Recensione SCAR Squadra Corse Alfa Romeo

Andrea Casetti Di Andrea Casetti(16 maggio 2005)
Mentre Enthusia, Forza Motorsport e Gran Turismo 4 se le danno di santa ragione per aggiudicarsi il titolo di Real Driving Simulator, sbuca quasi in punta di piedi un prodotto tutto italiano, sfornato dagli stessi che hanno dato vita a Screamer, Superbike e Racing Evoluzione: la Milestone. Tuttavia il loro ultimo prodotto, intitolato Squadra Corse Alfa Romeo, non mira a confrontarsi con gli altri, semplicemente perché preferisce introdurre alcuni aspetti rivoluzionari all'interno di un genere che per troppo tempo è rimasto uguale a se stesso: invece di proporre le solite modifiche estetico-prestazionali all'auto, in questo caso le gare saranno a parità di auto e di messa a punto, mentre l'elemento che potrà subire up-grades sarà il pilota.

1|
Pressione psicologica
Giusto per fare un esempio, l'intimidazione rappresenta la caratteristica che più di ogni altre condizionerà la condotta di gara vostra e degli avversari: basterà infatti seguire a distanza ravvicinata un avversario per notare la sua barra corrispondente alla “salute psicologica” decrescere in modo più o meno rapido (in funzione delle vostre e delle sue capacità) e, una volta completamente svuotata, lo vedrete arrancare faticosamente nel tentativo di mantenere in pista la vettura. Tutto questo, ovviamente, potrà capitare anche a voi: basta invertire i ruoli e, una volta svuotata la vostra barra verde, noterete la grafica del gioco simulare un offuscamento della vista e, al posto del ruggito del motore, sentirete il respiro affannato e il battito accelerato del vostro pilota. Vi accorgerete ben presto che guidare in quelle condizioni è davvero difficile.

SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 3
Le auto in pista sono 8
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 4
Nel caso commettiate un errore, potete spesso contare sul Tiger Effect

Schumacher negli specchietti
In estrema sintesi, i programmatori della Milestone hanno cercato di implementare su console (cogliendo nel segno) ciò che provava Damon Hill quando vedeva la sagoma della monoposto di Schumacher negli specchietti, inducendolo a commettere spesso errori piuttosto grossolani.
Quello appena descritto, tuttavia, non è l'unico aspetto che contraddistingue SCAR dalla massa: bisogna anche menzionare il Tiger Effect, un effetto di controllo del corso del tempo che sembra essere stato importato dalla Persia: esattamente come in the Sands of Time (e nel sequel Spirito guerriero) vi verrà data la possibilità di tornare indietro nel tempo di alcuni istanti, al fine di evitare un errore, o addirittura un ritiro.

Solo Alfa Romeo
Ebbene si: in SCAR è possibile non finire una gara, a causa del numero eccessivo di urti patiti dal vostro pilota. A dire il vero il sistema di gestione dei danni non si avvicina allo sfarzo mostrato dalla serie Colin McRae Rally, in quanto è esattamente quello visto in Racing Evoluzione, in cui si distaccano i paraurti, si rompono i vetri e basta. In ogni caso va lodata l'implementazione di anche questo aspetto, al contrario dei blasonati racing nipponici.
Le auto presenti nel gioco sono in tutto 25, comprendendo modelli attualmente sul mercato, vetture da gara e vecchie glorie del passato (tutte appartenenti alla Casa del Biscione, ovviamente) mentre i tracciati sono una ventina, che spaziano da circuiti internazionali a piste ricavate dalle strade urbane ed extraurbane di varie località italiane.
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 8
Gli effetti luminosi sono ben fatti, anche se sterili: non si riflettono sull'asfalto
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 9
Non avrete a disposizione solo le auto moderne, ma anche storici modelli da competizione
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 10
Le vie di Firenze affrontate a bordo di una splendida Alfa GT
Arcade o simulazione?
Anche il modello di guida si rivela convincente: va detto che si tratta di un'impostazione più simulativa che arcade (esclusa la natura del Tiger Effect), in quanto le auto sono piuttosto ostiche da mantenere in pista, soprattutto a causa della variabilità del bilanciamento della vettura che condiziona, forse in modo eccessivo, la tenuta dell'auto. Se poi si aggiungono gli effetti delle sconnessioni sul comportamento della vostra Alfa, si capisce come SCAR non possa essere considerato un racing arcade. Infine va menzionato un ultimo elemento, fin troppo trascurato dagli odierni titoli: la partenza. In SCAR, dopo molto di tempo, sarete finalmente voi a dover decidere quando ingranare la prima allo scoccare del verde, abbandonando così l'infelice tendenza che vede primeggiare la partenza assistita.

Tecnica e affini
Tecnicamente il gioco si assesta su livelli molto buoni, con un sonoro decisamente all'altezza euna buona grafica, che non si avvicina troppo al fotorealismo solo a causa di una scelta di colori sgargianti. La colonna sonora è composta da remix di Ennio Morricone, ma saranno in pochi ad accorgersene, in quanto SCAR è uno di quei titoli da giocare in assenza di musica. Tra i difetti di questo racing vanno menzionati alcuni aspetti, ereditati direttamente da Racing Evoluzione: in primis il contagiri. Nel momento in cui si preme l'acceleratore, in uscita da una curva, si vede l'acceleratore guadagnare immediatamente alcune centinaia di rpm ingiustificatamente, quasi come il motore fosse collegato alle ruote a mezzo di un giunto elastico. Il secondo aspetto che lascia un po' perplessi è l'eccessiva fatica con cui le auto spuntano alla partenza: in questo caso, un leggero lavoro di frizione avrebbe aiutato non poco.
Infine va detto che il gioco mostra un popup un po' marcato, accompagnato dall'anomala scomparsa delle tracce di pneumatici sulla terra. In ogni caso si tratta di peccati veniali, incapaci di intaccare la bontà del gioco.
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 12
Il fumo delle gomme è piuttosto realistico
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 13
La 147 GTA Cup è piuttosto agile e sprintosa
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo - Immagine 14
Firenze, al tramonto, ha un particolare fascino
8
Dopo la fortunata serie Screamer, Superbike e Racing Evoluzione, la Milestone sforna un altro interessantissimo racing, confermando l'attitudine degli sviluppatori a ideare concetti innovativi e convincenti. La buona AI degli avversari è la minore delle qualità di questo SCAR, capace di proporre un nuovo modo di interpretare le corse grazie alla gestione delle capacità dei piloti. L'ottima concretizzazione dell'idea, coadiuvata da una realizzazione tecnica a buoni livelli, rende questo SCAR un racing da non perdere.
voto grafica7,5
voto sonoro9
voto gameplay8
voto durata7,5
0 commenti

SCAR Squadra Corse Alfa Romeo

Disponibile per: PS2 , PC
SCAR Squadra Corse Alfa Romeo PS2 Cover
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
Atelier Lulua: The Scion of Arland
Atelier Lulua: The Scion of Arland

Torniamo ad Arland per seguire le avventure della giovane Lulua

Total War: Three Kingdoms
Total War: Three Kingdoms

La lotta dei tre regni secondo Creative Assembly

Sniper Elite V2 Remastered
Sniper Elite V2 Remastered

Cecchini ad alta risoluzione

Assetto Corsa Competizione

1

Assetto Corsa Competizione

Manca ormai poco ad Assetto Corsa Competizione. L'abbiamo provato in anteprima ed ecco le nostre impressioni

Team Sonic Racing

1

Team Sonic Racing

Sonic torna a sfrecciare sui kart!