Recensione Madden NFL 2000

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (18 febbraio 2000)
Madden, Fifa, Nhl e Nba: quattro serie, quattro licenze ufficiali, una sola software house; e tanti, tantissimi sequel. Addirittura troppi, a parere di gran parte dei videogiocatori. Basti pensare che la saga che analizzeremo in dettaglio nel corso di questa recensione, vide la luce su console nel lontano 1991, per la precisione su Sega Mega Drive. L’immancabile franchise attira-utenti (EA è sempre EA), quello dell’ex coach John Madden, e l’ottima qualità del gioco vero e proprio colpirono, sin dai principi, positivamente critica e utenza che, ben presto, lo segnalarono come il miglior esponente della categoria dei giochi di football per console. Gli anni passano e da allora, puntualmente, con il cadere della festività natalizia, EA Sports presenta al popolo videoludico il nuovo capitolo della saga di Madden. E, naturalmente, anche quest’anno, l’anno che conclude il secondo millennio, la nota softco canadese non è mancata al consueto appuntamento
Madden NFL 2000 - Immagine 1
La vedo brutta...
Il primo impatto con Madden NFL 2000, come sovente accade nei titoli EA, lascia spazio all’entusiasmo. Il Full Motion Video che precede l’ingresso ai menu di selezione, l’aspetto dei quali risulta chiaro e gradevole, è indubbiamente ben realizzato. Certo, non sono questi i particolari che rendono grande un videogioco, ma non si può nemmeno negare che ben dispongano il videogiocatore
GAME MODE
Nel pieno rispetto dei tradizionali canoni della simulazione sportiva (termine che, comunque, calza un po’ stretto al titolo in questione), Madden NFL 2000 abbonda di modalità di gioco. Tralasciando i classici, ma indispensabili, campionati e playoff, il titolo EA presenta due singolari modalità: il Franchise Mode e il Simulation Mode. La prima vi vedrà vestire i panni dell’allenatore con, ovviamente, il fine di uscire vincitore dal campionato. Ma è verità universalmente riconosciuta che un allenatore, per quanto abile, sia epidermicamente predisposto a subire le pesanti critiche del pubblico; critiche che, inevitabilmente, giungono alle influenzabili orecchie del presidente, il quale, senza indugiare, potrebbe esortare il suo dipendente ad alzarsi dalla panchina per accomodarsi al di fuori dello stadio. La possibilità dell’esonero è, dunque, una tangibile realtà nel titolo EA e, come del resto nella vita di tutti i giorni, l’unico modo per evitarla è quello di conseguire risultati più che soddisfacenti. Nell’altra modalità, denominata Simulation, potrete rivivere le emozioni del passato, recitando un ruolo da protagonista in dieci tra i più celebri match della storia dell’NFL. Chi segue il football non potrà che apprezzare questa modalità che, tuttavia, non è stata partorita dalle menti dei programmatori EA, ma solo adattata al football (una simile modalità era apparsa, ed appare tuttora nelle più recenti release del gioco, già nei primi ISS per Super Nes)
0 commenti

Madden NFL 2000

Disponibile per: PSOne , N64, PC
Madden NFL 2000 PSOne Cover
Empire
Tom Clancy's Jack Ryan
Tom Clancy's Jack Ryan

Il ritorno alle origini di uno dei personaggi più amati del grande schermo

Orange is the New Black
Orange is the New Black

Quest'estate non cambiare: stesso carcere, stesso canale!

Empire
Valkyria Chronicles 4
Valkyria Chronicles 4

Abbiamo provato Valkyria Chronicles 4, già disponibile online con una corposa demo.

NBA 2K19
NBA 2K19

La perfezione del fuoriclasse!

Fist of the North Star: Lost Paradise

5

Fist of the North Star: Lost Paradise

Hokuto no Ken incontra la formula Yakuza: abbiamo provato il titolo SEGA dedicato al portatore delle Sette Stelle.

V-Rally 4

4

V-Rally 4

V-Rally morde l'asfalto, ma senza denti...

Naruto to Boruto: Shinobi Striker
Naruto to Boruto: Shinobi Striker

Non è facile uscire dall'ombra del proprio nome