Recensione Street Fighter IV

Dopo una lunga attesa il padre del picchia duro moderno è di nuovo tra noi...
Massimiliano Balistreri Di Massimiliano Balistreri(10 luglio 2009)
Finalmente dopo svariati mesi, ben 5 per la precisione, il beat'em'up per antonomasia di Capcom giunge anche su pc, dopo aver venduto oltre 4 milioni di pezzi su Xbox 360 e Playstation 3.
L'aspetto più importante che contraddistingue questa versione, e che senz'altro farà piacere a tutti i giocatori su personal computer, è rappresentato dal fatto che non ci troviamo di fronte ad un mero porting, come già visto in passato per giochi usciti in precedenza su console, ma di una versione ad hoc per pc, ottimizzata al massimo e probabilmente la migliore sulla piazza, a patto ovviamente di avere una configurazione adeguata. Fortunatamente i programmatori hanno svolto un lavoro egregio e quindi giá con una configurazione oggigiorno considerata media in ambito gaming (Dual Core 2 ghz, 2 Gb di ram e scheda video Nvidia 8800 Gts o  Ati Serie 4800, con 512 mb di vram) si ottengono prestazioni ottimali, quindi 60 fps in 1080p con praticamente tutti gli effetti attivati. Coloro che possiedono una configurazione più modesta potranno comunque "giocare" con svariati parametri, come la complessità dei modelli, la cura delle texture e il livello di antialiasing, in modo da raggiungere comunque un livello di fluidità tale da non inficiare l'esperienza di gioco. Per evitare brutte sorprese ai suoi potenziali clienti Capcom ha pensato ha tutto, mettendo a disposizione online un tool per effettuare un benchmark prestazionale sull'engine di Street Fighter 4, che trovate a questo indirizzo: link
Dal punto di vista grafico Street Fighter 4 rappresenta un chiarissimo esempio di come sia possibile mettere la tecnologia al servizio della tradizione, confezionando un prodotto squisito dal punto di vista artistico pur sfoggiando tutte quelle caratteristiche tecniche che oggi giorno sarebbe auspicabile ritrovare in un titolo di nuova generazione. I lottatori sono integralmente realizzati con modelli poligonali molto dettagliati, abbelliti da un utilizzo magistrale del cell shading e mossi splendidamente da animazioni fantastiche, il tutto senza mai scendere sotto i 60 frame per secondo (almeno nella configurazione della nostra prova).
Street Fighter IV - Immagine 7
Mentre Sagat è sconfitto
Street Fighter IV - Immagine 8
Ce la farà il nostro verde amico?
Street Fighter IV - Immagine 9
Anche Zangieff pare accusare
La palette dei colori, dalle tinte tipicamente pastello, risulta satura e calda al punto giusto e l'espressività dei personaggi è garantita da una serie sterminata di animazioni facciali ottime, che contribuiscono a rendere verosimile l'interazione tra i contendenti, in ogni momento del round. Anche i fondali sono ottimamente realizzati, e possono contare su una grande profondità e su tantissimi elementi di contorno, tutti sapientemente animati, che contribuiscono a creare un livello di immedesimazione e coinvolgimento davvero soddisfacenti. L'illuminazione, sia dei personaggi che dei particolari del paesaggio, è realizzata magistralmente e si mostra realistica in ogni frangente, in ogni minimo particolare. Menzione particolare per le Ultra combo, che rappresentano davvero un piacere per gli occhi, in particolare nei casi in cui risultino decisive per la vittoria del match, con tanto di mega Sol Levante psichedelico a tutto schermo.  

Il comparto audio, pur mantenendosi su un livello mediamente più che buono, non ci ha comunque fatto gridare al miracolo, escludendo la sigla che accompagna la presentazione, davvero splendida, e disponibile sia in giapponese che in inglese. Le musiche sono comunque ben fatte, alcune magari un pochino anonime; abbiamo avuto modo di ascoltare anche qualche riarrangiamento dei pezzi del mitico Street Fighter 2, presenti in particolare nel corso dei titoli di coda oltre che in alcuni scontri "particolari", e trattenere brividi e commozione risulta davvero impresa ardua. Ottimi gli effetti sonori, sia dei colpi che per quando riguarda il doppiaggio dei personaggi, presente sia in lingua originale giapponese che in inglese, che unitamente alle splendide animazioni contribuiscono a rendere le tecniche di attacco assolutamente realistiche.

Il mio regno per un buon joystick

Come già nella versione console anche per quanto riguarda quella pc è caldamente consigliato l'utilizzo di un joystick, l'unica periferica che vi permetterà di eseguire piuttosto agevolmente le varie combo e super senza rischio di esaurimento nervoso. Nella scelta del modello potrete orientarvi sui modelli già disponibili su console e in particolare su quelli dotati di connessione usb, che dovrebbero essere riconosciuti dal pc in automatico senza particolari problemi.
I prezzi spaziano dai 60 euro fino a svariate centinaia di euro, a seconda della qualità costruttiva e resistenza del pianale, della leva e dei pulsanti. Già con un modello base però potrete apprezzare notevoli miglioramenti rispetto ad un pad di buona qualità, come quello di Xbox 360, parecchio carente sulla croce direzionale.

Multiplayer Online

Il comparto online, utilizzando la piattaforma Games for Windows Live, risulta piuttosto funzionale e in caso di discrete connessioni permetterà, come già su console, di giocare match in rete praticamente esenti da lag e di fatto indistinguibili da scontri offline. Da segnalare la presenza di svariate modalità, tra cui l'interessante Championship, aggiunto su console tramite patch gratuita, che consente di affrontare avversari via via più forti fino al match finale, del quale sarà possibile uppare il replay in caso di punteggi particolarmente ragguardevoli. Peccato per la mancanza del supporto a sfide inter piattaforma con gli utenti Xbox360, che avrebbe ampliato non di poco il bacino dei possibili sfidanti.

12
9,5
Street Fighter 4 rappresenta un sogno che diventa realtà per tutti coloro che, poco più che ragazzini, hanno cominciato a frequentare le sale giochi nei primi anni 90. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, molte console sono uscite sul mercato, ma la magia che questa saga riesce ancora oggi a donare ai suoi fan è rimasta inalterata. Gli sviluppatori sono stati davvero bravi nello sfruttare le possibilità offerte dalla piattaforma PC al servizio del gioco, senza stravolgerne l'essenza e anzi utilizzando le più moderne tecniche di rendering e di filtraggio per valorizzarlo dal punto di vista prettamente artistico, aggiungendo addirittura svariati stili grafici rispetto alle versione console. Il risultato è un capolavoro nel suo genere, che oltre ad emozionare i fan di vecchia data non potrà non far innamorare coloro che ancora oggi gli si avvicinano per la prima volta, con la giusta riverenza verso un nome che, a piena ragione, è stato una delle pietre miliari della storia dei videogame. Un prodotto splendido, sotto ogni punto di vista, che nessun giocatore dovrebbe mai lasciarsi scappare. Un plauso a Capcom, che oggi come allora continua a farci sognare ed emozionare.
voto grafica9,5
voto sonoro8,5
voto gameplay9,5
voto durata9,5

Street Fighter IV

Disponibile per: PC , Xbox 360, PS3
Street Fighter IV PC Cover
Empire
Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Russian Doll

4

Russian Doll

Morire un'infinità di volte può aiutare a comprendere la vita?

Empire
One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony

Warhammer: Chaosbane
Warhammer: Chaosbane

Siamo pronti all'arrivo del brand in salsa hack'n'slash?

The Occupation
The Occupation

Dagli autori di Ether One, una corsa contro il tempo nell'ora della verità