Recensione KA 52 Team Alligator

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (1 luglio 2000)
Da poco pi¨ di due settimane ho smesso di giocare con un ottimo titolo di simulatori di elicotteri da combattimento, "Enemy Engaged. Comanche vs Hokum" della Empire, e mi ritrovo ora a giocare un suo degno rivale, KA-52: Team Alligator, edito dalla Gt Games. Questo simulatore Ŕ l'ultimo prodotto di un genere che ha avuto le proprie file grandi successi, come "Gunship" o "LongBow2" che molti di voi avranno certo giocato. La guida di un elicottero nei simulatori, per chi non ne avesse ancora esperienza, Ŕ decisamente diversa da quella che si adotta nei simulatori di volo "classici" in cui ci si trova nella cabina di pilotaggio di un aereo. Con questo mezzo infatti si Ŕ molto pi¨ coinvolti nell'azione (non che guidando un F-22 non ci si trovi in mezzo ad azioni mozzafiato, ma qui il contatto con il nemico Ŕ pi¨ immediato), si vola rasoterra tra le file nemiche e si guida un mezzo sostanzialmente in grado di compiere anche le evoluzioni pi¨ azzardate, ma con dei limiti fisici ben delineati
KA 52 Team Alligator - Immagine 1
Un'immagine dall'introduzione: due Ka-52 entrano in gioco...
Per quanto possa essere potente e veloce, il nostro elicottero non potrÓ mai contare sullo "scatto" per evitare un missile, ma dovrÓ essere l'abilitÓ e la scaltrezza del pilota a garantirgli una buona cena in famiglia. La velocitÓ non Ŕ in grado di competere con quella di un qualsiasi aereo, ma la possibilitÓ di muoversi in qualsiasi direzione, la maneggevolezza e la versatilitÓ, ne fanno un mezzo adattissimo alle incursioni ed alle imboscate. La differenza maggiore per noi giocatori Ŕ l'interfaccia. La tastiera diventa infatti una vasta consolle di controllo e parte integrante della simulazione. Il problema principale della maggior parte di questi titoli consiste nella vastitÓ di comandi da imparare prima di poter finalmente far alzare decentemente in volo quella maledetta scatoletta con due eliche
Ma passiamo ora a descrivere il mezzo che andremo a pilotare in questo titolo sviluppato dalla Simis. Il Kamov-52, chiamato dalla nato Hokum B, Ŕ un elicottero a due posti da combattimento di produzione russa, adatto ad incursioni rapide notturne e diurne. La sua caratteristica pi¨ evidente Ŕ che al posto del rotore di coda, per evitare l'effetto di automazione generato da una pala, viene impiegato sistema di rotori coassiali controrotanti (uno sopra l'altro...per intenderci!), dando al mezzo maggiore spinta verticale e quindi potenza. Una sua prerogativa Ŕ la pesantissima corazzatura che protegge motore, munizioni e pilota, a danno per˛ della scarsa visibilitÓ che si gode dalla cabina. La velocitÓ massima che pu˛ raggiungere Ŕ di 350 km orari, con un autonomia a pieno armamento di 450 km
0 commenti

KA 52 Team Alligator

KA 52 Team Alligator PC Cover
Empire
La veritÓ sul caso Harry Quebert
La veritÓ sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente Ŕ come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony

Warhammer: Chaosbane
Warhammer: Chaosbane

Siamo pronti all'arrivo del brand in salsa hack'n'slash?

The Occupation
The Occupation

Dagli autori di Ether One, una corsa contro il tempo nell'ora della veritÓ