Recensione Ghoul Panic

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (29 maggio 2000)
Una casa stregata piena zeppa di fantasmi, decine di gatti gialli prigionieri dei malefici boss, e due gatti, rosa e blu decisi ad ogni costo a liberare i propri simili: una trama non troppo originale, con protagonisti che paiono appena usciti da un anime del sol levate, per questo nuovo gioco della Namco, che richiede in modo praticamente obbligatorio la pistola Guncon
La struttura di gioco è chiaramente ispirata al mito Point Blank, anzi più che ispirata appare proprio trasposta in maniera identica, specie durante la modalità arcade. D’altra parte sia la software house che lo sviluppatore sono gli stessi del fortunatissimo e divertente predecessore
Ghoul Panic - Immagine 1
I due protagonisti del gioco
Come detto è assolutamente necessaria la pistola GunCon, o modelli compatibili a questo standard per giocare a Ghoul panic, subito dopo il caricamento iniziale del gioco sarà possibile scegliere la lingua, essenziale per capire al meglio come affrontare i livelli e successivamente ci verrà chiesto di sparare ad un bersaglio in modo da calibrare al meglio l’arma, il consiglio è di sparare più volte mirando attentamente al centro del bersaglio, per essere sicuri di aver effettuato una calibrazione ottimale, in ogni modo tramite le opzioni sarà possibile ricalibrare la periferica
Il layout di gioco, simile per tutte le modalità è il seguente: una volta scelto il livello da affrontare appare una breve scheda di presentazione degli obiettivi dello stage, ovvero il numero e la qualità dei bersagli da eliminare, i tipi di bersagli da non colpire ed eventuali spiegazioni aggiuntive, come la quantità di proiettili disponibili ed il tempo concesso, dopo un breve caricamento potrete iniziare a sparare, seguendo le indicazioni precedenti
Le vite a disposizione del giocatore sono 3, rappresentate da altrettanti cuori in basso a sinistra dello schermo, le vite possono essere perse se: non si raggiunge l’obiettivo minimo specificato prima dello stage, si spara in punti "proibiti", si viene colpiti dall’attacco dei boss, oppure se si spara a gatti, fantasmi bomba, (distinguibili grazie ad al colore nero,il teschio e la miccia accesa in testa) o ai fantasmi dell’avversario. In alcuni casi è possibile vincere una vita supplementare, tramite livelli bonus, è comunque possibile continuare il gioco dopo l’esaurimento delle tre vite in ogni modalità di gioco a parte quella sopravvivenza
0 commenti

Ghoul Panic

Ghoul Panic PSOne Cover
Empire
True Detective

3

True Detective

Due detective, un omicidio e un feticcio nel bosco. Suona familiare?

Das Boot

1

Das Boot

Tutti pronti per l'immersione su Sky?

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

2

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

Bentornata Sabrina! Più horror, più latino ma soprattutto... più Satana

Netflix

1

Netflix

Siete di nuovi su Netflix? Eccovi qualche consiglio..

Empire
Metro Exodus

2

Metro Exodus

L'attesa è quasi finita, ecco il nostro Hands on di Metro Exodus

Onimusha: Warlords

11

Onimusha: Warlords

Capcom riporta in vita una saga ingiustamente snobbata da troppo tempo.

New Super Mario Bros. U Deluxe

2

New Super Mario Bros. U Deluxe

Mario risorge come l'araba fenice su Nintendo Switch

Tales of Vesperia: Definitive Edition

1

Tales of Vesperia: Definitive Edition

Tales of Vesperia si rifà il trucco

Un mese di videogames

2

Un mese di videogames

Chi ben comincia....