Recensione Die Hard Trilogy 2: Viva Las Vegas

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (16 settembre 2000)
Quando ancora i poligoni erano vettori, il bitmap era l'unica vera fonte di divertimento e il videogioco passava dalle mani del C64 all'Amiga, transitando per le console del periodo (Megadrive su tutti), il panorama videoludico vedeva un prolificare imbarazzante del "tie-in", termine ormai in disuso quanto i titoli che lo rappresentano. "Tie-in" significava conversione cinema-videogioco, una ricetta che nella maggior parte dei casi fruttava titoli mediocri tipicamente multievento, per i quali i maggiori investimenti erano dedicati all'acquisto della licenza di turno a scapito della qualità ultima del prodotto. Ultimi esemplari risalgono a pochi anni fa, ormai soltanto sporadici i titoli dedicati ad una pellicola. Uno dei pochi casi di tie-in, però, che possono vantare una qualità relativamente buona, se non ottima, è stato Die Hard Trilogy, ispirato appunto alla serie cinematografica che vedeva uno dei Bruce Willis più duri che si ricordino. Ad anni di distanza, la "trilogia" ritorna per un appuntamento esclusivamente ludico che ci porta in quel di Las Vegas, dove gli eventi travolgeranno il nostro eroe
Die Hard Trilogy 2: Viva Las Vegas - Immagine 1
La rivolta nella prigione è appena cominciata
VIVA LAS VEGAS
John McClane, famoso poliziotto e peggior incubo che i terroristi abbiano mai avuto, si aggira per le strade di Las Vegas sia come cacciatore che come preda. Invitato alla Neon City da Kenny Sinclair, un vecchio amico che esercitava in polizia con McClane a New York, McClane finisce diritto in un mare di guai
Sinclair è stato assunto come guardiano nella nuova Grande Prigione Mesa di Las Vegas e venedrì festeggerà con un party in suo onore. Vuole che McClane sia con lui per condividere la sua gioia. A quel party, McClane ha solamente partecipato, ed è rimasto impressionato sulla strada che ha fatto Kenny. Il suo amico vive bene. Le luci al neon colorano la città, e le celle sono così nuove che non hanno nemmeno quell'odore che ricorda a McClane il suo appartamento a New York. Sinclair parla di Klaus Von Haug, il terrorista rinchiuso nella cella B-202, quindi presenta McClane a Reese Hoffman, il proprietario di uno dei migliori casinò di Las Vegas. Ma prima che il party abbia inizio, scoppia una sommossa alla prigione e John McClane è impegnato in una brutta situazione, è impegnato a mettere a terra carcerati, a inciampare tra terroristi e a darsi da fare nella città che non muore mai. A Las Vegas tutti sanno che il banco vince sempre: John McClane si trova in un posto sconosciuto, non è a suo agio e di sicuro non è il momento fortunato. Ma McClane è un duro, e ce la può fare. E' Las Vegas, in stile McClane. Questa scommessa è al limite, e la porta è sempre pronta a bussare alla porta. Il detective è pronto a lasciarci la pelle, ma prima si vuole assicurare di farli fuori tutti. Per questo salirà con big John, per impossessarsi dell'arsenale che trova, e comincerà a contare i colpi..
0 commenti

Die Hard Trilogy 2: Viva Las Vegas

Die Hard Trilogy 2: Viva Las Vegas PC Cover
Empire
The Big Bang Theory

4

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
Super Cane Magic ZERO

1

Super Cane Magic ZERO

Un buon action RPG dalla trama surreale

Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa

L'E3 2019 di Nintendo
L'E3 2019 di Nintendo

Nintendo sbaraglia tutti!

Octopath Traveler
Octopath Traveler

Octopath Traveler arriva su PC in grande stile

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

4

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

Ma a questo punto non sarebbe meglio un Direct?