Recensione Dolceroma

Uno straripante Luca Barbareschi in una dark comedy ambientata nel mondo del cinema.
Luigi Bruzzone Di Luigi Bruzzone(2 aprile 2019)

Andrea Serrano (Lorenzo Richelmy), 29 anni, aspirante scrittore, ha scritto un libro che nessuno ha letto. In realtà quasi nessuno, perché il volume, casualmente, finisce tra le mani del famoso produttore cinematografico Oscar Martello (Luca Barbareschi), che ne intuisce il potenziale narrativo e decide di trarne un film. Sembra la grande occasione della vita: coinvolto come sceneggiatore, Andrea approda a Roma, dove scopre la ‘nuova’ Dolce vita. Feste, donne, la magia del set, un legame speciale con la protagonista del film Jacaranda (Valentina Bellé) che, sebbene sia l’amante di Oscar, sembra ricambiare le sue attenzioni. Peccato che non tutto vada per il meglio, anzi. Il regista (Luca Vecchi) è un incapace, il budget scarseggia e il montaggio finale è disastroso. Come fare, a quel punto, per salvare il film da una catastrofe annunciata?

Dopo lo sfolgorante esordio con Mine, diretto insieme al sodale Fabio Guaglione, Fabio Resinaro esordisce nella regia da solista con questo adattamento del romanzo Dormiremo da vecchi di Pino Corrias, un ritratto impietoso del sottobosco cinematografico italiano (cioè, romano), fra produttori senza scrupoli, attrici in cerca di salvezza e sceneggiatori manipolatori. E lo fa attingendo a quelli che sono – chiaramente – i suoi modelli cinematografici di riferimento: la pulp comedy ‘alla Tarantino’ con tocchi di Guy Ritchie e un plot ricco di twist che rende più volte omaggio a I soliti sospetti e a Slevin – Patto criminale.

Intendiamoci: Dolceroma non è uno stoner movie, piuttosto è un mix di generi dove il noir e la commedia cercano – e spesso trovano – una felice amalgama e la regia è sempre volutamente sopra le righe – ralenty, fotografia sgranata, bullet time camera – quasi per identificarsi con un mondo dove l’esagerazione è strumento sia di sopraffazione che di sopravvivenza. Emblematica, in questo, è la figura del produttore Oscar Martello, spietato e vulnerabile al tempo stesso, cui dà corpo e anima uno straripante Luca Barbareschi. Un’interpretazione, la sua, capace di reggere tutto il film e di compensarne le carenze.

Non funziona proprio tutto quanto, infatti, in Dolceroma: a un cast di attori quasi tutti in parte (incredibile Barbareschi, un po’ meno incisivi Richelmy e la Bellè, esilarante Luca Vecchi dei The Pills nella parte del regista incapace, simpatico Libero De Rienzo emulo di Genny Savastano) fanno da contraltare una sceneggiatura a cui forse sarebbero servite un paio di limature in più prima di approdare in produzione e un finale con decisamente troppi capovolgimenti di fronte.

Resta comunque il piacere di aver assistito a un film italiano (non il primo, per fortuna) che si prende qualche rischio e tenta di alzare l’asticella della qualità. Speriamo che per i produttori italiani (e per noi spettatori) diventi una felice abitudine.

Dolceroma
Dolceroma - Immagine 217385
Dolceroma - Immagine 217384
Dolceroma - Immagine 217383
Dolceroma - Immagine 217382
Dolceroma - Immagine 217381
Dolceroma - Immagine 217380
Dolceroma - Immagine 217379
Dolceroma - Immagine 217378
Dolceroma - Immagine 217377
Dolceroma - Immagine 217376

Spaccato cinico e dissacrante su una parte del cinema italiano, Dolceroma è un mix (non sempre riuscito) di generi costruito quasi del tutto intorno a un incredibile Luca Barbareschi. Non tutto va a segno, ma il film di Fabio Resinaro è una boccata d'aria fresca rispetto a molte 'solite' commedie italiane.

Dolceroma

Dolceroma Cover
  • Regia: Fabio Resinaro
  • Produzione: Rai Cinema, Eliseo Cinema
  • Nazionalità: Italia
  • Distributore: 01 Distribution
  • Sceneggiatura: Fabio Resinaro
  • Genere: Noir, Thriller, Commedia
  • Durata: 105 min.
  • Sito ufficiale
  • Data di uscita: 4 aprile 2019
  • Cast: Lorenzo Richelmy, Valentina Bellé, Luca Barbareschi, Iaia Forte, Francesco Montanari, Libero de Rienzo, Armando De Razza, Claudia Gerini, Luca Vecchi
Empire
Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

Recensione episodio 8x02

Future Man

1

Future Man

Viaggi nel tempo e fantascienza in una serie tv che non si prende sul serio e gioca con le citazioni pop

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

Recap Episodio 8x01

Il Trono di Spade
Il Trono di Spade

Le fan theories più assurde e... probabili sul finale di una grande serie

Il Trono di Spade

3

Il Trono di Spade

L'ottava ed ultima stagione è ormai alle porte

Empire
Avengers Endgame

10

Avengers Endgame

Fine dei giochi?

The Silence
The Silence

Un cast d'eccezione ma poca sostanza per il nuovo horror targato Netflix

Star Wars Episodio IX

9

Star Wars Episodio IX

Analizziamo il trailer e scopriamo qualche teoria.

Avengers Endgame

1

Avengers Endgame

Le differenze tra l'avventura cartacea e il film

Men in Black International

1

Men in Black International

Fantascienza che sa far ridere!