Recensione The Nun

Certi film dovrebbero essere ricacciati all'inferno..
Luca Gambino Di Luca Gambino(24 settembre 2018)

Con The Nun James Wan allarga la continuity narrativa del suo universo horror iniziato con The Conjuring e proseguito poi con i due spin off dedicati ad Annabelle. The Nun rappresenta un punto di partenza delle manifestazioni demoniache che hanno tormentato Lorraine Warren in The Conjuring 2.

Dopo il misterioso suicidio di una suora presso un convento sito nell’est europa, il Vaticano decide di inviare due investigatori per far luce sull’accaduto, ed è inutile dire che la strada verso la verità sarà densa di ostacoli che arrivano direttamente dal mondo dell’ultra terreno. Così come detto in apertura, The Nun ci mostra per la prima volta il demone Valak, che ritroveremo successivamente nella saga di The Conjuring. Curiosamente, la continuity nell’universo creato da Wan si deve anche ricercare nella scelta di uno dei protagonisti, dal momento che uno dei due investigatori scelti dal Vaticano, altro non è che Taissa Farmiga, sorella minore di Vera, ovvero la Lorraine Warren di The Conjuring.

The Nun si muove su canoni horror differenti rispetto al progetto originale di Wang, cercando di creare un clima di tensione costante, costellato di tanto in tanto da scontri veri e propri con le entità malvagie che infestano il convento. Purtroppo non riesce nell’intento, perché al di là dei soliti clichè legati al genere di riferimento, si dimostra incapace di instillare nello spettatore quel crescendo di aspettative e di terrore che sono invece l’ottimo biglietto da visita dei due The Conjuring. The Nun, al contrario, dimostra una certa piattezza di fondo, amplificata anche da una sceneggiatura che vede i tre personaggi principali smorzare la tensione attraverso dialoghi del tutto fuori tema e “sottrattivi” nei confronti dell’horror vero e proprio.

Anche in termini visivi il film vive di pochi momenti ben riusciti, se si eccettua proprio l’inquietante figura della suora, interpretata dall’attrice Bonnie Aarons. Per il resto, The Nun sarà dimenticato non appena varcata la soglia della sala, ed è un vero peccato perché un prequel ben eseguito di The Conjuring sarebbe stato un ottimo gancio narrativo per il terzo capitolo della saga. Peccato davvero.

The Nun
The Nun - Immagine 211753
The Nun - Immagine 211752
The Nun - Immagine 211751
The Nun - Immagine 211750
The Nun - Immagine 211749
The Nun - Immagine 211748
The Nun - Immagine 211747
The Nun - Immagine 211746
The Nun - Immagine 211745
The Nun - Immagine 211744

The Nun vorrebbe essere un nuovo pezzo del puzzle dell'universo di The Conjuring, ma è purtroppo un pezzo sbagliato, uno di quelli che non riesci a far incastrare nemmeno con la forza. Troppa poca tensione, troppi effetti da film di serie B, troppo fuori luogo i dialoghi forzatamente ironici. Forse era un progetto troppo importante per un regista semi esordiente? Riprovaci, James.

The Nun

The Nun Cover
  • Regia: Corin Hardy
  • Produzione: Atomic Monster, New Line Cinema, The Safran Company
  • Nazionalità: USA
  • Distributore: Warner Bros. Italia
  • Sceneggiatura: Gary Dauberman
  • Genere: Horror, Thriller
  • Data di uscita: 20 settembre 2018
  • Cast: Demian Bichir, Taissa Farmiga, Jonas Bloquet, Charlotte Hope, Ingrid Bisu, Bonnie Aarons, Jonny Coyne, Simon Rhee
Empire
Future Man

1

Future Man

Viaggi nel tempo e fantascienza in una serie tv che non si prende sul serio e gioca con le citazioni pop

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

Recap Episodio 8x01

Il Trono di Spade
Il Trono di Spade

Le fan theories più assurde e... probabili sul finale di una grande serie

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

L'ottava ed ultima stagione è ormai alle porte

Ultraman

2

Ultraman

Il ritorno del gigante di luce, ma meno gigante del solito

Empire
The Silence
The Silence

Un cast d'eccezione ma poca sostanza per il nuovo horror targato Netflix

Star Wars Episodio IX

9

Star Wars Episodio IX

Analizziamo il trailer e scopriamo qualche teoria.

Avengers Endgame

1

Avengers Endgame

Le differenze tra l'avventura cartacea e il film

Men in Black International

1

Men in Black International

Fantascienza che sa far ridere!

La caduta dell'impero americano
La caduta dell'impero americano

Può un regista ultrasettantenne girare un film come se fosse un trentenne? Se ti chiami Denys Arcand, sì.