Tiscali

Recensione Fallout 4

L'attesa è finalmente finita
Simone Rampazzi Di Simone Rampazzi(9 novembre 2015)
A distanza di ben cinque anni dall'ultimo capitolo dedicato alla serie di Fallout, Bethesda ha infine realizzato il sogno di milioni di fan che volevano ancora una volta gettarsi nel mondo post-apocalittico del brand. Dai primi rumor girati sulla rete in quel del 2012, che sono poi fermentati in un continuo crescendo esploso -letteralmente- a pochi giorni di distanza dall'E3 di quest'anno, finalmente abbiamo la possibilità di mettere le mani sul gioco. Siete curiosi di sapere com'è Fallout 4? Non dovete fare altro che continuare a leggere.

Ogni uomo ha bisogno di uno scopo

23 Ottobre 2077. Nella ridente cittadina di Sanctuary Hills, il nostro protagonista vive una giornata come tante insieme alla sua famiglia accompagnato nelle sue mansioni domestiche dal Mr.Handy Codsworth, quando all'improvviso, come un fulmine a ciel sereno, degli scoppi in lontananza rompono la serenità del momento. Il bombardamento nucleare è appena iniziato e l'unico modo che il nostro protagonista ha per salvarsi, è quello di rifugiarsi all'interno del Vault 111, nel quale rimarrà per ben duecento anni.

Una premessa che pone grossi interrogativi sulla trama del gioco, ma che non approfondiremo oltre proprio per non rovinarvi l'esperienza di gioco. Il mondo è cambiato, l'olocausto nucleare ha distrutto la maggior parte dei centri abitati vicino al punto zero e l'unica cosa che sembra sopravvivere a questa devastazione sono un corposo e diversificato compendio di esseri viventi, che variano da semplici esseri umani a supermutanti modificati, fino ad arrivare a creature non-morte e sintetici dall'intelligenza artificiale.
Fallout 4 - Immagine 1
Entrerete in possesso dell'armatura atomica nelle fasi avanzate del gioco, ma già dall'inizio le impressioni sono più che positive
Fallout 4 - Immagine 2
Il tool di creazione del personaggio è completo e diversificato, inoltre permette di scegliere diversi stili per personalizzare il vostro alter ego nel mondo di Fallout
Fallout 4 - Immagine 3
Alcuni olonastri vi permetteranno di accedere a diversi minigame, così da smorzare la tristezza della zona contaminata
Questa enorme insalata condita di radiazioni è così densa e ricca di sfaccettature che riuscirà fin dal primo momento a rapirvi del tutto, facendovi concentrare e al tempo stesso perdere dietro alle mille sfaccettature che un open-world è in grado di regalare. L'uscita dal vault sarà come una rinascita, dato che la voglia di scoprire tutto ciò che vi circonda sarà genuina come quella di un bambino che compie i primi passi nel mondo, senza considerare i vistosi cambiamenti dell'ambientazione che sorprenderanno anche i più affezionati alla serie di Fallout. Il motivo? Adesso l'esplorazione avrà una duplice utilità, visto che oltre a presentarvi numerosissimi elementi extra per aumentare il vostro lore all'interno della storia (aggiungendoci doverosamente un numero accattivante di side-quest), consentirà di recuperare un'enorme quantità di oggetti che potranno essere trasformati tramite l'apposita officina in risorse di costruzione, grazie al nuovo sistema dedicato.

Ma torniamo allo scopo, che fa da titolo al nostro capoverso. La creazione del personaggio avverrà prima di tutto il trambusto ed il nostro consiglio più spassionato è quello di farvi porre la giusta attenzione allo sviluppo di quest'ultimo, se non altro perché adesso avrete concretamente moltissimi talenti da poter acquistare (ben 275), ognuno dei quali emerge per utilità a seconda del vostro approccio in partita. La prima cosa che ci è saltata all'occhio è stata la distribuzione dei punti caratteristica, che adesso andranno agevolmente ad influenzare i diversi livelli di sblocco (da uno a dieci) necessari per acquistare i relativi talenti. In un esempio pratico, il nostro personaggio al livello ventinove è è riuscito a sopravvivere con solamente tre punti di forza, subendo solamente una penalità sul peso trasportabile. Pertanto vi consigliamo sin dai primi livelli di capire come vorrete approcciare al gioco, così da non perdere tempo, e soprattutto punti, appresso ad abilità che potrebbero risultare inutili.
Fallout 4
Fallout 4 - Immagine 204253
Fallout 4 - Immagine 204250
Fallout 4 - Immagine 204247
Fallout 4 - Immagine 204244
Fallout 4 - Immagine 186262
Fallout 4 - Immagine 186259
Fallout 4 - Immagine 186256
Fallout 4 - Immagine 186253
Fallout 4 - Immagine 186250
Fallout 4 - Immagine 186247
Durante il gioco, come visto nei precedenti capitoli, potrete anche fare in modo di reclutare delle persone che potranno unirsi alla vostra causa, dandovi una mano concreta all'interno della zona contaminata. Che si tratti di una semplice macchina, oppure di una persona mossa dai propri ideali di libertà, sappiate che la loro compagnia non sarà solamente utile ad aumentare la potenza di fuoco durante i vostri scontri ma bensì vi permetterà persino di trasportare oggetti per voi e, quando avrete raggiunto un livello di rapporto abbastanza accettabile, vi doneranno persino un perk unico e speciale.

Terza o prima persona?

  • Fallout 4 - Immagine 4
    Lo SPAV è sempre utile!
  • Fallout 4 - Immagine 5
    Piper è uno dei personaggi che si potrà unire a noi durante il corso del gioco
  • Fallout 4 - Immagine 6
    La schermata dei perk in tutto il suo splendore
Come nei primi due titoli dedicati a Fallout dopo l'acquisto del brand da parte di Bethesda, la possibilità di switchare tra visuale in prima e terza persona risultava più una scelta stilistica, piuttosto che una vera e propria necessità. Se ricordate, infatti, il sistema di mira in prima persona era decisamente ostico, se non altro perché prendere la mira e sparare risultava a conti fatti più legnoso, influenzato peraltro da una meccanica dietro alle coperture molto legata ai numeri, che invitava dunque il giocatore ad affidarsi allo S.P.A.V. sopra ogni cosa.

Adesso invece l'intero sistema è molto più dinamico e reattivo, inoltre regala al giocatore un ottimo feeling con l'arma, aiutatolo in maniera coerente grazie ad una mira più intuitiva e dallo stampo più “fps”. In questo nuovo capitolo, tanto per dirne una, avrà molto più senso utilizzare lo S.P.A.V. solo se sarete in difficoltà o magari per gestire combattimenti a medio, e corto raggio, soprattutto con gruppi numerosi di nemici.

Alternare le due visuali, comunque, permette di ammirare l'ambientazione da diversi punti di vista, coadiuvando comunque anche il fattore immersività specialmente nel momento in cui indosserete un'armatura atomica, la qualche cambierà totalmente l'interfaccia di gioco simulando l'interno del vostro elmetto. Restando comunque in tema di gameplay, le meccaniche di gioco rimangono fedelissime alla saga, mantenendo dunque la formula funzionale e ben collaudata già vista nei precedenti capitoli dedicati al brand.

L'allegro costruttore

E' stato inserito all'interno del gioco un interessante mini editor che ci permette di costruire una vera e propria base strategica, utilizzata per diversi scopi al fine di dare un rifugio non solo a voi stessi, ma anche a tutti coloro che non hanno un posto dove vivere nella zona del Commonwealth. Il tool è molto interessante comunque, dato che vi farà accedere una serie di elementi standard, che possono spaziare dall'abitazione in legno o metallo (ovviamente vuota) fino ad un nutrito gruppo di elementi per arredarla al meglio, aumentando in un certo senso la felicità del centro abitato.

Ovviamente ogni rifugio che si rispetti ha bisogno di acqua pulita, energia elettrica, cibo ed una buona difesa, perciò dovrete rimediare nel corso del gioco tutta una serie di materiali riciclabili ed utilizzabili per costruire proprio dei macchinari adatti a reperire questo genere di risorse. Nel vostro Pip-Boy è presente un pannello completamente dedicato alla gestione dei vostri rifugi (dato che potrete interagire con molti) ma soltanto dal menù di costruzione potrete capire cosa manca ai medesimi per renderli dei luoghi vivibili e sicuri.
Oltre alla modifica dei centri abitati, sono stati inseriti diversi tavoli da lavoro che vi faranno interagire con armi, armature, cibo e strumenti scientifici, che aumenteranno anche la vostra esperienza dopo aver effettuato una modifica o costruito qualcosa. Tali abilità sono migliorabili attraverso i perk dedicati, che a seconda del livello investito vi faranno costruire oggetti via via più potenti. Attenzione sempre alle risorse però, perché alcune saranno veramente difficili da trovare.

Qualche bug è sparso qui e là, non lo neghiamo. Alcuni personaggi si sovrappongono agli oggetti passandovi attraverso, altri invece raggiungono i luoghi più disparati diventando inaccessibili per il dialogo e speriamo vivamente che vengano rilasciate delle patch correttive, al fine di risolvere queste macchie su un curriculum sicuramente ben scritto.

Ed il comparto tecnico?

Abbiamo avuto la possibilità di testare il gioco su piattaforma Microsoft, la quale ci ha proposto un comparto grafico buono ma non eccellente, il quale comunque non è da non sottovalutare. L'illuminazione degli ambienti è ben realizzata, come lo sono anche gli effetti scenici, ma sicuramente si poteva fare qualcosa di più dal punto di vista della cura delle texture, le quali sembrano decisamente troppo smussate e poco precise.
Fallout 4 Companion App
Prima di avviare l'applicazione, vi verrà chiesto se usarla tramite Pip-Boy o a schermo intero
Dopodichè vi verrà richiesto di inserire il cellulare con la cover apposita all'interno del Pip Boy
Infine dovrete scegliere la piattaforma utilizzata ma, occhio, la sincronizzazione avverrà solamente tramite rete wi-fi
Ecco qui! Adesso siete nel vostro Pip-Boy! Questo è un esempio della mappa
Diamo un'occhiata anche ai nostri parametri SPECIAL
Certo a differenza di New Vegas, la realizzazione dei modelli dei personaggi ha fatto passi da gigante, giacché ora abbiamo la sensazione visiva di interagire con elementi più realistici, coadiuvati da buone espressioni facciali. Una nota di merito va spesa anche per il doppiaggio sia in lingua originale che in lingua nostrana, il quale adesso risulta decisamente più accattivante ed udibile, nonché fornito di una buona quantità di voci diverse. Anche la colonna sonora, unita all'utilizzo delle radio in gioco, vi darà delle grandi soddisfazioni.
9
La nostra recensione sarà stata sicuramente molto lunga, ma vi garantiamo che un gioco come Fallout 4 ha davvero moltissimi spunti da offrire per far parlare di sé nel modo giusto. I ragazzi di Bethesda hanno di nuovo fatto centro, regalando il gioco ideale per tutti quelli che amano questo tipo di ambientazione e amano perdersi in un mondo di gioco pieno di cose da fare!
voto grafica8
voto sonoro8,5
voto gameplay9
voto durata9,5

Fallout 4

Disponibile per: Xbox One , PC, PS4
Fallout 4 Xbox One Cover
Empire
Euphoria

3

Euphoria

L'erede di Skins approda su Sky

The Politician

3

The Politician

Nascono nelle scuole di oggi i Presidenti di domani

Dentro la mente di Bill Gates
Dentro la mente di Bill Gates

L'inedita figura di un autentico genio dei giorni nostri

The I-Land

4

The I-Land

L'isola di Netflix fatta di citazioni e... delusione

The Hot Zone
The Hot Zone

Sarà un virus a spazzare via l'umanità?

Empire
Disco Elysium

1

Disco Elysium

Quanto sono profondi gli abissi della mente?

D-Link DVA-5593
D-Link DVA-5593

Un buon compromesso tra accessibilità e prestazioni

Indivisible
Indivisible

Una autentica perla nascosta

Ghost Recon Breakpoint

18

Ghost Recon Breakpoint

I Fantasmi devono decidere cosa fare da grandi...