Recensione Vice - L'uomo nell'ombra

Storia di Dick Cheney, il vice presidente che ha cambiato l'America
Maria Cafagna Di Maria Cafagna(17 dicembre 2018)

Si dice che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Ma dietro George W. Bush, il presidente dell’11 settembre e della controversa guerra ad Al Qaeda, c’è un uomo. Se grande o no, ai posteri l’ardua sentenza. Si tratta di Dick Cheney (qui interpretato da Christian Bale), vice di Bush dal 2001 al 2009. Un passato da studente svogliato e alcolista, entrato giovanissimo alla Casa Bianca durante l’amministrazione Nixon, in pochi anni passa da stagista a Capo dello Staff di Gerald Ford, fino a scalare i vertici del partito Repubblicano durante una carriera durata cinquant’anni. Dietro il grande uomo, come da copione, c’è una grande donna, sua moglie Lynne Cheney (Amy Adams), determinata e spavalda consigliera del marito.

Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 8

Cosa ha portato questo giovane scapestrato a diventare il grande manovratore della politica degli Stati Uniti? E' la domanda da cui parte “Vice, l’uomo nell’ombra”, film del premio Oscar Adam McKay (La grande scommessa), nelle sale italiane dal prossimo 3 gennaio.

Nel cast, oltre a Christian Bale e Amy Adams, ci sono dei comprimari di peso come Steve Carrell nel ruolo del mentore di Cheney, Donald Rumsfeld, e il premio Oscar Sam Rockwell, nei panni di George W. Bush. Un cast che ha già fatto incetta di nomination ai Golden Globes e ai SAG e che si appresta a traghettare questo film nell’imminente stagione dei premi.

Bale non è nuovo a trasformazioni fisiche davvero molto al limite, basti pensare all’impressionante dimagrimento per il film "L’Uomo senza sonno". Nel corso della sua carriera ha sperimentato generi e ruoli, e anche questa volta la sua trasformazione lascia senza parole: per interpretare Cheney si è sottoposto fino a cinque ore di trucco al giorno con il make-up artist Greg Cannom, (premio Oscar per Dracula di Bram Stoker, Mrs. Doubtfire e Il curioso caso di Benjamin Button) e ha messo su molto peso. Anche il suo lavoro sulla voce è impressionante: bassa, gutturale, graffiante, felpata. Un grande lavoro che gli garantirà verosimilmente una nomination all’Oscar.

Ma tutto il cast si è prestato a grandi trasformazioni per raccontare una storia che inizia negli anni ’60 e finisce ai giorni nostri, con le drammatiche conseguenze che la guerra in Iraq ha avuto nella ridefinizione dell’equilibrio geopolitico del mondo.

“Vice, l’uomo nell’ombra” è un film che si poggia sulle spalle dei giganti, cioè i suoi interpreti. Tuttavia le interpretazioni, alcune davvero convincenti come quella di Adams, non bastano a farne un film indimenticabile. Forse è stato il bisogno di differenziarsi dalla mole di film e serie tv ambientate nel dietro le quinte del potere a spingere la produzione a lasciare a McKay la libertà artistica di fare acrobazie con la sceneggiatura ed esperimenti davvero insoliti nel racconto visivo. Alcuni di questi esperimenti, che non riveleremo per lasciare allo spettatore il gusto della sorpresa, rompono l’armonia della storia, risultando delle vere e proprie forzature.

All’inizio della pellicola gli autori hanno voluto lanciare un messaggio al pubblico “Dick Cheney è stato un uomo estremamente riservato e ricostruire la sua vita non è stato semplice ma” aggiungono “We did our fucking best”. Per non perdere nulla di questo “fucking best” raccomandiamo caldamente la visione in lingua originale.

Vice - L'uomo nell'ombra
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213635
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213634
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213633
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213632
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213631
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213630
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213629
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213628
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213627
Vice - L'uomo nell'ombra - Immagine 213626

 

L’effetto finale lascia soddisfatti a metà. Di “Vice, l’uomo nell’ombra” restano delle prove attoriali convincenti e il pregio di aver svelato un lato della storia, davvero poco conosciuta, di Dick Cheney e di di sua moglie Lynne, monovratrice del manovratore.

Vice - L'uomo nell'ombra

Vice - L'uomo nell'ombra Cover
  • Regia: Adam McKay
  • Produzione: Plan B Entertainment, Gary Sanchez Productions, Annapurna Pictures
  • Nazionalità: USA
  • Distributore: Leone Film Group, Eagle Pictures
  • Sceneggiatura: Adam McKay
  • Genere: Biografico, Drammatico
  • Durata: 132 min.
  • Data di uscita: 3 gennaio 2019
  • Cast: Christian Bale, Amy Adams, Steve Carell, Sam Rockwell, Jesse Plemons, Shea Whigham, Alison Pill, Lily Rabe, Eddie Marsan, Tyler Perry, Justin Kirk, Bill Camp, Fay Masterson, Lisa Gay Hamilton
Empire
La verità sul caso Harry Quebert
La verità sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
Shazam!
Shazam!

Basta una parola per diventare un supereroe!

Instant Family
Instant Family

Si ride e si piange nel nuovo dramedy di Sean Anders

Captive State

1

Captive State

Gli alieni sono arrivati e governano la Terra

Ricordi?
Ricordi?

Luca Marinelli e Linda Caridi innamorati imperfetti ed attori di grande talento

Avengers Endgame
Avengers Endgame

Dove siamo rimasti? Facciamo ordine nell'MCU prima della battaglia finale.