Recensione Sunset Overdrive

Grind e sparatorie per tutta Sunset City!
Roberto Vicario Di Roberto Vicario(27 ottobre 2014)
Durante la conferenza pre E3 di Microsoft che si è tenuta lo scorso anno, la casa di Redmond tra i tanti titoli presentati, aveva annunciato anche Sunset Overdrive, ultima fatica di Insomniac Games. Lo stile molto particolare, la frenesia del trailer e un'idea davvero fuori di testa avevano sin da subito catturato l'attenzione di molti giocatori. A distanza di un anno e mezzo dall'annuncio e tantissimi litri di Overcharge bevuti, siamo finalmente pronti per darvi il nostro giudizio definitivo.

Questione di Energy Drink...



Sunset Overdrive è uno sparatutto open world in terza persona che ci porterà nel 2027 all'interno di Sunset City. Questo futuro alternativo ci vedrà vestire i panni di un dipendete della FizzCo, multinazionale che ha creato l'energy drink Overcharge Delirium XT. Il problema è però legato all'eccessivo dosaggio di questa bevanda, che trasforma in mutanti chiamati "OD" gli abitanti della città. Questa reazione trasformerà Sunset City in un vero e proprio campo di battaglia e sopravvivenza, costringendo la popolazione a trovare un modo per salvarsi da questa particolare invasione.
Dopo circa 14 ore - alcune di queste spese giocando missioni secondarie di cui vi parleremo tra non molto - dobbiamo ammettere che la struttura narrativa è molto lineare e con pochissimi acuti in termini di colpi di scena. Tuttavia, grazie ad uno stile decisamente sopra le righe derivato dal mondo punk e una serie di personaggi grado di prendere in giro gli stereotipi più classici del carattere umano, dobbiamo ammettere di esserci divertiti davvero tanto. Il nostro eroe è irriverente e allergico a qualsiasi regola, tanto da assomigliare a una versione punk-moderna dell'altro grande bad boy dei videogiochi: Dante, di DMC.

Inoltre, nel corso dell'avventura l'eroe che comanderemo potrà assumere i connotati che più preferiamo dato che potremo personalizzare sia i lineamenti di corpo e viso, quanto l'abbigliamento, con nuovi oggetti che verranno sbloccati man mano che porteremo a compimento le missioni.

Parlando proprio delle missioni legate alla trama abbiamo notato che la varietà non è mancata. Inseguimenti, raccolte di oggetti, sezioni tower defense, e molte altre varianti più particolari - come ad esempio quella in cui ci verrà chiesto di guidare un aliante - arricchiranno in maniera costante la nostra esperienza di gioco, offrendo (quasi) sempre novità sotto l'aspetto dell'approccio stesso della missione.
Sunset Overdrive - Immagine 1
Sarà possibile personalizzare il proprio eroe.

Per grindare ci vuole stile



Ma come funziona esattamente questo Sunset Overdrive? Per raccontarvelo potremmo citarvi molti titoli famosi, e che sicuramente conoscete come Infamous, Jet Set Radio, Dead Rising e molti altri. Il titolo di Insomiac tuttavia non si limita a prendere spunto da questi giochi, ma piuttosto cerca di creare una sua personale e stilosa visione di questi differenti gameplay.

Sunset City infatti è un immenso “parco giochi” con corrimani, cavi della luce, piattaforme, condotti d'aria e molto altro ancora che si trasformeranno in improbabili grind, o trampolini per lanci aerei. Scordatevi qualsiasi legge della fisica, perché con un po di pratica, grazie ad una curva di apprendimento morbida ma abbastanza lunga, saremo in grado di raggiungere qualsiasi luogo senza mai toccare terra.

La bravura degli sviluppatori è stata anche quella di offrire un level design perfettamente integrato con le abilità del personaggio, dando quindi milioni di possibilità all'interno della mappa. Possibilità che stimoleranno il giocatore a sperimentare, lanciarsi, e scoprire cose sempre nuove.
  • Sunset Overdrive - Immagine 2
    Il grind sarà proprio uno stile di vita.
  • Sunset Overdrive - Immagine 3
    I personaggi hanno molto delle caricature da fumetto.
  • Sunset Overdrive - Immagine 4
    Oltre a sparare potremo usare altri tipi di oggetti.

La componente platform non sarà l'unica cosa di cui dovremo preoccuparci, visto che le attività di shooting sono presenti in maniera davvero massiccia all'interno del titolo. L'attacco da terra, vista la quantità elevata di nemici è altamente sconsigliata, e ci porterà senza troppo indugi ad una morte rapida e dolorosa. Ben più efficace sarà invece l'approccio acrobatico, grazie anche un sistema di auto aim decisamente generoso. Inoltre, compiendo uccisioni con stile, riempiremo una barra che man mano ci sbloccherà delle particolari abilità che andranno ad aumentare le nostre statistiche offensive con nuovi poteri momentanei.

Dopo un iniziale momento di smarrimento, grazie all'estrema fluidità di cui gode il personaggio, scopriremo che questo approccio non solo rende davvero dinamiche e particolari le sparatorie, ma libera una creatività davvero sorprendente. Gran parte del merito va però anche ad altre due componenti fondamentali: le armi ed i nemici. Le bocche di fuoco create dagli sviluppatori saranno strumenti di morte pazzeschi e perfettamente in linea con l'assurdità di tutto il progetto. Fucili che sparano 33 giri, lancia orsetti esplosivi e molto altro ancora che lasciamo a voi il piacere di scoprire. Potremo portare un numero massimo di armi e la scelta dell'arsenale non sarà per nulla scontata.

I nemici presenti infatti saranno di diversi tipi: i già citati OD, alcuni ribelli umani, robot della FizzCo. e varianti con attacchi diversi di questi appena citati. Ogni tipologia di minaccia avrà delle debolezze come fuoco, ghiaccio, elettricità e così via. Starà quindi alla nosta arguzia avere all'interno del nostro arsenale tipologie differenti di armi che ci permetteranno di affrontare in tutta tranquillità i cattivi di turno.

Una città, mille possibilità



Tutto questo non ci deve far inoltre dimenticare l'ottimo open world creato dagli sviluppatori. Sunset City oltre a sfoggiare un level design, che come vi abbiamo già detto ci ha decisamente convinto, offre davvero tantissime possibilità.

Oltre alle missioni principali, il giocatore potrà cimentarsi in tantissime side quest che ci chiederanno compiti davvero divertenti da portare a termine. Avremo le classiche sfide a tempo o a checkpoint, che spingeranno più sulla componente platform del titolo, oppure massacri da portare a termine in un determinato tempo limite piuttosto che proteggere una zona ad oltranza da orde di OD. In base a come porteremo a termine il compito affidatoci verremo ricompensati con una teschio di bronzo, argento o oro, arrichiti anche da oggetti o denaro che ci servirà per acquistare nuove armi presenti all'interno dei vari store clandestini sparsi per la città.

Divertenti le boss fight, anche se sotto questo aspetto ci saremmo aspettati qualcosa di più per quel che concerne la difficoltà. Proprio citando questa parola, arriviamo quindi a parlare di quello che forse è il vero e proprio limite di Sunset Overdrive. Pur essendo estremamente divertente e godibile la mancanza di profondità, alla lunga, inizia a farsi sentire. I motivi sono legati in primis ad una difficoltà davvero basica, ma anche ad un sistema di approccio che punta unicamente sulle evoluzioni, ma rimanendo sempre in superficie e non riuscendo mai ad andare a esplorare più in profondità queste possibilità in termini di gameplay, probabilmente anche per colpa di una intelligenza artificiale davvero poco dinamica e non sempre capace di leggere la situazione e l'evoluzione della sparatoria.
Sunset Overdrive - Immagine 6
Alcuni dei personaggi secondari.
Per gli amanti del multiplayer non mancherà ovviamente una componente multigiocatore che darà ad un gruppo di amici la possibilità di affrontare tre livelli. I primi due ci chiederanno di portare a termine compiti simili a quelli delle missioni single player, mentre l'ultimo stage ci chiederà di collaborare per abbattere un mostro gigante.

Sotto l'aspetto tecnico il titolo ci ha decisamente convinto. Nonostante i 900p il colpo d'occhio è davvero ottimo con una Sunset City in grado di regalare splendidi ambienti e costruzioni ben dettagliate. I modelli poligonali dei personaggi sono molto vicini alle caricature, ma con il giusto grado di cura nei dettagli. Il frame rate è sempre stabile, anche se, vista la frenesia che pervade il titolo, ci saremmo aspettati almeno i 60fps, invece di doverci accontentare dei 30.

Ottima anche la colonna sonora, che in linea con lo stile scanzonato offre tracce tipicamente rock e punk. Decisamente convincente anche il doppiaggio in lingua italiana, soprattutto per quel che riguarda il nostro personaggio.

Tirando quindi le somme dobbiamo ammettere che Sunset Ovedrive ci è piaciuto. Il titolo oltre ad essere estremamente solido, va a riempire un buco che mancava all'interno della line up di Xbox One. Pur non essendo un prodotto perfetto, se siete alla ricerca di un gioco divertente, dinamico, e che vi porti via davvero tanto tempo questo è sicuramente il gioco che fa per voi. Unica pecca, una profondità che alla lunga viene a mancare.
Sunset Overdrive - Immagine 7
Lo ripetiamo: tanta azione.
Sunset Overdrive - Immagine 8
Le armi saranno assurde...
Sunset Overdrive - Immagine 9
...davvero assurde!
Sunset Overdrive - Immagine 10
I nemici saranno anche umani.
8
Sunset Overdrive colma una grossa lacuna all'interno del parco titoli di Xbox One, offrendo un prodotto valido, dinamico ed estremamente divertente. Nonostante pecchi in profondità e la difficoltà sia forse troppo tarata verso il basso, se siete alla ricerca di un gioco fresco e che non si prende troppo sul serio, questo è sicuramente il titolo che fa per voi.
voto grafica8,5
voto sonoro9
voto gameplay8
voto durata8,5

Sunset Overdrive

Sunset Overdrive Xbox One Cover
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
Sniper Elite V2 Remastered
Sniper Elite V2 Remastered

Cecchini ad alta risoluzione

Assetto Corsa Competizione

1

Assetto Corsa Competizione

Manca ormai poco ad Assetto Corsa Competizione. L'abbiamo provato in anteprima ed ecco le nostre impressioni

Team Sonic Racing

1

Team Sonic Racing

Sonic torna a sfrecciare sui kart!

A Plague Tale: Innocence

2

A Plague Tale: Innocence

Il viaggio della speranza di Amicia e Hugo

Licenza di giocare...da tavolo!

2

Licenza di giocare...da tavolo!

Scopriamo le licenze che sono "esplose" anche nel mondo Tabletop!