Recensione Il Ritorno di Mary Poppins

Dopo ben 54 anni arriva il sequel del classico Disney
Aida Picone Di Aida Picone(14 dicembre 2018)

Il 20 dicembre torna in sala la tata più straordinaria che ci sia, l’ unica e sbalorditiva Mary Poppins! Era il lontano 1964 quando il magico Superfalifragilistichespiralidoso approdava nelle sale di tutto il mondo, coinvolgendo i bambini di tutte le età e di tutte le generazioni con il suo ritmo incalzante; dopo quasi 60 anni la Disney ci riprova. Sotto la regia di Rob Marshall prende vita il secondo capitolo sulle avventure di Mary Poppins, dal libro pubblicato nel 1935 dalla stessa P.L. Travers.

Siamo nel tempo della grande depressione e Micheal e Jane Banks sono diventati due adulti decisamente simili ai loro genitori; il primo (Ben Whishaw) lavora come cassiere nella stessa banca di cui il padre era socio, la seconda (Emily Mortimer) è una sindacalista pronta a battersi per i diritti dei lavoratori sottopagati. Persino la casa è la stessa, nonostante stiano per perderla a causa di un debito. L’ultimo anno, del resto, è stato particolarmente complicato per Michael Banks che, dopo la morte della moglie, ha dovuto mettere da parte la sua passione per il disegno per cercare di fare il necessario per il sostentamento dei suoi tre figli. Annabel, Georgie e John avranno bisogno dell’aiuto della magica bambinaia (Emily Blunt), così che loro possano tornare ad essere più bambini che piccoli adulti.

Più che un sequel, quello che si apre agli occhi dello spettatore sembra quasi essere un remake, fatto bene, ma pur sempre un rifacimento di quel che è già conosciuto. La storia è praticamente uguale; i personaggi sono mutati nella forma, ma non nella sostanza; le scene sono praticamente identiche; persino i costumi sono così simili da essere in grado di richiamare visivamente il ‘passato’; il tutto condito con una dose di rap in chiaro riferimento a una cultura un po’ più odierna. Senza ricorrere agli spoiler basta aver rivisto il film del ‘64 pochi giorni prima di entrare in sala per permettere a se stessi di rendersi conto di aver praticamente già visto tutto.

Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 4

Far partire la storia con i due piccoli Banks cresciuti, e mostrare come siano diventati la copia dei loro genitori, è quasi una involuzione. Michael e Jane hanno vanificato gli insegnamenti della tata, facendo in modo che il pubblico possa immaginare che tra una ventina di anni anche i tre nuovi Banks dimentichino tutto, commettendo gli stessi errori genitoriali. Ma, pur con queste premesse, ci si trova davanti a due ore di spettacolo in grado di catapultare chiunque nella propria infanzia. È quasi impossibile non sentire le citazioni o gli omaggi alla vecchia pellicola; grazie anche alla presenza di un paio di comparse di tutto rilievo: Dick Van Dyke spazzacamino allora e anziano banchiere adesso; o la vecchia signora dei piccioni presente sulle scale della banca. La lacrimuccia di emozione che riga la guancia, insomma, è dietro l’angolo, specialmente nel vedere Mary Poppins scendere dalle nubi.

Gli attori sono impeccabili, la scelta del cast è giustissima e rende maggiormente godibile il film. Sicuramente chi comprende la lingua originale della pellicola troverà molto più apprezzabile vederlo proprio in inglese, del resto gli interpreti sono stati praticamenti scelti proprio per le loro doti canore. La Blunt è perfetta sotto praticamente ogni punto di vista; angelica in questo film quanto perfida ne Il diavolo veste Prada. Allo stesso modo Jack, interpretato da Lin-Manuel Miranda, viene caratterizzato proprio secondo le abilità del suo interprete in quanto famoso proprio nella scena rap.

Si entra in sala con tantissime aspettative, forse troppe, ma si torna a casa con un grosso dubbio sulle spalle.

Il Ritorno di Mary Poppins
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213611
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213610
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213609
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213608
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213607
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213606
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213605
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213604
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213603
Il Ritorno di Mary Poppins - Immagine 213602

Più remake che sequel, il secondo capitolo della avventure di Mary Poppins tocca sapientemente le corde della nostalgia, anche grazie a un cast azzeccato. Tutto questo, però, non basta a confezionare un film originale, e la sensazione di ‘già visto’ rimane addosso per tutta la proiezione.  

Il Ritorno di Mary Poppins

Il Ritorno di Mary Poppins Cover
  • Titolo Originale: Mary Poppins Returns
  • Regia: Rob Marshall
  • Produzione: Marc Platt Productions, Walt Disney Pictures
  • Nazionalità: USA
  • Distributore: Walt Disney Italia
  • Sceneggiatura: David Magee
  • Genere: Family, Fantasy
  • Durata: 130 min.
  • Data di uscita: 20 dicembre 2018
  • Cast: Emily Blunt, Meryl Streep, Lin-Manuel Miranda, Ben Whishaw, Emily Mortimer, Colin Firth, Dick Van Dyke, Serena Rossi, Angela Lansbury, Julie Walters, Jeremy Swift
Empire
Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

Empire
Rapina a Stoccolma
Rapina a Stoccolma

La vera storia sulla nascita della famosa sindrome

Toy Story 4
Toy Story 4

Giocattoli on the road!

I morti non muoiono
I morti non muoiono

Jarmusch e zombi: un binomio perfetto

Pets 2 - Vita da Animali
Pets 2 - Vita da Animali

Tornano i nostri animali domestici preferiti!

X-men: Dark Phoenix

2

X-men: Dark Phoenix

Il canto della Fenice