Recensione Unreal Tournament III

Inarrivabile, Impareggiabile, Ineguagliabile
Walter PaianoDi Walter Paiano (15 aprile 2008)
Inarrivabile, impareggiabile, ineguagliabile: siamo tentati di lasciare che le tre parole che campeggiano sulla copertina scarlatta del gioco parlino da sole, ma questo vorrebbe dire essere un po' troppo trionfalistici, anche per un gioco come Unreal Tournament 3.
UT3 è l'ultimo capitolo della serie di sparatutto online più famosa di sempre  che basa il proprio successo su un'ottima miscela di scontri frenetici, armi futuristiche e modalità di gioco originali ambientate nelle arene multiplayer (e non ) di un non meglio precisato futuro.
La prima novità della serie è l'introduzione, nella serie Tournament del gioco, di una modalità Campagna, che va ad aggiungersi alla possibilità di organizzare scontri offline contro avversari comandati dal PC (i bot), e che serve essenzialmente come allenamento alla ben più ostica avventura multiplayer, ambientata in quel luogo arcano noto come server, dove giocatori di tutto il mondo non aspettano altro che un polletto da fraggare a colpi di lanciarazzi (il sottoscritto, ndr).
La Campagna assume però qui una valenza più profonda, quasi di tutorial a 360 gradi: oltre che su video introduttivi in computer grafica ben realizzati (che hanno la brutta tendenza a impiantarsi, vedere box a lato) possiamo contare sul briefing della fida Jester per capire come vada affrontata ogni mappa, in un crescendo di situazioni che vanno via via mostrando tutte le varie mappe e modalità che ritroveremo online.
 
Unreal Tournament III - Immagine 1
Su questa mappa sono rappresentate le tappe della Campagna
Unreal Tournament III - Immagine 2
La roba verdastra può fare male, a dispetto delle apparenze
Unreal Tournament III - Immagine 3
Toh, la scena del risveglio, non dà anche a voi una sensazione di già visto?
------------------

Come modalità abbiamo il DeathMatch e il Team Deathmatch, ovvero il puro e immediato frag a squadre o tutti contro tutti, il Capture the flag a piedi (un po' fastidiosa qui la mancanza della mappa radar), il Capture the Flag con veicoli, che assume toni altamente spettacolari quando nelle mappe sono presenti punti che se controllati danno bonus particolari, e anche di questo ne parliamo a breve e la modalità Strategia, dove bisogna controllare/conquistare una serie continua di nodi energetici per poter danneggiare il nucleo di energia nemico. Detto così il tutto sembra piuttosto arido, ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze; partiamo proprio dal comparto armi, che vanta ben 10 strumenti d'offesa ben bilanciati e inaspettatamente versatili, dotati quasi tutti di una modalità di fuoco alternativa che aggiunge varietà all'esperienza di gioco.

Facciamo alcuni esempi: possiamo usare il Bio-fucile per minare della aree grazie ai blob verdastri che spara, ma tenendo premuto il pulsante destro possiamo creare una sorta di bolla velenosa che emette altri blob un paio di secondi dopo l'impatto col nemico. Possiamo usare la modalità alternativa del fucile shock per sparare delle bolle d'energia, quindi centrare le bolle col raggio primario del fucile per farle esplodere a mezz'aria (e questo principio lo usano anche alcuni veicoli), o ancora possiamo usare le schegge a rimbalzo del Flak per colpire un nemico nascosto dietro l'angolo. Se troviamo un buon posto per cecchinare (e ce ne sono, a dispetto della natura frenetica del titolo) possiamo cominciare a mietere vittime con lo Sniper, o ancora possiamo decidere di usare il devastante Martello a Impatto per macellare i nemici, una volta che saranno abbastanza vicini ( e vai a trovarlo uno che ha il sangue freddo di sparare a un forsennato che li corre incontro con in mano una sorta di ariete meccanico!). Nemmeno il lanciarazzi può dirsi a questo punto un'arma privilegiata, perché se è vero che è l'arma che fa più male, è anche vero che la devi saper usare.
Abbiamo parlato delle modalità, la linfa vitale della longevità del gioco in multiplayer: tra queste spicca in particolare la modalità Strategia.
 
Si tratta di una sorta di Conquest (chi ha giocato a un rts della serie Company of Heroes capirà il concetto) in cui bisogna mantenere il controllo su dei nodi energetici sparsi per il campo di battaglia, fino a formare una linea ininterrotta fino al nucleo nemico, e una volta fatto ciò iniziare a bersagliare di colpi la sfera, che a questo punto perde l'invulnerabilità che anche il possesso di un solo nodo intermedio le assicura. Il fatto è che i nodi devono essere conquistati in sequenza, e per fare ciò ci sono due modi: o si distrugge la protezione temporanea nemica, si neutralizza il nodo e ci si piazza sotto aspettando che lo scudo della nostra squadra si riformi, oppure si usano le sfere di energia che periodicamente compaiono dai distributori vicini ai nuclei principali.
L'uso di una sorta di skateboard attivabile con il tasto Q rende il tutto molto più fluido e divertente, anche quando affrontiamo mappe molto grandi, dove anzi la presenza di alcuni nodi periferici (e non necessari per abbassare la protezione al nucleo nemico) aggiunge più profondità all'azione, in quanto il loro possesso sblocca veicoli, armi e postazioni più potenti, oltre che punti di respawn ( punti di rinascita, da cui poter ricominciare a giocare in caso di morte) più avanzati.
Nel capture the flag al posto dello skate abbiamo il teletrasportatore, un diabolico aggeggino che tramite la pressione del pulsante sinistro sputa un disco, che poi sarà la posizione dove ci ritroveremo una volta che avremo premuto il tasto destro del mouse: l'ideale per farsi tutto il campo di battaglia in 6-7 secondi sfuggendo ai cecchini nemici.
Unreal Tournament III - Immagine 4
La scia ci indica il prossimo punto caldo da raggiungere nelle arene "strategia"
Unreal Tournament III - Immagine 5
Il fuoco secondatio dellla Link Gun ripara mezzi e nodi danneggiati: utilissimo
Unreal Tournament III - Immagine 6
Questa è una Cicada, un mezzo aereo a metà tra un elicottero e qualcosa di più organico, capace di darci un grande vantaggio tattico grazie alla sua straordinaria elevazione
12
0 commenti

Unreal Tournament III

Disponibile per: Xbox 360, PC
Unreal Tournament III PC Cover
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
Atelier Lulua: The Scion of Arland
Atelier Lulua: The Scion of Arland

Torniamo ad Arland per seguire le avventure della giovane Lulua

Total War: Three Kingdoms
Total War: Three Kingdoms

La lotta dei tre regni secondo Creative Assembly

Sniper Elite V2 Remastered
Sniper Elite V2 Remastered

Cecchini ad alta risoluzione

Assetto Corsa Competizione

1

Assetto Corsa Competizione

Manca ormai poco ad Assetto Corsa Competizione. L'abbiamo provato in anteprima ed ecco le nostre impressioni

Team Sonic Racing

1

Team Sonic Racing

Sonic torna a sfrecciare sui kart!