Yager infatti Xbox mostra e mette bene in evidenza la sua potenza. Il Sagittarius, veloce e potente aeronave, equipaggiato di un vero e proprio arsenale bellico, è costituito da un numero spropositato di poligoni, rifinito da texture d'eccezione e curato in ogni sua minima fattezza o particolare. I movimenti di questo veivolo sono tutti realisticamente studiati, mai lasciati al caso e alcune manovre o sequenze ricordano da vicino scene ammirate in Top Gun. Il nostro mezzo infatti ha le stesse possibilità di movimento che potrebbe avere un incrocio tra un moderno Harrier e un elicottero: esistono due tipi di assetto, due modalità di volo che rendono il nostro mezzo estremamente completo: Jet Mode e Hover Mode. Con il Jet mode effettueremo decolli e atterraggi verticali, potremo tenere il nostro mezzo sospeso in aria e fargli compiere manovre manuali più lente e precise; invece con l'Hover Mode il Sagittarius andrà decisamente più veloce e potrà compiere le evoluzioni tipiche di un aereo da guerra.

E per rispecchiare una cura dei dettagli potremo notare le ali che si snodano, i flap che si alzano e si abbassano per un susseguirsi di moti molto realistici e verosimili. Inoltre potremo notare il vetro del mezzo che si spacca e si crepa dopo i colpi subiti, motori in fiamme e scie di fumo. Il mondo che dovremo sorvolare ed esplorare si snoda in locazioni estremamente ampie e ricche di elementi differenti tra loro: pianure, colline, spiagge, vegetazione varia, città, villaggi, e anche sterminate distese d'acqua articolate in maniera sapiente e realizzate con una cura del dettaglio maniacale. I paesaggi mozzafiato che si possono ammirare, specie con questa ambientazione futuristica rendono il risultato finale visivamente accattivante. Ma sono i particolari che fanno tecnicamente impressionate questo gioco con le stupende basi militari, tecnologicamente avanzate con tutto il movimento di decolli e atterraggi, operazioni di terra, ma anche villaggi pieni di abitazioni, navi che si spostano per i mari, ma anche e soprattutto la contraerea nemica, stormi e squadriglie di aeronavi pirati e quant'altro.
Yager - Immagine 5
Yager - Immagine 6
Yager - Immagine 7
0 commenti