Recensione Mal di Pietre

Marion Cotillard bollente e tormentata accende la campagna francese
Elisa Giudici Di Elisa Giudici(14 aprile 2017)

Non deve sorprendere che il best seller italiano di Milena Agus sia stato portato al cinema grazie a una produzione francese. Questa sofferenza e travolgente storia d'amore - che valse all'autrice parecchi riconoscimenti e traduzioni in 18 lingue - raggiunse la fama in madre patria solo dopo che un giornalista de La Stampa ne notò l'istantaneo, travolgente successo in Francia. 

Mal di Pietre - Immagine 1
Milena Agus, autrice del romanzo da cui è stato tratto il film

A incarnare la problematica protagonista del romanzo c'è l'attrice francese più internazionale e iconica di oggi, Marion Cotillard: le sue fattezze sensuali e intense diventano quelle di Gabrielle, figlia problematica di una coppia di possidenti del sud della Francia, costretta a sposare José (Alex Brendemühl) un esule spagnolo e onesto bracciante. Le sue crisi nervose e il suo rapporto esplicito col proprio corpo spingono i suoi genitori a darla in sposa a un uomo onesto e rispettabile, seppur povero, nella speranza che "ripulisca" anche l'immagine della tormentata figlia, con molteplici problemi psicologici. 

Mentre tenta di trovare un suo equilibrio nel rapporto col marito che non ama ma dalla cui sessualità e involontariamente affascinata, Gabrielle incontra un reduce della guerra d'Indocina André (Louis Garrel), ricoverato come lei in una clinica svizzera. Mentre cura il suo "mal di pietre" (calcoli renali) Gabrielle scoprirà l'amore vero e, da allora, tenterà di raggiungerlo, tenacemente e disperatamente, cercando la libertà dall'apparente gabbia del suo matrimonio di comodo. 

Mal di Pietre - Immagine 2

Immerso in una Francia contadina soffocante per la calura e per il suo perbenismo, incapace di comprendere la profondità del disagio di Gabrielle, Mal Di Pietre non è un film facilissimo da approcciare per come decide di abbracciare il carattere ribelle e scostante della sua protagonista. 

La costruzione della storia stessa (e in particolare la riuscita parte finale del film) fornirà uno sguardo meno partigiano sul desiderio d'amore e d'amare di questa donna sola con i suoi demoni e desideri inespressi, ridando giusta dignità all'uomo che le sta a fianco e che onorerà sempre la promessa fatta a sua madre di starle vicino, nonostante tutto. 

Mal di Pietre - Immagine 3

 

Talvolta brusco e scostante come la sua volitiva, sofferente e sensualissima protagonista, Mal di Pietre sta a metà tra il film drammatico e il melodramma sentimentale, rigettando con forza l'approccio morbido e suadente di alcune di queste pellicole. La regia di Nicola Garcia è elegantissima (talvolta persino leziosa) e accoglie lo spettatore in questo contesto bucolico e marino da sogno, dove però rimane impossibile per Gabrielle liberarsi dei suoi ricordi e dei suoi demoni. Certo non è un'impresa semplice e confortevole arrivare a fine film, respinti come José dal personaggio duro ed egoista di Gabrielle, ma le risposte che la chiusura del film dà confermano che c'è del potenziale, che talvolta l'approccio respingente della pellicola rende difficile da scorgere. 

Mal di Pietre

Mal di Pietre Cover
  • Titolo Originale: Mal de pierres
  • Regia: Nicole Garcia
  • Produzione: France 3 Cinéma, Studio Canal, Les Productions du Trésor
  • Nazionalità: Francia, Belgio, Canada
  • Distributore: Good Films
  • Sceneggiatura: Nicole Garcia, Jacques Fieschi, Natalie Carter, Milena Agus
  • Genere: Sentimentale, Drammatico
  • Durata: 160 min.
  • Sito ufficiale
  • Data di uscita: 13 aprile 2017
  • Cast: Marion Cotillard, Louis Garrel, Alex Brendemühl
Empire
True Detective

3

True Detective

Due detective, un omicidio e un feticcio nel bosco. Suona familiare?

Das Boot

1

Das Boot

Tutti pronti per l'immersione su Sky?

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

2

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

Bentornata Sabrina! Più horror, più latino ma soprattutto... più Satana

Netflix

1

Netflix

Siete di nuovi su Netflix? Eccovi qualche consiglio..

Empire
L'agenzia dei bugiardi
L'agenzia dei bugiardi

Una commedia chiassosa sulle dinamiche di coppia

L'agenzia dei bugiardi
L'agenzia dei bugiardi

La conferenza stampa del cast

Creed II

1

Creed II

Adonis torna sul ring, ma stavolta il vero protagonista è Rocky...

Se la strada potesse parlare
Se la strada potesse parlare

Ritorna in scena il regista di Moonlight, ma è un passo indietro

Mia e il leone bianco
Mia e il leone bianco

Non è l'anno del Leone..