Recensione Watch Dogs: Bad Blood

Nuovi hacker, stessa Chicago
Andrea Zabbia Di Andrea Zabbia(9 ottobre 2014)
Diversi mesi fa, dopo una lunga attesa, abbiamo avuto la possibilità di poter girare per la Chicago di Watch_Dogs in compagnia di Aiden Pearce. Nonostante si fosse parlato a lungo di downgrade grafici e tecnici rispetto ai video gameplay che Ubisoft aveva mostrato quando il gioco fu annunciato, alla fine ci siamo ritrovati di fronte ad un titolo gradevole, anche se non rivoluzionario come ci si aspettava. ora arrivato invece Bad Blood, DLC che vede come protagonista T-Bone, personaggio che i fan del gioco ricorderanno bene. Varrà la pena di ritornare a fare un giro per la tecnologica metropoli americana? Scopriamolo insieme.
Watch Dogs: Bad Blood - Immagine 1
In questa fase del gioco sarà possibile chiudere i nemici nei propri uffici, grazie alle nostre abilità da hacker

Cosa c'è di nuovo a Chicago?



La storia di Bad Blood si colloca in un periodo successivo rispetto a quello già vissuto dai giocatori nei panni di Aiden Pearce. Vi consigliamo di giocarlo solo dopo aver completato la trama principale di Watch_Dogs, poiché sarebbe difficile seguire e conoscere tutti i personaggi che fanno parte del cast di questo DLC. In sostanza, gli utenti saranno chiamati a seguire le vicende di T-Bone, in procinto di lasciare Chicago...ma tutto non va come sembra. Una richiesta d'aiuto da parte di un vecchio amico sconvolgerà i piani del barbuto hacker, che sarà così costretto ad intervenire per affrontare nuove e temibili minacce.

La prima impressione che abbiamo avuto una volta preso in mano il controller è stata quella di ritrovarci con una nuova skin con cui girare per la città. Non ci sono infatti, rispetto a Watch_Dogs, novità significative a livello di gameplay. Tra le nuove meccaniche è presente la possibilità di poter utilizzare una macchina radiocomandata, Eugene, per stordire i nemici utilizzando un tipo di approccio silenzioso e (quasi) privo di rischi. Questa feature poteva essere utilizzata in maniera più interessante, ma purtroppo darà il meglio di sé soltanto in due brevi momenti della modalità campagna.
  • Watch Dogs: Bad Blood - Immagine 2
    Prendere il treno può essere utile per muoversi rapidamente e seminare i propri nemici
  • Watch Dogs: Bad Blood - Immagine 3
    Il rifugio di T-Bone, in tutto il suo splendore
  • Watch Dogs: Bad Blood - Immagine 4
    Occorrerà restare vicini all'auto nemica per poter scaricare i dati dallo smartphone del fixer rivale

Peccato. Per il resto, l'esperienza di gioco rimane praticamente identica a quella del titolo originale, con le funzioni di hacking che risultano particolarmente utili durante le fasi di guida, un po' meno in quelle a piedi. Solo durante il primo livello abbiamo trovato interessante una fase in cui dovevamo giocare d'astuzia per sbarazzarci di alcune guardie, ma per il resto abbiamo trovato lo smartphone più un accessorio secondario che uno strumento di necessario utilizzo. Il gioco può essere affrontato sia in stealth che come un ordinario sparatutto in terza persona, basandosi comunque su meccaniche funzionali e divertenti.

A fungere da incentivo per questo Bad Blood sono principalmente i contenuti secondari, che allungano notevolmente l'esperienza di Watch_Dogs. Le missioni Pulizia della Strada e le due nuove Indagini vi terranno impegnati per un ingente numero di ore. La vera ciliegina sulla torta presente in questo DLC è la modalità co-op, che permetterà ad ogni giocatore di affrontare le side quest in compagnia di un altro utente. Potremmo considerare questo come vero e proprio valore aggiunto dell'espansione offerta da Ubisoft, unica novità degna di nota che ci sentiamo di segnalarvi.

Vale il prezzo del biglietto?



Alla luce di quanto detto, vale la pena considerare l'acquisto di questo DLC? Dipende. Questo contenuto scaricabile è consigliato principalmente a tutti i fan che hanno apprezzato Watch_Dogs e che cercano una scusa per poter tornare per le strade di Chicago, tra un fixer da uccidere e un database da hackerare. La trama della campagna mette i punti su alcune faccende rimaste in sospeso, riguardanti personaggi che hanno occupato un ruolo secondario durante le vicende con protagonista Aiden Pearce. T-Bone e Frewer suscitano simpatia con il loro linguaggio colorito e i dialoghi fuori le righe, ma non risultano particolarmente caratterizzati.

Bad Blood aggiunge semplicemente ore di gioco al pacchetto originale, introducendo davvero poco in termini di novità, eccezion fatta per una modalità cooperativa, stranamente assente nel gioco originariamente uscito durante lo scorso mese di maggio. Sta a voi decidere se avete voglia di tornare a Chicago e gustarvi un altro po' la vostra copia di Watch_Dogs o se rimandare il vostro prossimo appuntamento con la serie per un eventuale secondo capitolo.
Watch Dogs: Bad Blood - Immagine 5
Non mancheranno le fasi in cui bisognerà scortare l'amico Frewer
7
Bad Blood è un DLC indicato esclusivamente ai fan di Watch_Dogs e a tutti coloro che vogliono godersi un nuovo giro per Chicago. Le dieci nuove missioni della modalità storia non aggiungono tasselli fondamentali alle vicende della trama principale, nonostante chiuda alcune faccende rimaste in sospeso. L'accoppiata T-Bone/Frewer diverte e regala piacevoli momenti grazie agli scambi di battute tra i due protagonisti. Il piatto forte del pacchetto è rappresentato dalle quest che è possibile affrontare in coop con un altro giocatore, mentre delude un po' la feature riguardante la macchinina radiocomandata del barbuto hacker. Tante nuove attività secondarie arricchiscono ulteriormente l'offerta, che per €14,99 potrebbe tenere impegnato l'utente per un numero sufficiente di ore. Spolverate i vostri telefoni, è ora di tornare a combattere la Blume!
voto grafica7
voto sonoro7,5
voto gameplay7,5
voto durata7

Watch Dogs: Bad Blood

Disponibile per: PS4 , PS3, Xbox 360, PC, Xbox One
Watch Dogs: Bad Blood PS4 Cover
Empire
Gomorra
Gomorra

Qualche anticipazione dalla nuova stagione di Gomorra

La verità sul caso Harry Quebert
La verità sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

Empire
Sekiro: Shadows Die Twice

12

Sekiro: Shadows Die Twice

Morire per capire, ecco la filosofia di Sekiro

Stadia
Stadia

Tutte le informazioni sul progetto gaming di Google

One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony