Recensione Galaga Remix

L'invasione delle vecchie glorie Namco Bandai prosegue imperterrita su iPhone.
Marco Del Bianco Di Marco Del Bianco
La Namco Bandai ci riprova con un altro grande classico tirato fuori dal cassetto del suo spettacolare passato. Dopo averci proposto un Pac Man, fedele riproposizione dell'originale, e un Pole Position che era una mezza rivisitazione senza molto senso, oggi ci offrono entrambe le cose contemporaneamente. In questo Galaga Remix lo storico sparatutto ci viene proposto in una duplice veste. Per coloro che, troppo giovani o alle prime armi coi videogiochi, non conoscessero questo titolo, è presto spiegato. Seguito datato 1981 dell'altrettanto famoso Galaxian, vi vede alla guida di una spaziale intenti ad abbattere alieni che, dopo aver svolazzato in orde per lo schermo si vanno a posizionare in disposizioni più statiche tipo Space Invaders.
Galaga Remix - Immagine 1
Prima di ogni partita potrete decidere se cimentarvi nella versione classica o nel remix.
Galaga Remix - Immagine 2
Il Remix consiste sostanzialmente in un restile grafico e basta.
Galaga Remix - Immagine 3
Galaga originale ripropone lo schermo verticale classico dei coin op.
Da segnalare inoltre che Galaga è stato il primo coin op a presentare i bonus stage, ovvero livelli che non precedevano la possibilità di essere colpiti ma solo quella, gentilmente offerta, di accumulare un po' di punti extra. Per tutto quanto detto, la versione classica offerta riproduce perfettamente l'originale, compresa la disposizione verticale dello schermo tanto cara agli shoot'em up. Cosa offre di diverso la versione Remix? Una grafica un po' rivista, una in quadratura orizzontale, qualche power ups e poco altro. Onestamente troppo poco per presentare attrattiva che vada oltre il richiamo nostalgico. Provaci ancora Bandai... o magari non provarci più che è meglio.

5
Le operazioni nostalgia, nel mondo dei videogiochi, lasciano spesso il tempo che trovano. A questa melanconica espressione popolare non si sottrae Galaga Remix. La Namco Bandai ci prova nuovamente ma proprio non riesce a sfondare. Superato l'entusiasmo iniziale, che colpirà soprattutto i giocatori anagraficamente più sviluppati, quello che resta è davvero poco. La duplice veste, originale e remix, serve davvero a poco perchè se la prima è fedele e precisa, la seconda non regge il passo con i titoli moderni. Soprattutto il rapporto qualità prezzo è ridicolo e forse i programmatori dovrebbero capire che, anche su iPhone, l'appeal di titoli del genere sarebbe discreto solo se si producessero compilation e non titoli singoli. Bocciato.
voto grafica5,5
voto sonoro6
voto gameplay6
voto durata4,5