Recensione Pinobee: Quest of Heart

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (21 aprile 2001)
In un tempo che sembra ormai preistoria, Hudson ricopriva il ruolo di terzo soggetto nel celebre triumvirato che, assieme a Sega e Nintendo, rappresentava "chi sapeva fare un gioco di piattaforme". Le esperienze della casa dell'ape (come da storico logo) nel genere di Mario e Sonic sono innegabili e ben fisse nella memoria dei giocatori pi¨ attempati: PC Kid, la mascotte che a lungo servý la causa di Hudson e del PC Engine, riuscý a insidiare i capisaldi del genere, arrivando a colonizzare anche il mondo occidentale grazie alle conversioni (rinominate BC Kid in Europa e Bonk negli Stati Uniti, una bella confusione insomma). Quando si pensa alla Hudson e a i giochi di piattaforme, insomma, va mostrato un certo rispetto, Ŕ consigliabile alzare tanto di cappello e sperare in un nuovo successo. Questo Ŕ, pi¨ o meno, l'atteggiamento con cui andrebbe inizialmente affrontato Pinobee: Quest of Heart, titolo che nelle intenzioni di Hudson dovrebbe andare a ricoprire il ruolo del nuovo personaggio carismatico della software house giapponese. Dopo la serie Bloody Roar e dopo aver dato una mano a Nintendo e Sega con i loro "party game" (Mario Party e Sonic Shuffle), si torna a casa, nella terra dei personaggi tondeggianti di Bomberman e soci..
Pinobee: Quest of Heart - Immagine 1
Pinobee in uno dei primi livelli, mentre si libra a mezz'aria
A QUESTION OF TIME
Prima uscita di Hudson su Game Boy Advance, Pinobee: Quest of Heart va affrontato con il giusto spirito e i tempi "corretti". Leggasi: non condannate il gioco dopo pochi minuti spesi nel terminare livelli piuttosto corti e privi di mordente. Date invece a Pinobee il giusto tempo, gustatevi la struttura dei livelli estremamente ben congegnata e, soprattutto, imparate a passare lunghi minuti nell'esplorazione dei mondi di Pinobee. Lo ammettiamo, inizialmente abbiamo avuto pi¨ volte la tentazione di stroncare senza possibilitÓ di appello Pinobee: Quest of Heart, eravamo quanto mai in errore. Ma procediamo con calma... Pinobee: Quest of Heart Ŕ un classico gioco di piattaforme bidimensionale: si saltella, si elimina qualche nemico e si zompetta allegramente (o si semi-svolazza, avendo sotto controllo un'ape) da piattaforma in piattaforma: nulla di particolarmente stravolgente insomma. Giudicare un titolo simile dal "grado di originalitÓ" Ŕ per˛ quasi riprovevole, dato che Ŕ nella stessa natura del Game Boy Advance (o perlomeno di questi primi suoi mesi di vita) offrire principalmente un sano ritorno alle origini del gioco a 16 bit. Una piccola oasi di natura completamente bidimensionale e amorevolmente legata alle sue radici chiamate Super Nintendo
0 commenti

Pinobee: Quest of Heart

Pinobee: Quest of Heart Game Boy Cover
  • Piattaforma: Game Boy
  • Produzione: Hudson
  • Sviluppo: Artoon
  • Genere: Platform
  • PEGI: +12
  • Data di uscita: aprile 2001
Empire
Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

L'alienista
L'alienista

I Mindhunter nella New York di fine Ottocento

Empire
Atelier Lulua: The Scion of Arland
Atelier Lulua: The Scion of Arland

Torniamo ad Arland per seguire le avventure della giovane Lulua

Total War: Three Kingdoms
Total War: Three Kingdoms

La lotta dei tre regni secondo Creative Assembly

Sniper Elite V2 Remastered
Sniper Elite V2 Remastered

Cecchini ad alta risoluzione

Assetto Corsa Competizione

1

Assetto Corsa Competizione

Manca ormai poco ad Assetto Corsa Competizione. L'abbiamo provato in anteprima ed ecco le nostre impressioni

Team Sonic Racing

1

Team Sonic Racing

Sonic torna a sfrecciare sui kart!