Recensione Ghostbusters

Quanto c'è di controverso nel film più criticato dell'anno?
Elisa Giudici Di Elisa Giudici(27 luglio 2016)
Partiamo dalle basi: Ghostbusters targato 2016 è un buon film? Non propriamente: rimane quasi sempre sotto la sufficienza senza però diventare un'esperienza da incubo che tormenterà i tuoi sogni. Un remake all'altezza della surreale commedia originale? Ovviamente no, ma in tutta onestà, quanti dei remake recenti di miti degli anni '80 lo sono?

Il nucleo originale di 4 acchiappanfantasmi viene declinato al femminile, ma continua ad operare a New York, cacciando ectoplasmi e tentando di convincere opinione pubblica e comunità scientifica che non si tratti di una truffa o una trovata da buontemponi.
Ghostbusters
Ghostbusters - Immagine 188655
Ghostbusters - Immagine 188654
Ghostbusters - Immagine 188653
Ghostbusters - Immagine 188652
Ghostbusters - Immagine 188651
Ghostbusters - Immagine 188627
Ghostbusters - Immagine 182164
Ghostbusters - Immagine 182163
Ghostbusters - Immagine 181176
Ghostbusters - Immagine 181175
Almeno questa è la principale preoccupazione di Erin (Kristen Wiig), una scienziata che desidera lasciarsi alle spalle i suoi studi sui fantasmi in favore della carriera accademica, almeno fino a quanto il ritorno della sua vita dell'amica Abby (Melissa McCarthy) e della sua stramba collega Erin (Kate McKinnon). Dopo l'inclusione dell'esperta di storie newyorkesi Patty (Leslie Jones) e del segretario più idiota del creato (Chris Hemsworth), il gruppo di acchiappafantasmi difenderà dagli ectoplasmi la città di New York.

Se tanti film finiscono per sbandare a fine corsa, curiosamente Ghostbusters dà il peggio di sé nei primi 20 inqualificabili minuti, scandalosamente legnosi nell'introdurre con grandissima difficoltà una storia per ogni protagonista. Il limite principale del film è proprio quello, una scrittura sciatta e priva di qualsiasi barlume d'ispirazione, che pian piano acquisisce il ritmo necessario per piazzare qualche battuta che, in tutta onestà, ridere lo fa davvero, perché nella parte centrale del film quantomeno intrattienere.

Se le due protagoniste più note sono affossate da una sceneggiatura che riserva loro svolte e scelte davvero patetiche, l'unica del gruppo in grado di veicolare con grande naturalezza anche i momenti più artificiosi del suo personaggio è un'ottima Kate McKinnon. Peccato il suo personaggio sia rovinato da alcuni cambiamenti di prospettiva sullo stesso, che fanno girare a vuoto una protagonista a cui manca il filo conduttore attraverso cui era stata intessuta la sua intera presenza (il suo personaggio, come l'attrice, doveva essere dichiaramente gay, cosa che si intuisce nella scena al bar).

Tra un tripudio di effetti speciali senza una storia solida a dargli un senso e un finale forse un po' troppo sospito, il vero vincitore è un solidissimo Chris Hemsworth, che si dimostra sì mestierante ma in continua crescita, qui perfettamente a suo agio nel ruolo dell'adorabile idiota. La battuta facile e la miglior sequenza del film che lo vede protagonista lo consacrano come unico personaggio iconico di questo remake, ma soprattutto attore capace di adeguarsi ai tempi comici in maniera encomiabile.
Ghostbusters è un film mediocre, capace però di strappare ben più di una risata a chi avrà la pazienza di superare l'imbarazzo dei suoi primi 20 minuti. La notizia è che, previdibilmente, tante critiche a priori al film hanno ben poco a vedere con la pellicola stessa, che non è certo imperdibile. Tuttavia altre manipolazioni dei miti degli anni '80 a scopo lucrativo si sono dimostrata ben più terribili e davvero incapaci di fornire un solo elemento positivo per giustificarne l'operazione, vedi alla vocePixels. Ghostbusters invece è solo un film mal scritto e con scarsità d'idee, in un'estate piena di delusioni simili e orfana di pellicole capaci di distinguersi e brillare.

Ghostbusters

Ghostbusters Cover
  • Regia: Paul Feig
  • Produzione: Sony Pictures Entertainment
  • Nazionalità: Stati Uniti
  • Distributore: Warner Bros.
  • Sceneggiatura: Lee Eisenberg, Gene Stupnitsky
  • Genere: Commedia
  • Data di uscita: 28 luglio 2016
  • Cast: Chris Hemsworth, Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Kate McKinnon, Leslie Jones
Empire
True Detective

3

True Detective

Due detective, un omicidio e un feticcio nel bosco. Suona familiare?

Das Boot

1

Das Boot

Tutti pronti per l'immersione su Sky?

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

2

Le Terrificanti Avventure di Sabrina

Bentornata Sabrina! Più horror, più latino ma soprattutto... più Satana

Netflix

1

Netflix

Siete di nuovi su Netflix? Eccovi qualche consiglio..

Empire
Maria Regina di Scozia
Maria Regina di Scozia

Una regista femminile rivisita la storica rivalità tra due regine

L'uomo dal cuore di ferro
L'uomo dal cuore di ferro

Due film in uno per raccontare la storia di uno dei più spietati gerarchi nazisti

L'agenzia dei bugiardi
L'agenzia dei bugiardi

Una commedia chiassosa sulle dinamiche di coppia

L'agenzia dei bugiardi
L'agenzia dei bugiardi

La conferenza stampa del cast

Creed II

1

Creed II

Adonis torna sul ring, ma stavolta il vero protagonista è Rocky...