Recensione Warriors Orochi 3 HYPER

I condottieri dell'Oriente accompagnano il lancio del Wii U
Paolo Mulas Di Paolo Mulas(13 dicembre 2012)
Uscire sul mercato sei/dodici mesi dopo il debutto di una nuova console significa dover competere con almeno 50/100 titoli nel tentativo di conquistare l'attenzione dei giocatori. Accompagnare invece una console al lancio assicura invece al titolo un posto di primo piano nelle, caldissime, prime settimane. Ecco perché ogni volta che debutta un nuovo sistema sono tanti i produttori e gli sviluppatori che lottano strenuamente contro il tempo per riuscire a lanciare il gioco entro il fatidico "day one" chiudendo spesso un occhio dinanzi all'effettiva qualità del titolo in questione. La tirata d'orecchie in questa occasione va rivolta dunque alla Koei, il suo Warriors Orochi 3 Hyper (questo suffisso è distintivo della versione Wii U) è infatti soltanto una pigra conversione per la nuova console Nintendo del titolo già disponibile da qualche mese per Playstation 3 e Xbox 360. Anticipando in parte il commento finale, il paradosso del gioco sviluppato dagli Omega Force è che in realtà le novità non mancano e sono pure interessanti, però nel complesso l'avventura nella sua modalità principale è inficiata da qualche fastidioso problema tecnico ed inoltre il GamePad del Wii U viene sfruttato in maniera decisamente fiacca.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 2
L'icona viola indica la possibilità d'interazione.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 3
Tra una missione e l'altra è possibile riposarsi un po' nei villaggi.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 4
263 ko consecutivi? Una cifra quasi ridicola per il titolo Koei.
Per chi fosse del tutto ignaro rispetto alla serie (nata da un cross over tra Dynasty Warriors e Samurai Warriors entrambi di Koei) ci troviamo dinanzi ad un picchiaduro a scorrimento (o hack and slash per essere più precisi data la preponderanza di armi bianche) con qualche spruzzatina di elementi strategici e ruolistisci per rendere un po' più profonda l'esperienza di gioco. La trama riparte seguendo cronologicamente gli eventi del predecessore prima di lanciarsi in interessanti escursioni temporali. L'esercito di Kiyomori si è riorganizzato e la comparsa di una gigantesca idra in grado di distruggere con facilità città e villaggi spazzerà nel giro di una sola missione (che funge anche da tutorial) anche la resistenza del residuo esercito dei “buoni”.

Se fosse così l'avventura sarebbe già mestamente terminata, ma fortunatamente in soccorso dei videogiocatori vi è l'intervento di una misteriosa divinità che ci consentirà di tornare indietro nel tempo per cambiare il corso delle più importanti battaglie dell'Estremo Oriente e reclutare gli eroi altrimenti caduti.

Prima di ogni missione è possibile procedere con una breve fase di studio e con la scelta dei condottieri che potremo controllare ed alternare in qualsiasi momento sul campo di battaglia. Essi si differenziano per categorie, abbiamo così i Power, decisamente i più potenti negli scontri ravvicinati, i Technique che possono vantare un numero di attacchi più ampio, gli Speed che si muovono in maniera più veloce sul campo e i Wonder, una sorta di maghi ideali per gli attacchi a distanza. Inoltre i personaggi potranno essere potenziati con l'acquisto di nuove armi che potranno
essere fuse tra loro per realizzarne di ancora più potenti. A seconda dei condottieri scelti sarà possibile combinare gli attacchi in maniera più efficace e soprattutto far incrementare delle particolari affinità. Insomma, in tema di freddi numeri Warriors Orochi 3 Hyper si difende molto bene, basti pensare che i personaggi sbloccabili sono intorno al centinaio, e tra di essi spiccano anche delle guest star del calibro di Ryo Hayabusa (da Ninja Gaiden), Ayane (Dead or Alive 4) e Giovanna d'Arco, Achille, ed in esclusiva per la versione Wii U anche Shennong e Momiji prelevati direttamente dal prequel.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 5
Il duel mode è certamente la novità più importante del titolo.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 6
Gli sviluppatori hanno decisamente risparmiato sulla stoffa.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 7
Combinare le armi è uno dei metodi migliori per potenziarle.
Certamente usare un pizzico di strategia e di pianificazione nelle battaglie più difficili può pagare, ma in fin dei conti il fulcro del gameplay rimane comunque rappresentato dai combattimenti che durano quasi senza interruzioni dall'inizio alla fine di ogni missione. Lo smashing buttons (l'assillante frenetica pressione di pulsanti nel pad), che è per certi versi una caratteristica intrinseca del genere, della serie e del titolo,  inficia certamente sulla varietà della giocabilità andando a spaventare dunque i giocatori meno avvezzi. La già citata componente ruolistica in tal senso dona al gioco un po' di spessore senza però comprometterne il ritmo e lo spirito. Il controllo tramite il GamePad del Wii U funziona bene, peccato però che lo schermo del controller venga utilizzato solamente per lo streaming (si visualizza dunque nel controller ciò che si vede già nella tv), quando invece già la presenza di una mappa sarebbe stata un'implementazione graditissima.

Decisamente più utile sotto questo punto di vista la possibilità di cooperare con un altro giocatore, che avrà dunque a disposizione il GamePad per visualizzare l'azione, mentre l'amico potrà contare appunto sullo schermo tv.  Una delle novità più interessanti introdotte in questa versione, che puòquindi in parte giustificare il suffisso Hyper, è da ricercarsi nel Duel Mode, una sorta di picchiaduro ad incontri (si può giocare anche con il controller Pro), che si intreccia con un curioso sistema di carte (utili per potenziare i combattenti) da sbloccare all'interno dello Story Mode. Per il resto abbiamo invece a disposizione le stesse modalità già presenti nelle altre versioni, tra cui anche l'edit mode per creare e scambiare online i proprio cambi di battaglia.

Il gioco Koei soffre  purtroppo notevolmente nel comparto grafico; la conversione affrettata porta in dote infatti numerosi rallentamenti e fastidiosi e ripetuti pop up, mentre per quel che riguarda il sonoro possiamo segnalare l'evocativo doppiaggio in giapponese (anche se dover leggere in fretta una discreta mole di dialoghi non è sempre comodo) ed una colonna adatta (tema sull'elettico andante) ma poca varia. Warriors Orochi 3 Hyper è un titolo che ha ben poco da aggiungere rispetto alle controparti per Ps3 e 360. Il GamePad del Wii U viene sfruttato infatti in maniera decisamente pigra mentre sono numerose le magagne tecniche figlie sicuramente di una conversione decisamente affrettata.

Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 8
Sarà possibile in ogni momento alternare uno dei tre condottieri prescelti.
Warriors Orochi 3 HYPER - Immagine 9
Sarebbe stato meglio visualizzare la mappa nel GamePad.

5,5
Tra i titoli che hanno accompagnato il lancio  del Wii U c'è anche  Warriors Orochi 3 Hyper. Il titolo Koei si è fatto apprezzare nelle versioni Ps3 e 360 disponibili già da qualche mese, ma purtroppo questo adattamento per la console Nintendo è per certi versi un passo indietro nonostante alcune novità interessanti. Il GamePad viene infatti sfruttato in maniera decisamente pigra (unicamente per lo streaming del gioco), mentre il titolo è penalizzato anche da alcune problematiche tecniche (rallentamenti e pop up in primis) che nel 2012 fanno davvero storcere il naso.
voto grafica5,5
voto sonoro7
voto gameplay6
voto durata8

Warriors Orochi 3 HYPER

Warriors Orochi 3 HYPER Wii U Cover
Empire
Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

Empire
Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa

L'E3 2019 di Nintendo
L'E3 2019 di Nintendo

Nintendo sbaraglia tutti!

Octopath Traveler
Octopath Traveler

Octopath Traveler arriva su PC in grande stile

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

4

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

Ma a questo punto non sarebbe meglio un Direct?

L'E3 2019 di Microsoft, tra nuvole e Scarlett

11