Recensione The Temple of Elemental Evil

Luca Zanda Di Luca Zanda (13 novembre 2003)
The Temple of Elemental Evil - Immagine 1
Le missioni "parallele ci aspetteranno anche nei dungeon più profondi, come qualche bella chiaccherata con NPC di turno.
Negli ultimi tempi il mondo dei videogiochi non è certo stato avaro di titoli GDR ad ambientazione Fantasy. Alcuni tra questi, inoltre, si potevano fregiare del merito di aver portato sul piccolo schermo dei nostri PC le regole di quella pietra miliare del GDR cartaceo che è D&D, in tutte le trasposizioni, però, non si riusciva a respirare quel profumo di Gdr che si sentiva intorno ad un tavolo, con gomme, matite e dadi. I giochi presentavano sempre un sistema di regole "annacquato" in cui si metteva da parte il sistema di gioco a turni per una modalità un po' più "arcade", semplificata ed immediata. In questo panorama Temple of Elemental Evil porta una ventata di freschezza: non perchè offra qualcosa di innovativo (il sistema di combattimento ha fondamentalmente 20 e passa anni), ma perchè riesce a centrare con maggior efficacia quello che è lo spirito originario di D&D.
Allinearsi!

Allineamento è “come il personaggio si pone nei confronti del mondo”; si divide in due parti, un allineamento “politico” ed uno “morale”. L'allineamento politico indica la posizione rispetto a codici (di norme o di onore) o regole: saremo Legali (ci atterremo sempre alle leggi), Neutrali (a seconda della convenienza decideremo se infrangerle o meno), Caotici (le leggi ed i codici ci vanno stretti, non le rispettiamo e non ce ne serviamo). L'allineamento Morale indica di che indole siamo: Buono (si spiega da solo), Malvagio (idem come sopra), Neutrale (assolutamente indifferenti).

Un'analisi impegnativa
Il titolo si presenta come un GDR fantasy ispirato, per quanto riguarda il sistema di gioco, alla versione 3.5 del regolamento cartaceo di Dungeons & Dragons (gioco che fu della TSR ed ora posseduto dai Wizard of the Coast.
Ormai credo che molti conoscano il termine GDR, un genere di giochi in cui si guida un personaggio che fa determinate azioni, accumula punti, e si potenzia quando supera una certa soglia di punti guadagnati. Questa è per lo meno la visione videoludica che si ha di GDR, una visione che abbandona una serie di meccaniche e attività parallele al semplice accumulo di punti. Su Temple of Elemental Evil (ToEE per amore verso le mie artritiche dita), i programmatori hanno cercato di recuperare anche qualche altro elemento per riavvicinare il titolo al significato più “cartaceo” del termine GDR. Un accostamento ad altri titoli è d'obbligo, tuttavia mi riservo di procedere a questi confronti nel prosieguo dell'articolo, iniziando ora il discorso partendo subito dalla trama.
The Temple of Elemental Evil - Immagine 2
Questo artefatto sembra essere l'origine di tutti i nostri futuri problemi
The Temple of Elemental Evil - Immagine 3
Un gruppo di maghi emerge dalle Porte dimensionali e si appresta a legnare il nemico di incantesimi (la rappresentazione degli incantesimi è molto accurata)

Al salvataggio dei giovani Elfi.
L'avventura inizia coi personaggi che vengono chiamati ad udienza da uno sei Signori Elfici del Luogo: due Elfi sono scomparsi ed il fatto che fossero di nobile famiglia rende impellente la necessità di ritrovarli quanto prima.
Dopo aver accettato l'incarico dal Sire elfico, ci metteremo sulle tracce dei 2. Arriveremo così nel paese di Hommlet. Qui Black Jay, un ranger del luogo, ci saprà indirizzare verso un covo di banditi che si trova lì nei paraggi: peccato che dopo aver rivoltato il nascondiglio dei briganti come un calzino (e non sarà facile; divertente si, ma non facile) l'unica cosa che troveremo sarà un indizio che ci porta ad un vecchio tempio; può darsi che lì troveremo ciò che cerchiamo. Unico modo per scoprirlo sarà andare, scendere per i vari livelli sotterranei del tempio e scoprire che grande è il male che vi si nasconde.
The Temple of Elemental Evil - Immagine 5
La creazione del personaggio: naturalmente, oltre ad usare personaggi precostruiti, potremo farci il nostro gruppo, e visti i punteggi.......
The Temple of Elemental Evil - Immagine 6
Come vediamo la creazione dei PG è molto completa, sia per gli elementi che protremo impostare, sia per le scelte a nostra disposizione
The Temple of Elemental Evil - Immagine 7
Avremo a disposizione un tutorial (con personaggi precostituiti) che ci guiderà tra i meccanismi più importanti del gioco.
0 commenti

The Temple of Elemental Evil

The Temple of Elemental Evil PC Cover
  • Piattaforma: PC
  • Produzione: Atari
  • Sviluppo: Troika Games
  • Genere: RPG
  • PEGI: +12
  • Data di uscita: novembre 2003
Empire
The Big Bang Theory

5

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
F1 2019

3

F1 2019

Formula 2, eSport e tante novità nella versione 2019 di Formula 1

Judgment

4

Judgment

SEGA inaugura una nuova saga dalle ceneri di Yakuza

Super Cane Magic ZERO

1

Super Cane Magic ZERO

Un buon action RPG dalla trama surreale

Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa

L'E3 2019 di Nintendo
L'E3 2019 di Nintendo

Nintendo sbaraglia tutti!