Recensione Imperium: le grandi battaglie di Roma

Francesco Menna Di Francesco Menna(8 febbraio 2005)
In molti ormai conosceranno il genere RTS, una filosofia di gioco che ha avuto in Dune 2 il capostipite e che da allora ha mietuto sempre più consensi in tutto il mondo. Molti di voi conosceranno ormai anche la FX Interactive, casa spagnola ormai famosissima per riuscire a immettere sul mercato titoli validissimi (forse non proprio tecnicamente all'avanguardia), a prezzi molto concorrenziali. Siamo giunti a commentare l'ultimo lavoro di Haemimont Games per la FX, Imperivm “Le grandi battaglie di Roma”( Imperivm GBR da ora in poi ndr), seguito del primo capitolo Imperivm “Le guerre puniche” uscito circa un anno fa. Col lancio del primo Imperivm, Haemimont si era prefissa di inaugurare un nuovo standard di gioco da affiancare all'RTS (Real Time Strategy): l'RTC (Real Time Conquest). Molto brevemente si tratta di un RTS d'azione in cui è molto più importante la tattica militare e il possesso del territorio per rafforzarsi che non l'allestimento di un esercito barricato in solide mura, aspettando che sia enorme prima di mandarlo ad attaccare. La frenesia presente nell' RTC, dovuta al fatto di dover controllare con risorse militari estremamente contate un territorio molto vasto, è infatti una componente praticamente assente nell'RTS canonico. Questa è la caratteristica principale che divide i due Imperivm da tutto il resto del panorama RTS, facendo eccezione per Z Steel Soldiers, titolo uscito quasi 6 anni fa e che è concettualmente simile ad essi.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 1
Da questo menu potrete configurare uno scenario come vorrete.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 2
La scelta della civiltà da comandare non è delle più facili: ognuno ha i suoi punti di forza e i suoi punti deboli.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 3
Talvolta potrebbero comparire dei consigli su come comportarsi. Potete anche disattivarli ovviamente.
Tolomeo: “Allora, oggi conquisto Roma...”
Cesare: “ Ma come, non dovremmo essere noi a conquistare l'Egitto?”
Tolomeo: “Lo so, ma l'utente ha scelto gli egiziani come sua civiltà di conquista.”
Cesare:”Tolomeo, per stavolta ti sei salvato... Certa gente ha tutte le fortune...”


Come avrete capito, in GBR, le civiltà disponibili saranno ben 7: ai romani (che disporranno di truppe dell'era repubblicana o dell'era imperiale) e ai cartaginesi, già presenti nel primo Imperium, si aggiungono gli egiziani, gli iberici, i britannici, i gallici e i germanici. Tutte queste civiltà saranno selezionabili sia in singolo che in multiplayer, e ognuna dispone di una sua modalità campagna che ha come finalità il dominio sulle altre civiltà presenti, e su Roma in particolare. Questa è, in sintesi, una delle innovazioni del nuovo capitolo di Imperivm, mentre per le altre, vi rimando al box apposito. Uno dei punti di forza del nuovo titolo della FX Interactive è la fedele ricostruzione storica di ogni particolare, da quelli estetici come il design delle unità, fino ad arrivare alla rappresentazione delle reali battaglie che si tennero a quei tempi. Come è logico, per apprendere le gli elementi di base delle meccaniche di gioco, c'è un tutorial molto esaustivo e ben strutturato che vi permetterà di muovere agevolmente i primi passi verso il successo, esattamente come nel primo Imperivm.
1|
Sono inoltre presenti, oltre alla modalità conquista (ovvero la campagna), anche altre tipologie di gioco come la “strategia” che genererà un nuovo scenario sempre diverso in cui cimentarsi, oppure le “Grandi battaglie” che vi vedranno affrontare conflitti realmente accaduti. Come dicevamo, nell'RTC, la cosa importante è espandersi il più possibile e il prima possibile, per negare risorse importanti al nemico e farle proprie. Questo porta a difficoltà di gestione del territorio che quindi deve essere studiato e difeso con grande strategia dato che spesso ci si trova in svantaggio numerico ed è importante avere sempre truppe bilanciate. Questa è la principale caratteristica dell'RTC rispetto all'RTS. In più, le vostre truppe e i vostri eroi, vincendo scontri, diverranno sempre più forti, aggiungendo una componente di GDR al gioco.

Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 5
Una piccola task force per esplorare il terreno circostante. I guaritori sono sempre indispensabili un un buon esercito.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 6
L'attacco a questo forte si sta rivelando redditizio. Presto sarà nostro

Tecnica realizzativa solida ma molto migliorabile.

In realtà, l'unico difetto storico della serie Impervm risiede nel comparto grafico, realizzato in un 2D tutto sommato ben realizzato e funzionale, ma che non dà allo spettatore quell'appagamento visivo che possono fornire altri titoli. Insomma, anche senza guardare ai giochi 3D come Rome Total War, Imperivm mostra il fianco. Ci sono strategici bidimensionali, anche piuttosto datati, come Age of Empires 2 o Stronghold, realizzati decisamente meglio visivamente. I difetti tecnici finiscono comunque qui, poiché, invece, la componente sonora è di primo livello con effetti e voci davvero ottimi. Non a caso, i doppiatori sono gli stessi di alcuni telefilm e cartoni animati di successo. Veniamo alla domanda fatidica: Imperivm GBR merita l'acquisto? Sicuramente si. Se non avevate il primo capitolo, è un acquisto ancor più giustificato. Se avete anche il primo capitolo e volete comandare nuove unità in nuove missioni vale lo stesso discorso. Solo nel caso in cui ne aveste abbastanza di RTC dal primo capitolo o proprio non sopportate il genere, pensateci prima di acquistarlo. Rimane il fatto che un gioco di questa fattura, a questo prezzo, è un affare. Anche se qualche cambiamento in più sarebbe stato una vera manna...
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 11
I britannici hanno villaggi molto simili a monumenti megalitici. Attenti ai loro capi normanni: grandi combattenti.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 12
Questi dolmen sono presidiati da alcuni galli. Se impersonate i britannici sarà importante riconquistarli.
Imperium: le grandi battaglie di Roma - Immagine 13
Ogni civiltà ha il suo stile di costruzione, come avete potuto notare. Questo è un forte iberico.
7
Imperivm GBR mantiene tutti i pregi (tanti) e i difetti (pochi) del suo predecessore. Paradossalmente, il difetto più grande è proprio questo: non riuscire a staccarsi più di tanto da esso per essere considerato un gioco nuovo di zecca. A parte poche e mirate migliorie, si ha, infatti, troppo spesso l'impressione di trovarsi ancora di fronte al primo Imperivm. Rimane un titolo validissimo e completo, però un minimo di innovazione sostanziale in più sarebbe stato apprezzato. Intendiamoci, pur avendo un voto minore, Imperivm GBR e un titolo più completo e meglio strutturato del primo capitolo. Manca solo di una componente (fondamentale): l'innovazione a trecentossessanta gradi. Consigliato a chi abbia già finito il primo e voglia nuove missioni e nuove unità, e a quei pochi appassionati che ancora non lo hanno provato. Se cercate però un gioco completamente nuovo rimarrete delusi.
voto grafica6,5
voto sonoro8
voto gameplay8
voto durata8,5
0 commenti

- 5 %

Acquista la versione PC

2.96€2.81€

Imperium: le grandi battaglie di Roma

Imperium: le grandi battaglie di Roma PC Cover
Empire
Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

Recensione episodio 8x02

Future Man

1

Future Man

Viaggi nel tempo e fantascienza in una serie tv che non si prende sul serio e gioca con le citazioni pop

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

Recap Episodio 8x01

Il Trono di Spade
Il Trono di Spade

Le fan theories più assurde e... probabili sul finale di una grande serie

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

L'ottava ed ultima stagione è ormai alle porte

Empire
Mortal Kombat 11
Mortal Kombat 11

Vittoria sfolgorante (cit.)

Server Tycoon
Server Tycoon

Intervista agli sviluppatori

Pagan Online
Pagan Online

Abbiamo testato la nuova produzione Wargaming e le sorprese sono davvero tantissime!

Vaporum
Vaporum

Ottima idea, realizzazione da dimenticare. Peccato.

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

1

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

Phoenix Wright raggiunge la maggiore età