Recensione Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends

La serie Musou esordisce su Next-Gen
Tommaso Alisonno Di Tommaso Alisonno(31 marzo 2014)
La serie Musou (“Warriors” in Occidente) di Omega Force è certamente molto prolifica: non fa testo tanto il numero progressivo, giunto all'ottava unità (anche se a causa di un cambio di titolo, in Giappone la cifra è 7), quanto il quantitativo impressionante di spin-off, espansioni stand-alone, versioni per specifiche piattaforme, “fratelli minori” e applicazioni a serie anime. A conti fatti, il team ha sfornato in una dozzina di anni oltre 35 titoli, quasi tutti in una curva di qualità crescente - se si perdonano alcune “debacle” come DW6.

Il filone principale è naturalmente quello di Dynasty Warriors, il quale ambienta le battaglie nel periodo storico dei Tre Regni in Cina (intorno al 200 D.C.). Ultimo capitolo “ufficiale” della saga è DW8, giunto in Europa la scorsa Estate poco prima che in Giappone arrivasse l'espansione stand-alone DW8XL. Per il lancio di PS4 nel paese del Sol Levante, Tecmo Koei e Omega Force si sono rimboccati le maniche per portare sulla nuova console, e su PS Vita, l'intera esperienza del gioco con la sua espansione, ed oggi, ad “appena” un mese e mezzo di distanza (veramente poco per gli standard della serie), il prodotto giunge anche da noi in Europa.

Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends Complete Edition, dunque, riunisce in sé DW8 e tutte le aggiunte di DW8XL (che esce in simultanea su PS3). Chi si avvicinasse per la prima volta al capitolo potrà dunque contare su un quantitativo veramente impressionante di contenuti, a partire dagli 82 (ottantadue) personaggi immediatamente disponibili, di cui 5 nuovi. Chi avesse già affrontato l'esperienza di gioco su PS3 potrà inoltre importare il suo salvataggio tramite cloud-server in modo da non dover ripetere da capo tutte le battaglie già superate né dover ri-sbloccare armi e animali faticosamente ottenuti.
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends - Immagine 2
Tutti pronti a seguire Lu Bu?
Ma cosa possiamo trovare dunque in questo pacchetto? Tanto per cominciare, una modalità Storia praticamente raddoppiata: per ciascuno dei quattro regni di Shu, Wei, Wu e Jin sono presenti la storyline “ufficiale” e quella “ipotetica” di DW8, ed in più una serie di nuovi scenari tratti da DW8XL; tra questi spicca una nuova storyline (anch'essa “doppia”) incentrata sul personaggio di Lu Bu. Gli scenari ipotetici, per inciso, sono evoluzioni della storia immaginate dallo staff che si rendono disponibili se durante le battaglie precedenti riuscirete a raggiungere alcuni obiettivi secondari che, storicamente, furono mancati.

Lievita notevolmente anche la modalità Ambizione. In DW8 questa consisteva nel far crescere progressivamente il proprio insediamento assoggettando generali, costruendo e sviluppando strutture, fino alla costruzione del palazzo Tonquetai che ospitasse l'Imperatore. Con l'espansione introdotta, la vicenda ha un seguito in cui un secondo Imperatore si insedia altrove, portando la maggior parte dei nostri seguaci a passare dalla sua parte ed obbligandoci a riconquistare i territori uno alla volta.

Si apre così una gestione alternativa degli scenari, in cui vengono introdotte svariate novità, prima fra tutte la gestione capillare delle truppe. Sarà dunque possibile portare con sé fino a tre bodyguard, nonché scegliere i generali e gli ufficiali da portare in battaglia. Ogni unità avrà le proprie caratteristiche, e rafforzare i rapporti o addestrare queste abilità porterà a dei benefit. Attenzione, però: gli ufficiali così schierati, se sconfitti, verranno rimossi dalle nostre file, e per “riconquistarli” sarà necessario rintracciarli e sconfiggerli nuovamente sul campo.

Viene inoltre introdotta la modalità Challenge, che per la costola XL è una grande classica. Si tratta di alcuni scenari da affrontare con personaggi pre-impostati (tutti equiparati a livello 30 con armi senza caratteristiche particolari) e dotati di classifica, ovviamente anche OnLine. Si va dal classico “uccidi quanti più avversari possibile entro il limite di tempo” al “uccidi tutti gli avversari nel minor tempo possibile”, passando per le gare di corsa, fino alle battaglie su ponti e all'arena contro generali via via più tosti.
Sotto il profilo del gameplay nudo e crudo, ossia soffermandosi sul sistema di combattimento, le innovazioni sono limitate, ma presenti, e considerando la crescita che il brand sta avendo da DW7 in poi non è affatto poco. Avremo ancora una volta attacchi veloci da concatenare e attacchi potenti con cui concludere le combo: quando impugna la sua arma preferita, ciascun personaggio è inoltre in grado di effettuare non più ma ben due attacchi “EX”, ossia extra. Rimane il tasto Switch per scambiare l'arma in uso con quella di riserva, così come il sistema elementale a “Morra Cinese” che stabilisce la prevalenza di un'arma su quella avversaria; una novità importante è il fatto che adesso anche i personaggi pilotati dal'IA sfrutteranno questa tecnica, per lo meno per cambiare l'elemento in uso.

Rimane anche l'intero set di tecniche “Musou” - ossia attacchi speciali invulnerabili effettuabili dopo aver caricato l'apposita barra - perfezionate in DW8: due tecniche da terra, una in salto e una barra della Furia a ricarica più lenta per le tecniche più potenti in assoluto. L'introduzione di 5 personaggi ha ovviamente portato all'introduzione di altrettante nuove armi (dal classico tridente fino al tappeto), ed è stato raffinato il sistema di Fusione presso il fabbro, così che adesso i personaggi hanno a disposizione un ulteriore grado di personalizzazione.

Dal punto di vista grafico, l'hardware PS4 è stato indubbiamente fondamentale per realizzare un impatto decisamente più dettagliato, ricco e curato rispetto alla controparte PS3. Il quantitativo di unità su schermo è semplicemente impressionante, il campo visivo molto buono, i dettaglio dei personaggi assolutamente fantastico, il tutto a 1080p. Purtroppo il motore continua a mostrare dei limiti in situazioni “intasate”: quando le truppe si ammassano sui ponti mobili delle navi a Chi Bi, per esempio, il gioco rallenta vistosamente, come in una sorta di involontario slowmotion. Si tratta di un problema già noto di DW8 che speravamo non si ripresentasse su Next-Gen, e invece...

Niente da eccepire sul lato del sonoro: alla già nutrita colonna sonora di DW8 si aggiungono nuovi brani, ovviamene principalmente a tema Lu-Bu. Gli effetti sonori si assestano nella norma, e tutti i doppiaggi sono di buona qualità. Attualmente il gioco è interamente in Inglese: Tecmo Koei non ha messo in cantiere i sottotitoli in Italiano, purtroppo (laddove invece sono disponibili quelli in Francese e in Tedesco), mentre per i doppiaggi in Giapponese è in via di discussione la canonica patch gratuita.
L'elemento più rilevante di DW8XLCE è, se non si fosse intuito, la longevità: già DW8 offriva un quantitativo di ore decisamente imponente considerando i vari livelli di difficoltà, la grande quantità di personaggi disponibili, gli scenari ipotetici e la modalità Ambizione. Nello sviluppare DW8XL, il team ha lavorato in modo che l'espansione stand-alone valesse la spesa, fornendo quindi ancora numerose battaglie, la nuova Ambizione e tutte le Challenge: qualcosa insomma motivasse l'acquisto anche da parte di chi (come noi) ha importato il salvataggio da DW8.

Adesso che i due prodotti arrivano simultaneamente su PS4, la visuale di insieme è a dir poco sconcertante in termini di vastità. Se poi possedete anche la versione PS Vita, potrete portare con voi il salvataggio per continuare il gioco ovunque. Dulcis in fundo, le tre versioni del gioco (PS3, PS4 e PS Vita) sono interamente compatibili per il gioco online evitando così la frammentazione dell'utenza, sebbene possiate a piacere “filtrare” la piattaforma, .

Certo, rimane anche l'impressione di fondo che il titolo, sebbene così vasto e completo, sia pur sempre un porting ritoccato di ciò che è disponibile su PS3. Questo significa che probabilmente è giunto il momento per Omega Force (che in Giappone è appena uscito con Samurai Warriors 4, ancora una volta su PS3) di cominciare a pensare a un capitolo propriamente creato per la Next-Gen. Anche se, ovviamente, ci potrebbe ancora essere spazio per un ipotetico Dynasty Warriors 8 Empires...
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends - Immagine 3
Ecco l'uomo più possente della decadenza di Han
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends - Immagine 4
In modalità Ambizione rafforzeremo i nostri rapporti coi vari personaggi
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends - Immagine 5
Fa Zheng combatte con un tappeto, ma non sottovalutatelo
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends - Immagine 6
Rivelazione di DW7, Sima Zhao è oramai un membro affermato del cast
8
La presenza di Dynasty Warriors, e in generale della serie Musou, sulla nuova console Sony è una sorta di atto dovuto nei confronti dei fan. Il prodotto è indubbiamente notevole, anche semplicemente per la quantità di contenuti presenti - ricordiamo infatti che parliamo della fusione di due titoli PS3 - e sul nuovo hardware viene presentato in una forma ancora più smagliante, sebbene non scevra dai “soliti” difetti. Ciò non di meno, ci aspettiamo che Omega Force porti i Tre Regni su next-gen definitivamente con un futuro capitolo.
voto grafica7,5
voto sonoro7,5
voto gameplay8,5
voto durata9

Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends

Disponibile per: PS4 , PS Vita, PS3, PC, Switch
Dynasty Warriors 8 Xtreme Legends PS4 Cover
Empire
The Big Bang Theory

5

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
F1 2019

3

F1 2019

Formula 2, eSport e tante novità nella versione 2019 di Formula 1

Judgment

4

Judgment

SEGA inaugura una nuova saga dalle ceneri di Yakuza

Super Cane Magic ZERO

1

Super Cane Magic ZERO

Un buon action RPG dalla trama surreale

Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa

L'E3 2019 di Nintendo
L'E3 2019 di Nintendo

Nintendo sbaraglia tutti!