Recensione Vampire The Masquerade: Redemption

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (24 luglio 2000)
Nel 1141, durante una battaglia in Moravia contro popolazioni all'apparenza di origina Araba, Christof, un crociato particolarmente valoroso a giudicare dal filmato introduttivo (il nostro personaggio ovviamente) viene ferito e cade a terra, per risvegliarsi poi in un vicino convento dopo essere stato salvato e curato. Il convento si trova a Praga e qui prenderà il via la storia: chiamato a difendere gli abitanti della città da strani mostri che ultimamente invadono la tranquilla città, ben presto Christof interferirà con i piani di creature maligne dai poteri sovrannaturali: i Vampiri. Diventerà lui stesso un Vampiro, e combatterà per un clan..
Vampire The Masquerade: Redemption - Immagine 1
La schermata delle caratteristiche a sinistra e quella delle discipline a destra: in questo momento stiamo usando i punti esperienza accumulati per potenziare le nostre abilità e discipline.
Si sviluppa da qui una storia di ampia portata, che ci vedrà al centro di intrighi tra clan millenari di Vampiri, sempre tormentati dalla nostra duplice natura: servo del signore e ora creatura del demonio, e l'amore per una suora del convento non gioverà alla situazione
La storia si sviluppa per diversi secoli: a un certo punto del gioco l'ambientazione si sposterà ai giorni nostri, e potremo visitare le varie città che fanno da sfondo al gioco a partire dall'età medioevale per giungere, al termine del viaggio, a quella contemporanea. Viaggeremo da Praga a Vienna, Londra e New York; tutte le località sono altamente suggestive e ben ricreate grazie al motore grafico del gioco
STRUTTURA DI GIOCO
Il gioco si sviluppa in maniera decisamente lineare e fin troppo semplice: delle sequenze precalcolate racconteranno la storia, mostrando dialoghi fra personaggi e altre scene rilevanti allo sviluppo della trama: queste sequenze ci vedranno completamente spettatori, e soltanto in pochi casi potremo intervenire attivamente scegliendo una tra le due o al massimo tre possibilità di dialogo, e comunque soltanto in casi rarissimi la nostra scelta avrà effetti sull'andamento del gioco
Questa è tutta la parte di avventura del gioco: durante il resto del tempo affronteremo orde di mostri in luoghi angusti, aprendo porte e trovando pulsanti, nel più banale stile degli action adventure
0 commenti