Recensione La Leggenda del Profeta e dell'Assassino

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (13 marzo 2001)
Paulo Cohelo e Arxel Tribe: un famoso romanziere New Age, autore di The Alchimist e un team di programmatori. La letteratura e i videogiochi s'incontrano nuovamente per un fruttuoso sodalizio, dopo il successo di Pilgrim, un'avventura del 1996. Cohelo continua a sviluppare la trama della leggenda medievale, che nel gioco di cinque anni fa aveva come protagonista Simone di Lacrois, un profeta che dovevamo condurre a fondare Jebus, città ideale dove la violenza e la guerra erano bandite. La Il nuovo gioco, intitolato La Leggenda del Profeta e dell'Assassino è ambientato nel XIII secolo, cinquant'anni dopo la precedente avventura: il nuovo protagonista è l'ex-cavaliere Templare Tancredi di Nerac, che aveva disertato l'Ordine, diventando un assassino senza legge
La Leggenda del Profeta e dell'Assassino - Immagine 1
Dovremo ricostruire anche un golem: un puzzle semplice
Nel suo cuore, tuttavia, scoppia improvviso un inedito desiderio, appresa l'esistenza di Jebus: pace, finalmente. L'assassino diventa utopista e sogna la fine della personale guerra contro il mondo. Il gioco inizia alle porte della città mitica, ove, con grande orrore e delusione, Tancredi scopre solo distruzione. Il progetto è fallito, gli abitanti sono scomparsi; un vecchio, solo, continua a costruire Jebus, non arreso alla sconfitta dei sogni. L'assassino aveva sperato. Aveva cercato un'altra vita, senza guerra e dolore. Ora la delusione lo riporta alla realtà, al suo ruolo abituale: cercherà Simone di Lacrois, il profeta, per vendicarsi di aver perduto il sogno. La Leggenda del Profeta e dell'Assassino: un'umanissima storia di ricerca interiore, delusione, rabbia, firmata dalla genialità di Paulo Cohelo
RICERCA TRIDIMENSIONALE
Il gioco utilizza un motore grafico sempre più diffuso in un certo segmento di adventure: tridimensionalità delle scene, con spostamenti fluidi a 360 gradi, ma lo spostamento da una scena all'altra avviene a "scatti". Non è quindi la stessa tridimensionalità di un moderno sparatutto in soggettiva, bensì quella di Dracula, per esempio: ci muoveremo a salti, in avanti e indietro, ma esploreremo liberamente con lo sguardo in ogni locazione. La qualità delle texture è sufficiente e rende ottimamente l'atmosfera di sogno e mito, grazie ai colori sfumati, come provenienti dal ricordo di un tempo passato o mai esistito
0 commenti

La Leggenda del Profeta e dell'Assassino

La Leggenda del Profeta e dell'Assassino PC Cover
Empire
Tom Clancy's Jack Ryan
Tom Clancy's Jack Ryan

Il ritorno alle origini di uno dei personaggi più amati del grande schermo

Orange is the New Black
Orange is the New Black

Quest'estate non cambiare: stesso carcere, stesso canale!

Empire
Fifa 19
Fifa 19

Calcio d'inizio stagionale per il calcistico di EA!

Valkyria Chronicles 4
Valkyria Chronicles 4

Abbiamo provato Valkyria Chronicles 4, già disponibile online con una corposa demo.

NBA 2K19
NBA 2K19

La perfezione del fuoriclasse!

Fist of the North Star: Lost Paradise

5

Fist of the North Star: Lost Paradise

Hokuto no Ken incontra la formula Yakuza: abbiamo provato il titolo SEGA dedicato al portatore delle Sette Stelle.

V-Rally 4

4

V-Rally 4

V-Rally morde l'asfalto, ma senza denti...