Recensione Ehrgeiz

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (9 marzo 2000)
Certo che la Square riesce sempre a stupire. Riuscire a cavalcare felicemente il filone di Final Fantasy senza risultarne succubi non deve essere una cosa facile. Ciononostante la Square ci riesce alla grande, proponendo titoli sempre curatissimi in ogni aspetto e contraddistinti da un'eccellente giocabilità. Non fa difetto a questo assioma questo ultimo gioco, impregnato delle magiche atmosfere che, ormai, siamo abituati a trovare nei titoli di uno dei gruppi di sviluppo più famosi al mondo. Quando, poi, questo fortunato team si riunisce a sviluppatori dell'altrettanto celebre Namco sotto il nome di Dream Factory, beh, non ci si può che aspettare livelli di eccellenza
Ehrgeiz - Immagine 1
Sembra una ragazza tranquilla...
Ehrgeiz, diciamolo subito, è un titolo molto particolare. Sebbene appartenga, principalmente, al genere dei picchiaduro a incontri (alla Tekken, per intenderci) affronta la questione con un approccio piuttosto diverso. Laddove, infatti, i massimi esponenti del genere eccellono per tecnica e velocità e richiedono l'applicazione del giocatore nell'allenamento per l'esecuzione di micidiali combo da effettuarsi nelle strette tempistiche degli incontri, il gioco della Squaresoft propone una giocabilità leggermente rallentata e delle "arene" che, essendo sviluppate su più piani di altezza, richiedono un minimo di approccio tattico in più, anche grazie alla presenza di mosse speciali che rendono ogni personaggio potenzialmente devastante
I personaggi si muovono liberamente nelle varie "arene" e anche questo richiede al giocatore un certo distacco dal canonico "modus operandi" dei picchiaduro, avvicinando Ehrgeiz più a uno di quei vecchi giochi a scorrimento (che stanno tornando in auge, a quanto pare) che a un emulo di Toshinden. Il sistema di controllo, quindi, non può che essere leggermente più complesso, perlomeno dal punto di vista del movimento del personaggio. Con la croce direzionale, infatti, sposteremo il nostro alter ego liberamente sul ring e le parate e i salti saranno assegnati a tasti diversi. Effettuare le mosse, invece, è veramente facile, e non sarà difficile imparare a usare al meglio le varie mosse speciali che ogni personaggio porta in dote. Aspettatevi pure, quindi, Cloud dotato di spadone e Tifa con la sua brava quinta di reggiseno (distrae il giocatore e quindi va considerata un'arma a tutti gli effetti!)
0 commenti